Venerdì, 07 Giugno 2013 14:51

Coni, a Roma stemma d'oro per Stelio Borri

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
“Siete i pilastri dello sport e questa sarà sempre casa vostra”. Con queste parole il Presidente Giovanni Malagò

ha accolto tutti i componenti le strutture territoriali del Coni in occasione dell’incontro che si è tenuto mercoledì 5 giugno al Foro Italico a Roma ed al quale sono stati invitati anche i past-presidents dei comitati regionali e provinciali del Coni. Per il Friuli Venezia Giulia l’adesione all’invito è stata a ranghi quasi completi, con i presidenti regionali, Giorgio Brandolin (nuovo) ed Emilio Felluga (past) ed i delegati provinciali Giancarlo Caliman, Renato Milazzi, Silvano Parpinel, Franco Tommasini ed il past di Pordenone Lorenzo Cella. Stemma d’oro e pergamena è stato il riconoscimento che è stato consegnato a tutti e per il triestino Stelio Borri, che non è riuscito ad essere presente, è stato ritirato da Renato Milazzi. 

 

Frattanto il Friuli Venezia Giulia celebra domenica in Piazza dell’Unità d’Italia a Trieste la decima giornata nazionale dello sport. La manifestazione coincide con il ventesimo anniversario della cittadinanza europea ed il Dipartimento delle Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, d’intesa con il Coni, ha voluto dedicare la giornata al tema dei diritti dei cittadini allo Sport in sintonia con le indicazioni europee che intitolano il 2013 “Anno Europeo dei cittadini”. «C’è un’Italia che ama lo sport e lo pratica quotidianamente. – ha detto Giovanni Malagò - Un’Italia che crede nei valori sportivi della correttezza, del merito, della condivisione con i compagni e gli avversari. Un’Italia energica, gioiosa. Vincente. Fare sport, sin da piccoli, significa entrare a far parte di questa Italia. Per questo, il Coni promuove il diritto allo sport di ogni individuo». Il Coni del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con la Delegazione Provinciale di Trieste e con il contributo del Comune di Trieste, della Scuola Regionale dello Sport del Coni e delle Federazioni, gli Enti di Promozione Sportiva e le Discipline Associate, ha voluto che la manifestazione assumesse una valenza regionale e transfrontaliera e per questo dalle 9 (alle 12.30 circa) di domenica 9 giugno ci sarà in Piazza dell’Unità d’Italia anche una rappresentanza della comunità italiana dell’Istria e di Fiume.

Letto 739 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna