Venerdì, 16 Maggio 2014 20:40

Cavalli, si è corso in Austria e a Montebello

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Si è disputata in questi giorni la seconda tappa dell'Alpe Adria Eventing 2014.
Ad ospitare l'evento  equestre transfrontaliero è stata questa volta l'incantevole struttura di Maria Rain in Austria, che ha
visto presenti ben 10 binomi italiani, buona parte dei quali provenienti dalla nostra regione: Arianna
Berra con Berenice Baia, Emi Sut con Juin Pre Noir, Clara Ceschia con Birba, Brussa Gaia
con Drink, Claudio Berra con Rascal, Bruno Novi con Rossinel, Modesto Trevisan con Coriano,
Claudio Cuciz con Ikarios, Silvia Loreti con Lotysz e Cristina Berra con Epeos.
Nel dressage la pattuglia del Friuli Venezia Giulia si è difesa bene, mentre nel cross sono stati
commessi alcuni errori di troppo: qualche caduta, alcuni rifiuti ed un po' di disattenzione hanno
fatto perdere posizioni importanti al gruppo regionale. Meglio, invece, è andata nel salto ostacoli.
Complessivamente il Fvg ha portato a casa una vittoria nella categoria 2 con Paula Dorgnach ed il
suo Epeos e qualche altro buon piazzamento.
Sempre in queste settimane si è svolto il concorso di salto ostacoli “Promozionale all’Ippodromo”,
tenutosi all’impianto di Montebello a Trieste,
sotto l’organizzazione della Asd Volontari dell'Alpe
Adria per la Solidarietà. Nella categoria C 115 ad imporsi è stata Barbara Pagani su Zaza B che
ha completato il percorso senza penalità con il tempo di 67,89; secondo posto per Elisa Sancin
(che montava Holy du Beaumont) che ha pagato a caro prezzo le 4 penalità, avendo ottenuto un
ottimo tempo (60,44), mentre il terzo posto è stato appannaggio di Demi Sion su Ekspander con 5
penalità e un tempo di 74,45, che ha preceduto di un soffio Matteo Sancin. Nella categoria B110
successo di Anam Ferletic su Rascasse (percorso netto) davanti a Jean Marc Rossetto su Codar
QS che ha collezionato 4 penalità, precedendo Novella Borsi su Koan Diable (otto penalità) la
quale ha centrato il terzo posto grazie al miglior tempo rispetto a Celeste Verona e il suo cavallo
Tango. Ferletic e Rascasse hanno conquistato anche il secondo posto nella categoria B100,
preceduti da Greta Rosini e Iogal de la Bastide che, dopo il percorso netto nel primo percorso, si
sono ripetuti anche al barrage mentre Ferletic e Lorenzo Jerman su Anneliese hanno collezionato
4 penalità nel secondo percorso.
Tra i B90 ben 9 binomi sono riusciti a completare il percorso senza penalità in entrambe le fasi
mentre nella categoria B80 sono stati 12 i binomi a chiudere senza errori l’unico percorso previsto,
così come negli L70; nella categoria L60, infine, 5 binomi hanno saputo completare il proprio
esercizio senza penalità.
Letto 734 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna