Mercoledì, 16 Maggio 2012 22:07

Europei Tuffi, argento per Noemi Batki battuta all'ultimo salto

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto d'archivio di Noemi Batki Foto d'archivio di Noemi Batki
Noemi Batki brilla d'argento. La campionessa degli europea di specialità a Torino 2011
viene scavalcata dalla vincitrice solotanto all'ultimo salto e conquista la prima medaglia della spedizione italiana ai campionati continentali in corso al Pieter Van den Hoogenband Stadium di Eindhoven con 315.60 punti nella piattaforma, a 6 punti dall'ucraina Yulia Prokopchuck (321.55), passata all'ultimo tuffo, e davanti alla tedesca Maria Kurjo (312.65). Nelle eliminatorie c'era stato per lei il terzo posto con 322.35. Non è qualificata per la finale per 1.25 punti l'altra azzurra in gara, Brenda Spaziani (Fiamme Azzurre/Aniene e componente dello staff tecnico della Trieste Tuffi), tredicesima con 247.75 punti. Per Noemi Batki il riscatto promesso dopo il team event è prontamente arrivato (settima assieme a Michele Benedetti con 325.85 punti davanti all'ultima classificata Olanda; sul podio Francia, Ucraina e Russia).
"Sono contenta perché vengo da una fase di carico con l'obiettivo delle Olimpiadi di Londra 2012 e prima della gara ero molto stanca, non credevo di trovare queste energie - spiega con la medaglia al collo - La Prokopchuck è una grande atleta, ha saputo tirar fuori un ottimo tuffo alla fine. Complimenti a lei, se devo arrivare seconda preferisco che sia dietro ad una campionessa del suo livello. Qualche rimpianto ce l'ho solo sull'ultimo tuffo; il fatto che fosse abbastanza facile mi ha creato un po' di tensione, ma va benissimo così, sono soddisfatta del punteggio e della continuità".
"Ci abbiamo sperato - dice il Ct Giorgio Cagnotto - Noemi è stata molto brava; complimenti a lei, si conferma nell'elite anche in un periodo particolare come questo. Essere sempre al top è difficile, la medaglia è meritatissima".
Per la 24enne nata a Budapest ma triestina d'adozione, tesserata per Esercito e Triestina Nuoto ed allenata dalla madre Ibolya Nagy, si tratta della quarta medaglia europea dopo l'oro di Torino 2011, l'argento di Budapest 2010 nella piattaforma individuale e il bronzo di Eindhoven 2008 nella piattaforma sincro con Tania Cagnotto. Eliminato invece durante le qualificazioni da un metro Tommaso Rinaldi della Trieste Tuffi/Marina Militare, diciassettesimo con 314.55 a 35 punti dalla qualificazione. In gara fino al quarto tuffo, il 21enne romano tesserato per Marina Militare e Trieste Tuffi e allenato dal padre Domenico Rinaldi sbaglia il quinto, doppio e mezzo rovesciato.
Letto 618 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli