Sabato, 23 Settembre 2017 19:49

All'Alma la Supercoppa, Baldasso decisivo nel finale

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Coppa al cielo a fine gara Coppa al cielo a fine gara

E’ finita con il pubblico ad intonare il classico “Torneremo in serie A”. E’ finita con l’Alma ad alzare la Supercoppa davanti a circa 1500 spettatori,

anche stavolta non tantissimi. E’ finita con la consapevolezza che la squadra potrà fare bene in questa stagione. Con ancora senza Bowers e Da Ros, con il sostituto Janelidze che si è fin qui ben comportato e che sarebbe un peccato dover tagliare tra qualche settimana, con i cinque falli di Fernandez nel terzo quarto e i cinque di Coronica a 5’ dal termine, con l’infortunio di Cavaliero a 7’ dalla conclusione, il successo della Pallacanestro Trieste assume una valenza ancora maggiore.

Gara equilibrata dall’inizio alla fine con qualche piccolo parziale da una parte e dall’altra. Alma in vantaggio sul 38-31, break di 11-0 per la De Longhi e punteggio sul 38-42. A metà gara il tabellone segna 40-44. Janelidze e Cittadini aprono il terzo quarto portando i giuliani sopra sul 45-44. Trieste allunga nonostante un arbitraggio contestato, 68-60 alla fine del quarto.

L’Alma trova difficoltà nei primi 5’ dell’ultima frazione non riuscendo a segnare. Brown, il migliore dei suoi, impatta sul 68-68. E qui sale in cattedra Baldasso che prende la squadra in mano, benedetta la sua tripla del 71-68 che rompe il ghiaccio. Antonutti riporta tutto in equilibrio sul 74-74. Treviso si ferma qui, a segno in sequenza Baldasso, Green, Baldasso (tripla), Cittadini e Prandin. Il parziale di 12-0 regala l’ultimo minuto in tranquillità e la Supercoppa a Trieste.

Il tabellino.

Alma Pallacanestro Trieste: Coronica, Fernandez 5, Green 16, Giustolisi, Schina, Baldasso 14, Deangeli, Janelidze 7, Prandin 10, Cavaliero 16, Loschi 2, Cittadini 18. All. Dalmasson.
De Longhi Treviso: Brown 28, Sabatini 21, De Zardo 2, Rota, Musso 9, Antonutti 9, Barbante, Poser, Imbrò 7, Fantinelli 2, Negri, Leardini. All. Pillastrini.

Letto 318 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli