Giovedì, 05 Maggio 2016 13:09

Trieste Doggy Run, tutti dietro alla coda di Quick

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Quasi 400 cani di corsa, in una piazza Unità d'Italia che accolto la grande festa di amici a due e quattro zampe.

La terza edizione della Trieste Doggy Run, inserita nel Bavisela Running Festival, ha visto di corsa o a passeggio tantissimi cani, con un percorso tutto cittadino, con partenza e arrivo in piazza Unità d'Italia.
Primo classificato il cane Quick con Borut Tercon. Secondo Troy e Cody con Alessio Del Fabbro, campione europeo di sleddog. Terza Emi con Marco Soprani. Il cane è più giovane è stato Twist di pochi mesi, il più vecchio Vasco di 18 anni.
Parte del ricavato della corsa andrà all' Astad, il rifugio per cani e gatti a Trieste.
Tra i partner della Doggy Run il panificio per cani Hov Hov, Arcaplanet, Wedog, Arkadia 2 di viale Raffaello Sanzio e Impronte Fotografiche, che hanno donato gadget agli iscritti e soprattutto premi in palio per i vincitori. Al primo classificato è stata anche consegnata una torta confezionata ad hoc da Hov Hov, a forma di osso, dedicata alla Doggy Run e ancora il libro "L'ultimo highlander" di Andrea Scarabat.
Sul podio sono saliti anche due cagnolini con disabilità, immortalati con foto e celebrati al microfono insieme ai proprietari.
Anche quest’anno è stata realizzata una campagna informativa di responsabilizzazione sulla raccolta delle deiezioni canine, grazie ad AcegasAps Amga.
All’evento inoltre ha preso parte U.CI.O. Unità Cinofile Operative Onlus – FVG – Soccorso Nautico, oltre a un presidio sanitario grazie ai veterinari della Clinica Tergeste. Sul percorso anche la sezione Fvg della Scuola Italiana Cani Salvataggio con una rappresentanza mista di unità cinofile brevettande ed esperte.
Oltre ai tanti amici a quattro zampe di corsa, con proprietario a guinzaglio, tanti anche i cani che hanno invaso la piazza, per una serata di festa che tornerà il prossimo anno con grandi novità e sempre con un aspetto legato alla responsabilità sociale. .

Letto 681 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli