Sabato, 01 Agosto 2020 06:25

Atletica, nel memorial Jack Benvenuti manca una stella: Wayde Van Niekerk fermato dal Covid

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)

Un sabato pomeriggio – prima serata da leccarsi i baffi allo stadio Pino Grezar. Più di 150 atleti

daranno vita al 13mo Triveneto International Meeting – Memorial Jack Benvenuti e tra i partecipanti più di un centinanio hanno esperienze in campo internazionale. Si partirà alle 16 con le gare giovanili, alle 17.30 ci sarà quindi la cerimonia di apertura e l'ultima gara andrà in scena alle 20.15. Ci sarà la diretta streaming su atletica.it e Rai sport sarà presente con Franco Bragagna. Non ci sarà la diretta della TV pubblica, ma ci sarà la copertura con dei servizi ad hoc. Tutti i principali quotidiani (tra cui i tre italiani a carattere sportivo e cioè Tuttosport, Gazzetta dello sport e Corstadio) stanno dando e daranno visiibilità all'evento. Ci sarà un numero chiuso il primo agosto relativamente agli spettatori, ovvero mille in tribuna (conteggiando anche autorità, stampa e parenti) e 500 a bordo pista tra allenatori, dirigenti, staff vari e atleti. “Avremo i Maradona, Pelè e Messi dell'atletica leggera – afferma l'assessore comunale allo sport, Giorgio Rossi -. Sarà una manifestazione incredibile e sono contento anche perchè abbiamo stanziato 800 mila euro per mettere a posto l'illuminazione del Grezar, che ha avuto un percorso travagliato per poter rinascere. Ed è pure pronta la convenzione per la sua gestione”.
Così dal canto suo Alessandro Coppola (presidente della Polisportiva Triveneto); “E' incredibile avere tutti questi super campioni. Anche perchè abbiamo avuto problemi con i visti e le certificazioni varie. Abbiamo iniziato a pensare di organizzare il nostro meeting, quando eravamo ancora tutti obbligati a stare a casa. Abbiamo studiato l'andamento dei contagi e abbiamo deciso di rischiare. E ancora non ci credo di chi avremo al Grezar. L'annullamento degli europei ha contributo a far venire da noi alcuni “elementi” di primo livello e poi uno tira l'altro”.
E Franco De Mori segretario della Fidal FVG: “I problemi con il covid hanno fatto sì, che il Triveneto Meeting sia quest'anno l'appuntamento più importante in regione, superando quello di Sport e solidarietà a Lignano. Ed è bello poter dire altresì, che a Trieste ci sarà un'altra tappa importante a novembre quando la Carsolina sarà pure campionato italiano”.
Spicca senza dubbioperò l'assenza di Wayde Van Niekerk, primatista mondiale dei 400 metri con il fantascientifico tempo di 43.03 corso nella finale delle Olimpiadi di Rio 2016. Il sudafricano, reduce da un lungo infortunio al ginocchio che gli ha fatto perdere le ultime due stagioni, che avrebbe dovuto cimentarsi non soltanto sul suo giro di pista, ma anche sui 100 metri, dove avrebbe dovuto incrociare Marcell Jacobs, è stato trovato positivo al Covid e quindi non ci sarà. 
Ci saranno inoltre il brasiliano Thiago Braz (campione Olimpico nel salto con l’asta, reduce da tre nulli a 5.50 giovedì scorso a Rieti), la scozzese Laura Muir (Campionessa Europea indoor di 1500 e 3000, si cimenterà sugli 800 metri) e la britannica Katarina Johnson-Thompson (Campionessa del Mondo dell’eptathlon, impegnata sui 100 metri ostacoli).
Illustri altresì gli italiani, a cominciare da Leonardo Fabbri nel getto del peso, per proseguire con Filippo Randazzo, Elena Vallortigara e Alessia Trost nel salto in alto. Luminosa Bogliolo gareggerà sui 100 ostacoli, le velociste Anna Bongiorni e Irene Siragusa sui 100, infine Raphaela Lukudo sui 400 metri.

 

Letto 51 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli