Domenica, 18 Ottobre 2020 10:36

Vela, Arca seconda di categoria alla Venice Hospitality Challenge

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Arca SGR dopo il successo ottenuto nella prima edizione della Venezia Trieste,

è stato al via della Venice Hospitality Challenge, in regata con i colori del Ca’ Sagredo Hotel.

 

Il maxi 100 di Furio Benussi non trova nel vento leggerissimo presente lungo il particolare e unico percorso nel cuore di Venezia le condizioni ideali per sviluppare le proprie performance. A complicare ulteriormente le cose nella regata vinta meritatamente da Portopiccolo Prosecco Doc, in testa dal primo all’ultimo metro, l’obbligo per Arca SGR (il cui pescaggio è nettamente il più profondo rispetto agli avversari) di svolgere un numero maggiore di virate per ricercare altre opzioni utili di navigazione evitando secche sopra le quali  gli avversari diretti sono riusciti a navigare. Una variabile nota in questo particolare evento che, questa volta, ha giocato un ruolo decisivo penalizzando, forse oltre le prevsioni, lo scafo più grande nel lotto.

Arca SGR chiude dunque al quarto posto overall, secondo di categoria dietro al vincitore Portopiccolo Prosecco DOC.

 

Arca SGR tornerà in regata per chiudere la propria stagione agonistica 2020 con la Veleziana 2020 il cui Trofeo è già stato in passato nella bacheca del Fast and Furio Sailing Team.

 

Il Fast and Furio Sailing Team e Arca SGR regatano insieme a Slam, Foss Marai, Ca’ Sagredo Hotel, Civibank, Dobner, Mood, Armare Ropes, Dok Dall’Ava, Sidera Funds, Amagis Capital, Pacorini, F.lli Franchini, Officine FVG, Valverde, Larusmiani, Marlin Yacht Paints.

Il Fast and Furio Sailing Team sostiene e promuove il messaggio di One Ocean Foundation e della Charta Smeralda.

Letto 125 volte

Ultimi commenti agli articoli