Domenica, 04 Marzo 2012 21:19

Acegas, ko contro Casalpusterlengo

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto d'archivio Foto d'archivio

Trieste esce sconfitta 73-63 dal campo dell'Assigeco Casalpusterlengo,

al termine di una gara in cui, nonostante le assenze e dopo una partenza difficile, è stata capace di rimontare e di rimanere in corsa fino agli ultimi minuti. Prestazione di grande cuore e carattere dei biancorossi, che sono scesi in campo con una formazione composta da sette giocatori triestini, e tre provenienti dal resto della regione, e con un'eta media dei giocatori in campo di 22 anni. L'Acegas infatti deve fare a meno di Carra, Ferraro e Zaccariello, che vengono rimpiazzati nei dieci da Scutiero, De Petris e Urbani.
 
L'inizio di partita degli ospiti è da dimenticare, i biancorossi in oltre cinque minuti segnano solo due punti e si ritrovano con 15 lunghezze da recuperare (17-2). Nella seconda parte del quarto Trieste si sblocca e riesce a ricucire almeno in parte lo strappo, con Maganza che segna gli ultimi sei punti dei suoi nella frazione, che termina sul punteggio di 26-12.
 
I padroni di casa trovano il massimo vantaggio sul + 17 (32-17), ma subiscono un parziale di 0-9 firmato da Ruzzier e Maganza, con il pivot friulano che segna i due liberi del – 8 sul 32-24. L'Assigeco non ci sta e replica con un contro break di 10-2, riguadagnando i sedici punti di margine (42-26). Trieste chiude bene il periodo con due canestri in fila di Zecchin e Mastrangelo, e va negli spogliatoi con uno svantaggio di tredici lunghezze (45-32).
 
I biancorossi tornano in campo con lo spirito giusto e trovano subito nove punti infila tornando a soli quattro punti dalla squadra avversaria (45-41). I lombardi tornano a + 6 (49-43), ma subito dopo devono incassare la tripla di Ruzzier per il -3 Acegas (49-46). Prandin segna quattro punti in una ventina di secondi, ripristinando il + 7 Casalpusterlengo sul 53-46. Dopo il timeout chiamato dalla panchina triestina non si segna per qualche minuto, ma è Trieste a sbloccare la situazione, con Bonetta e Zecchin che riportano la loro squadra a soli tre punti (53-50). L'Assigeco risponde colpo su colpo, con Castelli e Ricci che ancora una volta determinano i sette punti di vantaggio per i padroni di casa, con il punteggio che alla terza sirena dell'incontro è sul 57-50.
 
Anche nel quarto periodo l'inizio dei biancorossi è ottimo e fa sì che il divario si riduca a quattro punti (59-55). Venuto da 3 risponde per il nuovo + 7 (62-55), ma l'Acegas non si vuole arrendere e segna altri cinque punti arrivando, a metà del quarto, a – 2 (62-60). Casalpusterlengo non si fa impaurire dall'importante rimonta dei triestini, e riesce a riportarsi sul + 6 (68-62) a poco meno di due minuti dalla fine. Gli ultimi attacchi di Trieste vanno ad infrangersi su due stoppate consecutive di Biligha, e così la squadra di casa può chiudere i giochi trovando allo scadere anche la tripla del + 10.
 
Dopo la partita sono queste le impressioni di Eugenio Dalmasson: “Abbiamo avuto un inizio di gara traumatico, che ha messo a nudo le difficoltà di entrare in partita contro un avversario che è partito subito aggressivo, non abbiamo retto l'urto e siamo stati travolti. Poi la partita è cambiata e abbiamo trovato la forza e il carattere per rimontare e arrivare a giocarcela fino all'ultimo. Non so quante altre squadre nella nostra condizione avrebbero potuto tenere testa a Casalpusterlengo, che attraversa un grande momento di forma e gioca sull'onda dell'entusiasmo. Nel finale poi non abbiamo trovato la personalità e l'identità giusta per tenere fino in fondo, e questo ci ha fatto perdere la partita. Non usciamo comunque ridimensionati da questa partita, che ci ha dato indicazioni importanti sulla bontà del lavoro che stiamo facendo, ma anche sugli aspetti che vanno ancora migliorati. Gare come quella di oggi e come quelle che affronteremo a breve si vincono solo trovando risorse mentali importanti, costruendo mattone dopo mattone la prestazione. Ora ci aspettano infatti tre partite nei prossimi dieci giorni, e dobbiamo affrontarle come se fossero tutte finali, con generosità e grandi motivazioni”.
 
 ASSIGECO CASALPUSTERLENGO: Venuto 3, Chiumenti 6, Ricci 12, Castelli 7, Contento 2, Loschi 13, Casagrande 2, Prandin 23, Colnago, Biligha 5. All. Lottici
 
ACEGAS APS TRIESTE: Scutiero 2, Bonetta 2, Mastrangelo 6, Ruzzier 13, Maganza 19, Moruzzi 5, De Petris ne, Gandini 9, Zecchin 7, Urbani ne. All. Dalmasson

 

dal sito della Pallacanestro Trieste

 

In classifica Triete perde il comando per la concomitante vittoria di Trento in casa con Torino. Ora Trento guida con 38 punti, Trieste insegue con 36 mentre a 24 c'è Perugia.

 

Letto 585 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli