Sport acquatici

Sport acquatici (1390)

Martedì, 16 Febbraio 2010 14:26

All'Adriaco i 75 anni della mitica classe Star

Scritto da

Si sono svolti sabato 23 gennaio alle ore 12 presso lo Yacht Club Adriaco i festeggiamenti per i 75 anni della flotta triestina della mitica classe Star, la barca olimpica più longeva, visto che a partire dal 1932 (ad eccezione della sola edizione del 1976 a Montreal) ha preso parte a tutti i Giochi finora disputati.
A ricordare la storia della flotta triestina, fondata proprio presso lo Yacht Club Adriaco il 14 gennaio 1935 da Carlo Strena, Paolo Mitis, Bruno Pangrazi, Tito Nordio e Antonio Tedeschi, ci hanno pensato l’attuale capitano Franco de Denaro, vera memoria storica della classe, nonché atleta ancora attivo, il segretario Renzo Simoni e il vicepresidente dell’Adriaco Guglielmo Danelon.
La flotta triestina vanta infatti un passato illustre, essendo stata istituita subito dopo quelle di Genova e della Marina Militare e avendo ospitato tra le sue fila campioni come Straulino, Rode, Sorrentino, Dequal e Tito Nordio, cui è intitolato la prestigiosa Coppa messa in palio annualmente dal sodalizio di Molo Sartorio.
Dopo il periodo buio degli anni Ottanta e Novanta, che vide addirittura la soppressione della flotta triestina, questa venne nuovamente ristabilita nel 2002 grazie al paziente lavoro dell’odierno capitano, il “basilisco” Franco de Denaro. Sono state le sue parole semplici e molto intense a ricordare il momento in cui ha intrapreso l’avventura di riportare “a casa” questa mitica barca a chiglia fissa: «Quando sono tornato a Trieste dopo tanti anni vissuti all’estero ho immediatamente riconosciuto la città, ma non il mare. Ci mancava qualcosa. Erano le Star».
Oggi la flotta conta 12 imbarcazioni (di cui 9 attive) e vede tra le sue fila equipaggi di punta come Andrea e Alessandro Nevierov, nonché validi timonieri come Guglielmo Danelon e Marco Augelli, che ha concluso in questi giorni il Campionato del Mondo a Rio de Janeiro in 46a posizione (4° degli italiani in gara). Oltre a tanti talenti locali come Gianfranco Noé, Roberto Distefano e Giulio Tarabocchia, che frequentano saltuariamente i campi di regata locali.
A corollario della festa il segretario Renzo Simoni ha illustrato il calendario dell’attività zonale 2010, che comincerà il 7 marzo con il Trofeo Vittori della LNI di Trieste e proseguirà in aprile e maggio con le Regate di apertura della Società Triestina della Vela e dell’Adriaco e il Trofeo Rochelli della Barcola Grignano. Sicuramente l’appuntamento più importante rimane però la Coppa Nordio (29-30 maggio), che ogni anno riesce a calamitare un numero sempre crescente di atleti provenienti da Italia, Slovenia, Croazia e Austria. Alla Nordio seguiranno il Trofeo Ferin (12-13 giugno) e – dopo la pausa estiva – la Coppa Città di Muggia Trofeo Suraci (18-19 settembre) e il Trofeo Città di Trieste For Paolo a fine ottobre.
In conclusione è stato presentato da Guglielmo Danelon il nuovo sito della flotta triestina (www.starclasstrieste.it), realizzato da Mattia Gazzetta, che servirà come mezzo di comunicazione efficace tra gli iscritti, ma mira a diventare un “contenitore” per la memoria della storia tutta triestina di questa affascinante imbarcazione.

Martedì, 16 Febbraio 2010 14:19

Jerman & Pizzamus, l'ultimo orgoglio del Saturnia

Scritto da

Ci vorrebbe un libro per raccontare tutti i successi ottenuti in queste ultime stagioni dal Saturnia, la società triestina più decorata in ambito locale (e non solo) del canottaggio. Hanno tentarlo di farlo, comunque, i dirigenti del sodalizio di Barcola in occasione dell'ultima festa sociale che ha coinvolto una platea composta da atleti, genitori, staff tecnico, sponsor e stampa. Snocciolati dati e numeri su un 2009 ricco di soddisfazioni per il club remiero. L'ultimo anno si è concluso nel migliore dei modi a fine ottobre con le finali del campionato mondiale di Plymouth, dove sono salite sul podio Maida Jerman e Veronica Pizzamus. In precenza non erano mancate altre gioie. In ambito internazionale gli europei indoor rowing di Roma hanno regalato un primo posto a squadre con Nicole Grbec. Ai mondiali under 23 secondo posto nel quattro femminile per Veronica Pizzamus, mentre nella Coupe de la Jeunesse (in Francia) la coppia Casali-Ferrarese si è piazzata terza. E poi vanno citati i prestigiosi risultati di Tabacco, Gaggi e Pizzamus al Memorial D'Aloja e il successo di Federico Ustolin tra gli under 23 al Silver Skiff. E se sul palcoscenico mondiale si è disimpegnato egregiamente, il Saturnia ha dettato spesso legge. Ai campionati italiani under 23 Pizzamus-Gaggi-Tabacco-Grbec sono arrivate prime così come, nelle rispettive categorie, Panteca-Milos-Nessi-Sferza, Ferrarese-Casali, Sergas-Nessi-Grbec-Stadari-Gioia (timoniere) nel coastal rowing e nella stessa specialità ancora una volta la coppia Pizzamus-Grbec. Fra gli juniores primo posto a Ravenna per Gaggi-Tabacco-Casali-Ferrarese. Ai tricolori di società a Sabaudia, invece, nella jole a quattro senior maschile sono giunti davanti a tutti Ustolin-Tedesco-Nessi-Ferrarese e Gioia. Nella jole a due senior maschile Sergas-Grbec (con Veronese timoniere) si sono piazzati sul gradino più alto del podio senza dimenticare il titolo femminile di Casali-Ferrarese-Bradamante-Flego-Lorenzi (timoniere), l'argento di Ustolin-Ferrarese e il bronzo (ancora una volta ai campionati italiani assoluti di Ravenna) di Pizzamus-Gaggi-Grbec-Tabacco e - a Gavirate - dell'otto maschile composto da Ferrarese-Ustolin-Tedesco-Morosetti-Mangano-Nessi-Grbec-Panteca e Veronese (timoniere). Il Saturnia ha inoltre collezionato diversi piazzamenti sul gradino più basso del podio ai campionati italiani di società di Sabaudia. mentre agli italiani regolamentari di San Giorgio di Nogaro sono arrivate una seconda piazza nel canoino juniores femminile (Gaggi) e una terza posizione nel doppio canoè senior femminile con Pizzamus e Grbec. Anche nelle regate nazionali sono giunti sette successi assoluti a Piediluco e tre primati nel 2+senior maschile 500 metri, nel singolo femminile 500 metri e nel 2+senior maschile 2000 metri. Altre sei affermazioni sono state messe in bacheca agli Interregionali di Ravenna e non vanno trascurati i campionati regionali di San Giorgio di Nogaro, forieri di una sfilza impressionante di colpacci vincenti. Tanti anche i trofei vinti nella stagione 2009: il Trofeo del Mare in via definitiva (prima volta nella storia del club), il Trofeo Daniel Kersikla (anch'esso aggiudicato in modo definitivo), il Sonzio per la categoria pesi leggeri, il Luca Vascotto per il singolo senior maschile e il Pino Culot per il doppio junior maschile. Nel corso della sopramenzionata festa sociale, in cui sono stati elargiti premi a go-go agli atleti, è stato ricordato dal direttore tecnico Spartaco Barbo che "oltre mille ragazzi conoscono ogni anno il canottaggio grazie al Saturnia. Di questi oltre 150 frequentano e vivono il nostro circolo ed oltre la metà diventano nuovi allievi. Se rapportiamo tutto questo negli anni, possiamo renderci conto che stiamo parlando di numeri importanti, specie poi per una città come Trieste". Erano presenti, fra gli altri, il presidente Bruno Turri (molto fiero naturalmente della sua creatura), il direttore sportivo Leo de Pol (infaticabile organizzatore di tutte le attività del team) e il responsabile scolastico Stefano Gioia, che costituisce una coppia affiatata e professionale assieme a Spartaco Barbo. Tutti soddisfatti per l'educazione, lo spirito di sacrificio e la voglia di indossare la maglia di un circolo storico dei tesserati. Indici di ulteriori riscontri positivi in futuro.

Lunedì, 15 Febbraio 2010 18:07

Triestina nuoto: preparazione al via

Scritto da

E' partita alla fine di agosto la preparazione per la squadra agonistica di tuffi della Triestina nuoto con un collegiale svoltosi nella località di Furstenfeld in Austria.

L'azzurro Tommaso Marconi è il volto nuovo della squadra agonistica della Trieste Tuffi per la stagione 2009/2010.

<< Inizio < 91 92 93 94 95 96 97 98 100 Prossimo > Fine >>
Pagina 100 di 100

Ultimi commenti agli articoli