Domenica, 19 Dicembre 2010 20:01

Acegas, la legge del PalaTrieste: battuta anche Piacenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il coach Dalmasson Il coach Dalmasson
Ancora un sorriso casalingo per l'AcegasAps Trieste,
che alla terza gara consecutiva al PalaTrieste non delude: contro la blasonata formazione di Piacenza, i biancorossi sfruttano al meglio le assenze importanti nell'organico allenato da Piazza (Bolzonella, miglior realizzatore con 14 di media, e il playmaker titolare Passera). Gli emiliani vanno con la difesa a zona per 40 minuti, ma Trieste trova la chiave per scardinarla grazie, all'inizio, all'apporto dei lunghi Colli e Benfatto: +3 dopo un quarto, +12 nel secondo periodo, quando Raspino e soci producono il miglior basket.
Difesa intensa, recuperi e iniziative veloci fanno sognare il pubblico triestino, che però deve risvegliarsi nel terzo quarto, quando Piacenza reagisce: i lunghi Trapella e Perego combattono bene a rimbalzo offensivo e si conquistano diversi secondi tiri. Trieste si distrae in difesa e viene punita da un 4-17 in dieci minuti: due liberi di Perego danno il +1 a Piacenza alla fine del terzo quarto e poi è ancora la squadra ospite che allunga sul +5, con un canestro di Cazzaniga.
A questo punto, però, Tommaso Raspino con una tripla ed un "fallo e vale" rimette il team triestino in vantaggio: la bomba di Moruzzi e la gran difesa sotto canestro, poi, costringono Piacenza alla resa. Nel finale, Busca confeziona un 4/4 ai liberi che scaccia ogni dubbio: Trieste vince e festeggia al meglio la terza vittoria di fila.

TRIESTE - PIACENZA   67 - 58

AcegasAps Trieste: Moruzzi 8, Busca 10, Colli 8, Benfatto 9, Raspino 15, Maiocco 6, Bocchini 3, Contento 3, Vidani 3, Magro 2. All. Dalmasson

Copra Morpho Bakery Piacenza: Plateo 11, Perego 17, Loschi 13, Rizzitiello 2, Cazzaniga 3, Trapella 10, Cornacchione 2, Passera ne, Petkovski ne, Antozzi ne. All. Piazza

Parziali: 17-14; 35-23; 39-40
Letto 579 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli