Domenica, 21 Novembre 2010 21:41

Acegas, di Bocchini il canestro della vittoria su Recanati

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Un'immagine della gara di oggi. Foto Antonio Barzelogna Un'immagine della gara di oggi. Foto Antonio Barzelogna

Vittoria sul filo di lana per l'Acegas Aps Trieste, che con un canestro con fallo

subito di capitan Bocchini a sette decimi dalla fine supera la formazione di Recanati 67-64.
All'inizio della partita dopo i primi due punti di Benfatto, Trieste subisce sette punti consecutivi (2-7),  poi Raspino e Busca fanno rientrare la loro squadra a - 3 (6-9), e infine ancora Benfatto e Maiocco con due tiri liberi completano la rimonta (10-9). Recanati risponde con due punti di Parente, e un libero realizzato da Moruzzi ristabilisce la parità a quota 11 con cui termina il primo quarto.
Nella seconda frazione partono meglio gli ospiti con quattro punti consecutivi (11-15), mentre i biancorossi non riescono a trovare il canestro nei primi due minuti e mezzo. Contento rompe il ghiaccio con un libero, ma i marchigiani vanno a + 6 sul 14-20 e in seguito anche a + 7 sul 18-25. Benfatto e Magro riportano l'Acegas sul - 4 (23-27), e nell'ultimo minuto di gioco Colli e Maiocco riducono a un solo punto il margine tra le formazioni (27-28). Una tripla di Parente allo scadere dà a Recanati il + 4 (27-31) con cui si va negli spogliatoi.
Dopo l'intervallo lungo Trieste riacciuffa subito la parità a quota 31, e un canestro di Colli fa tornare in vantaggio i giuliani sul 36-34, costringendo il coach di Recanati Russo (alla sua prima sulla panchina gialloblù) a chiamare timeout. Dal minuto di sospensione esce meglio Trieste che va a + 5 (40-35) e fino alla fine del quarto mantiene pressochè inalterato lo scarto grazie a sei punti di Colli e a un canestro di Magro. All'utima pausa il punteggio si fissa sul 50-44.
Nel quarto periodo l'Acegas con Raspino e Moruzzi (sua l'unica tripla realizzata dai triestini in questa partita) allunga a + 10 (57-47), ma negli ultimi due minuti la formazione ospite infila un parziale di 2-11 rientrando prepotentemente in partita a - 1 (63-62) a 31 secondi dal termine.  Moruzzi realizza un tiro libero (64-62) e nell'azione successiva Chiaramello è freddo dalla lunetta rimettendo le cose in parità (64-64). A otto secondi dalla sirena Busca conduce l'azione e si butta dentro l'area servendo a Bocchini l'assist per il tiro del sorpasso. Il capitano segna, subisce il fallo, e realizza il tiro libero supplementare. Restano sette decimi da giocare, Recanati chiama timeout e tenta il tiro della disperazione con Chiaramello. La conclusione del numero tredici marchigiano non trova il canestro e regala la vittoria a Trieste.

 

Questa l'analisi post-partita di coach Dalmasson: "Abbiamo vinto una partita molto difficile, in cui i nostri avversari hanno dimostrato buona qualità, e ci hanno reso la vita dura fino all'ultimo. Noi abbiamo avuto poca lucidità in alcune situazioni nel finale di partita, amministrando male i dieci punti di vantaggio, fortunatamente la giocata determinante di Busca e Bocchini ci ha dato la vittoria. Successo che viene dopo una settimana con molti problemi, come ad esempio l'influenza che ha impedito a Moruzzi e Maiocco di allenarsi con regolarità. Questa sera la tensione che abbiamo accumulato si è vista, in campo siamo stati per alcuni momenti della partita troppo nervosi e contratti. E' comunque una vittoria di cuore di volontà, e in un campionato duro come questo la voglia di non mollare mai può certamente fare la differenza."
 

 

ACEGAS          67
RECANATI      64

 
ACEGAS APS TRIESTE: Vidani, Busca 4, Raspino 8, Bocchini 5, Maiocco 9, Colli 14, Moruzzi 5, Benfatto 9, Magro 8, Contento 5. All. Dalmasson
LA FORTEZZA RECANATI: Dip 1, Fratini, Graviano ne, Pederzini 24, Pierini 4, Fossati 8, Mei 13, Chiaramello 6, Pozzetti, Parente 8. All. Russo

 

dal sito della Pallacanestro Trieste

Letto 764 volte Ultima modifica il Domenica, 21 Novembre 2010 21:52
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli