Domenica, 17 Dicembre 2017 20:39

A Verona la prima sconfitta dell'Alma: decide Greene sulla sirena

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
A Verona non sono bastati i 27 i Cavaliero A Verona non sono bastati i 27 i Cavaliero

Stavolta la risolve Greene. E non purtroppo Green.

L’Alma a Verona trova il primo dispiacere della stagione perdendo la gara all’ultimo secondo. Equilibrio nel primo quarto, il secondo nettamente a favore dei locali che chiudono con 16 lunghezze di vantaggio, nel terzo gran rimonta triestina con il più cinque all’ultimo intervallo, nel quarto rimonta, sorpasso e allungo veneto, recupero giuliano fino al 79-79 ma appunto sulla sirena il centro di Verona che fa esplodere il palazzo. In classifica Trieste resta dunque al comando con 22 punti, al secondo posto a 18 Montegranaro che supera nettamente la Fortitudo di Boniciolli (83-65), a 16 rimangono Udine (battuta a Bergamo dopo tre tempi supplementari) e Bologna che sono raggiunti da Ravenna corsara a Treviso (73-66). A 14 poi c’è Mantova (82-80 a Imola).

Tornando a Verona i primi canestri sono dell’Alma con lo 0-4 iniziale; a segno Fernandez e due volte Bowers dalla lunetta. Poi parziale di 9-0 per Verona. Si arriva in breve sul 15-9 e il primo quarto si chiude sul 19-17. Nel secondo quarto Trieste segna poco, i padroni di casa invece si scatenano: 29-24, 33-24 e 45-29 all’intervallo lungo. Si ritorna sul parquet e Trieste è trasformata. Apre una tripla di Fernandez a cui fa seguito quella di Cavaliero: 45-35. Cavaliero firma il meno otto: 47-39. Bowers accorcia ancora: 47-41. Prandin firma il 51-50. Partita dunque riaperta. Tecnico a coach dalmonte, Green infila i due liberi del sorpasso. Poi Prandin contropiede mette dentro il 51-54 e una bomba di Green vale il 51-57. Amato risponde con la stessa moneta: 54-57. Il terzo quarto si chiude sul 55-60.

Quattro punti di Greene e due di Amato valgono il sorpasso veneto ad inizio dell’ultimo quarto: 61-60. Cavaliero a bersaglio e poi ancora Amato: 63-62. Gara dunque durissima per Trieste. Verona allunga sul 68-62 e sul 73-65, Loschi accorcia con una tripla. Canestro di Amato a 2’ dalla sirena: 75-68. Alma vicina alla prima sconfitta della stagione. A segno da Ros: 75-70. Quinto fallo di Fernandez, Jones mette dentro i due tiri liberi: 77-70 a 1’36” dalla conclusione. A questo punto servirebbe un “miracolo”. Bowers e Green (in mezzo Jones) per il 79-74. Tripla di Cavaliero, per il suo 27° punto, a 40” dalla fine: 79-77.  Da Ros a bersaglio: 79-79.

A 5” dalla sirena Verona chiama timeout. Al rientro palla a Greene che in entrata segna allo scadere nonostante la marcatura di Prandin e Verona vince. Da rivedere forse il movimento di Bowers che all’altezza del tiro libero non fa un passo verso l’avversario per chiudergli la strada. Trieste perde dunque l’imbattibilità e Verona rimane ancora tabù, l’ultimo successo triestino in casa scaligera risale al 1990.

Nel prossimo turno, sabato 23 alle 20.30, l’Alma riceverà Piacenza, compagine impelagata nella medio-bassa classifica. Bisognerà ritrovare subito la via del successo per poi andare a giocare più serenamente a Udine nel derby di fine anno.

Il tabellino.

Tezenis Verona – Alma Pallacanestro Trieste 81-79 (19-17, 26-12, 10-31, 26-19)
Tezenis Verona: Greene 21, Visconti 6, Jones 16, Amato 21, Palermo 2, Nwohuocha, Udom 6, Ikangi 2, Totè 4, Pierich 3, Dieng ne, Guglielmi ne. All. Dalmonte.
Alma Pallacanestro Trieste: Coronica, Fernandez 7, Green 10, Schina, Janelidze 2, Prandin 6, Cavaliero 27, Da Ros 11, Bowers 10, Loschi 6, Cittadini, Babich ne. All. Dalmasson.

Letto 332 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli