Lunedì, 21 Dicembre 2020 23:08

Nuoto, bene i triestini nella Coppa Brema

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Coppa Brema in attivo per i colori triestini.

TERGESTE NUOTO Il club di Altura si è tolto una gran bella soddisfazione, vincendo la classifica femminile, ottenendo il nuovo record regionale assoluto nella 4x100 mista assoluta femminile – pari a 4'13”53 ed è inoltre quinta con il team maschile. Il tutto pur non essendo al completo. Tra l'altro le limitazioni negli allenamenti di questi ultimi mesi ha portato la Tergeste a rinunciare ai tricolori di Riccione, un palcoscenico che avrebbe meritato un avvicinamento adeguato. Vari successi di prestigio per Martina Babic, Sara Favalessa, Mattia Pujatti, Federica Nocera ed Elena Salvagnin nonché quello del quartetto neo-primatista Nocera, Salvagnin, Favalessa e Babic. Nel bottino ci sono anche degli argenti (Sara Favalessa, Elena Salvagnin, Martina Kuttin, Alessia Moro, Sara Blasevich e la 4x100 s.l.) e dei bronzi (Simone Ferrandino, Mattia Pujatti, Andrea Crevatin e Martina Babic).

 

RARI NANTES TRIESTE Il responsabile Fabio Rebula: “E' stata una giornata lunga di gare, siamo contenti per come è andata. Avevamo la squadra femminile più giovane, fatta di 2008 e 2009. Le nostre nuotatrici si sono comportate molto bene. Nel maschile non abbiamo sfigurato, i ragazzi hanno fatto bene il loro, ma magari non sono cresciuti tanto come le compagne di squadra. Però è normale che ci siano stati dei miglioramenti così dopo tanto lavoro e con una gran voglia di fare sport in questi mesi di covid. Ora avremo delle gare di salvamento a Gorizia il 4 e il 5 gennaio, sono di interesse nazionale e perciò speriamo che ce le facciano fare. Per quanto riguarda il nuoto, il prossimo impegno sarà a febbraio con i regionali”. Tornando alla Coppa Brema, Sveva Bibalo si è migliorata di 14 secondi in un mese nei 400 stile libero; in luce anche Lara Orlando (nei 200 misti e nei 100 s.l.) e Ailin Zago (nei 200 s.l.).

 

PALLANUOTO TRIESTE Terzo posto nella classifica per società maschile (dietro a Gorizia Nuoto e Gymnasium Pordenone) e quarta piazza nella graduatoria femminile. “Siamo contentissimi per questi risultati - spiega Frida Cottic, allenatrice della Pallanuoto Trieste assieme a Federica Maso - tutti hanno dato il massimo, mettendo in acqua grinta, determinazione e concentrazione”. Spicca senza dubbio il terzo posto conquistato dal gruppo maschile, i giovanissimi esordienti Mark Rebula e Alessandro Pros sono stati subito incisivi migliorando i loro personali nei 100 dorso e nei 100 stile, mentre Davide Galimberti, Marco Muro, Luca Dalla Riva e Davide Topazi si sono dimostrati ancora una volta veri e propri trascinatori. Sorrisi anche le ragazze: personal best per Paola Rodela negli 800 stile, Martina Buttazzoni ha migliorato praticamente tutti i suoi crono, Gaia Capitanio e Roberta Antonione si sono ben disimpegnate nonostante il loro non ottimale stato di forma.

Nel dettaglio, questi i tempi ottenuti dai ragazzi della Pallanuoto Trieste. Nei 200 misti 2’21’’79 per Martina Buttazzoni, nei 400 stile 3’55’’48 per Davide Galimberti, nei 200 stile 2’16’’24 per Paola Rodela, nei 100 farfalla 56’’72 per Marco Muro, nei 100 rana 1’13’’86 per Martina Buttazzoni, nei 200 rana 2’32’’18 per Davide Topazi, nei 100 dorso 1’03’’87 per Roberta Antonione, nei 200 dorso 2’11’’17 per Luca Dalla Riva, nel 100 stile 51’’43 per Marco Muro, nei 50 stile 28’’43 per Roberta Antonione, nei 400 misti 4’22’’62 per Davide Galimberti, negli 800 stile 9’43’’73 per Paola Rodela. Nella staffetta 4x100 misti 4’00’’33 con Luca Dalla Riva (1’01’’39 nel dorso), Marco Muro (1’0596 nella rana), Davide Galimberti (56’’28 nel delfino) e Alessandro Pros (56’’ nello stile). Questi invece i tempi della seconda sessione di gare. Nei 200 misti 2’11’’66 per Luca Dalla Riva, nei 400 stile 4’46’’38 per Paola Rodela, nei 200 stile 1’52’’34 per Marco Muro, nei 100 delfino 1’04’’38 per Roberta Antonione, nei 100 rana 1’10’’17 per Davide Topazi, nei 200 rana 2’42’’81 per Gaia Capitanio, nei 100 dorso 1’02’’40 per Mark Rebula, nei 200 dorso 2’21’’01 per Martina Buttazzoni, nei 200 delfino 2’02’’13 per Davide Galimberti, nei 100 stile 59’’51 per Roberta Antonione, nei 50 stile 23’’79 per Marco Muro, nei 400 misti 4’59’’02 per Gaia Capitanio, nei 1500 stile 15’36’’00 per Davide Galimberti. Nella staffetta 4x100 stile 3’34’’94 con Marco Muro (51’’70), Alessandro Pros (55’’85), Luca Dalla Riva (55’’68) e Davide Galimberti (51’’71). Nella staffetta 4x100 misti 4’32’’36 con Roberta Antonione (1’04’’54 nel dorso), Martina Buttazzoni (1’14’’54 nella rana), Gaia Capitanio (1’08’’60 nel delfino) e Paola Rodela (1’04’’48 nello stile).

 

TRIESTINA NUOTO Settimo il gruppo maschile e nona la giovane compagine femminile. A livello maschile la copertina spetta a Giulio Giuni, capace di migliorarsi decisamente da un punto di vista cronometrico e dando la sensazione che il percorso d’allenamento intrapreso sia quello giusto. Al mattino Giuni ha riscritto il proprio personal best sui 200 dorso, dove con il crono di 2’11”56 ha colto il 5° posto, per poi nuotare un’interessante frazione in apertura di staffetta dove è sceso per la prima volta in carriera sotto il muro dei 60”. Al pomeriggio il sedicenne triestino ha mostrato ottimi progressi anche sui 200 mx dove ha chiuso al 6° posto.

 

Sui 100 rana un buon Alessandro Curto ha terminato la propria fatica ai piedi del podio con il tempo di 1’06”86 mentre sui 50 stile libero medesima sorte è toccata a Manuel Zerjal, quarto sulle due vasche in 23”75. Infine il quartetto composto da Giulio Giuni, Alessandro Curto, Luca Carretti e Andrea Morgan è giunto quinto nella 4x100 mx in 3’59”90.

 

In ambito femminile è da sottolineare il comportamento tenute dalle Esordienti A Stella Terreni (4x100 mx, 100 e 200 rana) e Giulia Mueller (200 e 400 mx), le più piccole ai nastri di partenza tra le file dell’USTN e che oltre a riscrivere i propri primati personali non hanno mostrato alcun timore reverenziale una volta tuffatesi in acqua. Ottima prestazione di Eva Dall’Aglio sui 100 dorso dove la quattordicenne si è imposta d’autorità nella prima serie in 1’06”56, per chiudere al 7° posto nella graduatoria generale. Infine si è ben difesa Chiara Stepancich che ha concluso al 6° posto i 400 stile libero in 4’40”86 e in quinta piazza i 200 farfalla in 2’29”35.

Letto 27 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli