Lunedì, 23 Settembre 2019 13:00

La Trieste Atletica premiata in Comune

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Il 14 e 15 giugno scorso a Firenze si è tenuta la Finale Oro della fase nazionale dei Campionati Italiani di Società

con, ai nastri di partenza, i ragazzi della Trieste Atletica, capaci al termine delle due prove regionali di maggio di staccare magicamente il pass per l’atto finale più ambito. Non era mai successo che un team del capoluogo regionale conquistasse un posto tra le prime 12 società della penisola, il “gotha” dell’atletica leggera nostrana, in ambito maschile.
Per questa ragione, oggi (lunedì 23 settembre) nel salotto azzurro del municipio, il sindaco Roberto Dipiazza e l’assessore allo Sport Giorgio Rossi hanno voluto premiare la Trieste Atletica, consegnano nelle mani del presidente Omar Fanciullo una targa celebrativa del Comune di Trieste. Nel corso del cordiale incontro - presenti anche una delegazione degli atleti, il responsabile tecnico Roberto Furlanic, la “bandiera” Claudio Sterpin e i vertici societari – il sindaco Roberto Dipiazza e l’assessore Giorgio Rossi hanno voluto ringraziare personalmente la Trieste Atletica per l’importante traguardo raggiunto e per aver portato alto il nome della nostra città a livello nazionale.
“Trieste è una città ai vertici della classifica sportiva - ha detto il sindaco Dipiazza – lo è per i suoi impianti sul quale questa amministrazione investe molto, ma anche grazie all’impegno costante e alla professionalità di atleti, tecnici e dirigenti societari come voi, che continuate a lavorare per migliorarvi ogni giorno. Con il Grezar e a breve con il rinnovato Draghicchio si risolveranno tutti i problemi e si avrà una situazione ottimale. Trieste corre e continuiamo a lavorare sempre insieme, dandoci una mano per raggiungere ancora nuovi importanti obiettivi”.
“Negli ultimi anni - ha detto il presidente Omar Fanciullo- abbiamo sfiorato più e più volte il grande salto di categoria, attestandoci come una presenza fissa nella Finale Argento. Quest’anno finalmente possiamo festeggiare la promozione tra le migliori società italiane che si si sono sfidate per lo scudetto. Credo che questo risultato sia la giusta ricompensa per un lavoro che atleti, tecnici e dirigenza stanno portando avanti da anni, armandosi di pazienza e sposando la politica dei piccoli passi”.
“Vorrei citare tutti gli atleti uno per uno – ha aggiunto Fanciullo - ma credo che siano da sottolineare in primis le prestazioni dell’astista Max Mandusic e del triplista Simone Biasutti, che hanno poi anche vestito la maglia azzurra ai campionati Europei di categoria. Cosi come era accaduto lo scorso dicembre a Jacopo De Marchi ed a Nekagenet Crippa, in occasione dei campionati Europei di Cross. A Firenze, ci abbiamo provato, ma esserci è stato tantissimo e la giovane età dei nostri atleti ci lascia ben sperare per il futuro. Inoltre la stagione non è finita a Firenze. Max Mandusic ci porta a casa un titolo italiano assoluto nel salto con l’asta e Alessandra Lena conquista una splendida medaglia d’oro ai campionati Europei Master. E per concludere ci rimane ancora il weekend del 28 e 29 settembre dove torneremo a gareggiare nella massima serie, questa volta con gli allievi”.
Al di là dell’intensa attività agonistica di un sodalizio che può contare su circa 500 soci, non va dimenticato l’impegno profuso nel sociale, cercando di portare l’atletica nelle carceri, nel mondo della disabilità, nonchéper creare eventi e occasioni in cui chiunque può sentirsi protagonista e integrato nella nostra società triestina.

Letto 42 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli