Venerdì, 06 Febbraio 2015 23:42

A Trapani non basta la Legion ...straniera: Trieste vince al supplementare

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Murphy Holloway in azione contro Trapani Murphy Holloway in azione contro Trapani

Portano bene le telecamere di Sky alla Pallacanestro Trieste che dopo una gara a dir poco emozionante

supera Trapani al termine di un tempo supplementare. La diretta della sfida sulla televisione del miliardario australiano Rupert Murdoch è stata sicuramente un gran bel spot per la serie A2 Gold ma lo è stato soprattutto per la squadra del presidente Ghiacci che è sempre alla ricerca di uno sponsor. Si gioca davanti a 3750 spettatori, s'inizia con l'inno italiano cantato dal tenore triestino Andrea Binetti (CLICCA QUI PER VEDERNE L'ESECUZIONE). Poi la palla a due. Holloway sblocca il risultato con un tiro da sotto. Replica Bray con una tripla. Si va avanti punto a punto. L'inizio è piacevole con le due squadre che mantengono buone percentuali al tiro. Arriva anche la bomba per Trieste con Tonut: 13-9. I ragazzi di Dalmasson allungano sul 18-11. Ma quattro punti di Legion e tre di Bray portano al 24-24. Due triple di Grayson scaldano il PalaTrieste: 24-18. Le ultime battute del quarto sono per Trapani che si riporta in parità. L'inizio del secondo quarto è devastante per i siciliani che insacca tre bombe con Conti, Legion e Bray oltrechè una conclusione da due dello stesso Legion arrivando così a +11: 35-24. Trieste è frastornata, un parziale di 0-17 che potrebbe metterla ko. Marini interrompe la serie ospite con un canestro da vicino. Poi si va sul 30-36 ma Legion ruba palla e trova altri punti: 32-43. Trapani sembra avere la partita in mano con Legion che è quasi immarcabile. Trieste però trova il colpo di coda, due triple di Grayson fanno esplodere il palazzo, in mezzo due punti per Tonut. Si va all'intervallo lungo sotto di un punto: 46-47. Tra i marcatori spiccano i 18 punti di Legion mentre nei triestini ci sono i 16 di Grayson, gli 11 di Tonut e i 10 di Holloway.

 

Facce sorridenti al PalaTrieste per aver riacciuffato una gara che sembrava scivolare via. “Loro sono una buona squadra ma per vincere bisogna limitare Legion” commenta a caldo Alberto Tonut, impegnato nella telecronaca di Sky in qualità di esperto. “Questi ragazzi non mollano mai, ma se non fermiamo Legion è dura” gli fa eco Adriano Del Prete, vicepresidente della Pallacanestro Trieste. E difatti al rientro in campo Dalmasson piazza Prandin sullo stesso Legion seguendolo come un'ombra. Ma non appena il coloured riesce a trovare qualche centimetro di spazio mette dentro. A metà frazione la mezza svolta, Legion commette il terzo fallo e il suo tecnico Lardo gli concede qualche minuto di riposo. Candussi infila quattro punti: 61-62. Rientra Legion ma gli arbitri gli fischiano subito il quarto fallo. Coronica allo scadere firma il sorpasso: 65-64. All'inizio dell'ultimo quarto tripla di Coronica, poi Trapani si riporta in parità: 70-70. Rientra Legion che segna immediatamente il suo ventisettesimo punto: 70-72. Carra risponde con una tripla e Prandin in contropiede firma il 75-72. Trapani in attacco, palla a Legion che si fa largo alzando troppo il gomito e per lui c'è il quinto fallo. Il PalaTrieste, a 4'19” dalla fine, esplode credendo che d'ora in poi la strada sarà in discesa. E poco dopo sarà la volta di Ferrero uscire per cinque falli. Sembra fatta, il punteggio poco dopo infatti è di 81-74. Ma stavolta è la Lighthouse che recupera, prima con un 2+1 di Renzi, poi con la tripla di Bray. A 1'23” dal termine i locali hanno solo un punto di vantaggio. Holloway dalla lunetta fa uno su due: 82-80. Bray invece fa meglio: due su due e 82-82 a 38” dalla conclusione. Trapani attacca a -6”, senza ricordiamo i due giocatori usciti per falli, ma perde palla e Tonut sulla sirena sbaglia da lontano il canestro della vittoria.

Si va ai supplementari. Primi minuti di Holloway disastrosi, perde due palle in attacco e fa zero su due in lunetta. Si gioca punto a punto con Trieste sempre in vantaggio. A 1'10” dalla fine il tabellone segna 88-88. Prandin segna il primo libero, sbaglia il secondo e stavolta Holloway si catapulta a rimbalzo e mette dentro il +3. A 32” dalla conclusione Trapani si riavvicina: 91-90. Brividi finali. Tonut si conquista un fallo ed è lucidissimo dalla lunetta: 93-90. Trapani a -9” cerca la parità ma sbaglia e commette fallo sullo stesso Tonut che ritorna ai liberi e li segna entrambi. E' finita. A Trapani non sono bastati insomma i due Usa, Legion e Bray, per espugnare il PalaRubini. La Pallacanestro Trieste vince un'importante sfida in ottica play-off cacciando indietro in classifica la stessa Lighthouse, ora a quattro lunghezze ma a favore di Trieste c'è anche il confronto diretto.   
Il tabellino.
PALLACANESTRO TRIESTE   95
LIGHTHOUSE TRAPANI           90
(24-24, 46-47, 65-64, 82-82)

PALLACANESTRO TRIESTE: Tonut 18, Grayson 16, Candussi 15, Carra 10, Holloway 18, Coronica 7, Fossati, Mastrangelo, Marini 2, Prandin 9. Coach Dalmasson
LIGHTHOUSE TRAPANI: Renzi 20, Meini, Baldassarre 14, Bray Jr 22, Legion 27, De Vincenzo 2, Bossi, Ferrero 2, Felice n.e., Conti 3. Coach Lardo
ARBITRI: Boninsegna di Paderno Dugnano (Milano), Rudellat di Nuoro e Maffei di Preganziol (Treviso).

Letto 540 volte Ultima modifica il Sabato, 07 Febbraio 2015 10:50
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli