Sabato, 02 Dicembre 2017 21:25

La Pallanuoto Trieste crolla alla Bianchi, Florentia in scioltezza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Una Pallanuoto Trieste troppo brutta per essere vera incappa in una pesante sconfitta casalinga.

Nella settima giornata della serie A1 maschile la Rn Florentia ha letteralmente passeggiato alla “Bruno Bianchi”, come facilmente si intuisce dal punteggio: 6-15 per i toscani. Questa volta gli alabardati hanno sbagliato praticamente tutto. “Complimenti alla Florentia – commenta il d.s. della Pallanuoto Trieste Andrea Brazzatti – sono scesi in vasca determinati e voglioso di conquistare il bottino pieno. Noi invece no. Non ha funzionato niente, il parziale di 1-6 del quarto periodo parla chiaro. Abbiamo mollato e questo non va assolutamente bene. Dalla squadra mi aspetto ben altro a livello di impegno e di grinta. Loro sono forti, hanno qualità e esperienza, ma nove gol di scarto sono davvero troppi”.
La squadra di Miroslav Krstovic non è in giornata e lo si capisce dopo appena 13’’ di gioco, quando Di Fulvio dalla distanza sblocca la situazione (0-1). Petronio impatta da posizione 1, passano una manciata di secondi e i toscani trovano l’1-2 con Coppoli. Blazevic rimette le cose a posto (2-2), ma il pareggio regge il tempo di un’offensiva ospite: Astarita su rigore scrive 2-3. Trieste sbanda in fase difensiva e la Florentia non si lascia pregare. Razzi in superiorità chiude il primo periodo con il gol del 2-4, mentre la seconda frazione si apre con 2 gol nel giro di 40’’ firmati Astarita. Gli ospiti volano sul 2-6 e la Pallanuoto Trieste finalmente si scuote. Gogov e Mezzarobba provano a riportate in scia gli alabardati (4-6) ma i toscani ribattono colpo su colpo. Di Fulvio sigla il nuovo +3 (4-7), Giacomini in superiorità insacca il 5-7, Tomasic (con l’uomo in più) riporta la Florentia a distanza di sicurezza a metà partita: 5-8.
Nel terzo periodo la Pallanuoto Trieste registra un po’ le cose in difesa, costruisce un paio di buone occasioni, ma il gol non arriva. Anzi. A 48’’ dalla fine del tempo una micidiale controfuga di Astarita chiude virtualmente la contesa con il gol del 5-9. Negli ultimi 8’ Trieste affonda sotto i colpi dei vari Turchini, Vannini, Di Fulvio e Tomasic. Alla sirena finale il tabellone recita impietoso 5-16 per la Florentia.
“Brutta partita – afferma al termine del match l’allenatore Miroslav Krstovic – abbiamo sofferto il loro pressing e non siamo riusciti a chiudere le controfughe. Non eravamo assolutamente concentrati. Dobbiamo imparare la lezione e non commettere più certi errori”. 

PALLANUOTO TRIESTE – RN FLORENTIA 6-15 (2-4; 3-4; 0-1; 1-6)

PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 2, Ferreccio, Giorgi, Giacomini 1, Gogov 1, Turkovic, Vico, Spadoni, Blazevic 1, Mezzarobba 1, Persegatti. All. Krstovic
RN FLORENTIA: Cicali, Vannini 1, Eskert, Coppoli 1, F. Turchini 2, Bini 1, T. Turchini, Dani, Razzi 1, Tomasic 2, Astarita 4, Di Fulvio 3, Maurizi. All. Tofani
Arbitri: Brasiliano e Calabrò
NOTE: usciti per limite di falli Mezzarobba (T) e Giacomini (T) nel quarto periodo; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 1/7 + 1 rigore, Rn Florentia 6/10 +3 rigori; spettatori 600 circa

 

comunicato stampa

Letto 33 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna