Domenica, 01 Dicembre 2019 21:21

Allianz bella a metà all'esordio, ma basta per battere Treviso; Elmore e Justice decisivi

Scritto da 
Vota questo articolo
(5 Voti)
Jordan Parks, l'ex, guardato da Peric Jordan Parks, l'ex, guardato da Peric

E adesso chi li manda via a questi due? Dopo un inizio shock, è Justice che tiene in vita la squadra ed Elmore che la porta a casa.

Ventiquattro punti per il primo, otto per il secondo ma tutti pesantissimi nel finale. E’ così che l’Allianz fa sua la gara d’esordio da sponsor principale, ne fa le spese una De Longhi acciaccata e con qualche assenza (Cooke, Imbrò e Logan) che arriva agli ultimi minuti con il fiatone. E a proposito di assenze, i padroni di casa lamentano quella di Fernandez che siede in panchina ma che non viene però utilizzato. Con l’arrivo di Allianz, e dei suoi capitali, si ipotizza che la squadra cercherà di essere rafforzata; i primi a dover fare le valige sembravano loro due che in questo inizio di campionato non avevano di certo brillato, anzi. Dopo questa vittoria sarà dunque da ponderare bene le scelte. Una Pallacanestro Trieste bella a metà, primo e terzo quarto malissimo, molto bene gli altri due.

Nel primo quarto l’Allianz sprofonda a -18 (9-27) con la tripla di Jordan Parks, l’ex, applaudito a lungo durante la presentazione delle squadre. Questione di bombe, nei primi 10’ Trieste da oltre l’arco fa 0/4, Treviso risponde con un eccellente 5/8. I ragazzi di Dalmasson escono tra i fischi del pubblico che qualche minuto prima gli aveva invitati a tirare fuori gli attributi.

Nel secondo quarto Trieste si sveglia, sette punti iniziali di Justice valgono il 18-30. Con una tripla di Mitchell, una schiacciata di Jones e un canestro di Justice si arriva sul 28-35. Nikolic replica con una bomba, Justice non gli è da meno: 30-38. Sulla sirena tocca a Jones metterla dentro da lontano: 33-38 e compagini all’intervallo lungo.

Nel terzo quarto Mitchell insacca il 35-38 e il duo Cavaliero-Jones sbaglia le triple del pareggio. Non le falliscono però Alviti, Tessitori e Parks che ridanno fiato ai suoi: 37-49. Parks firma il +14, la bomba di Justice il -11, il tiro di Ugliuetti il +13 trevigiano con cui si va all’ultimo riposo.

Nel quarto quarto Trieste difende bene, Treviso sbaglia molto, anche cose piuttosto facili, l’Allianz recupera. Jones da tre, Justice, Cooke, due liberi di Jones valgono il 54-57. Trieste è tornata in partita. A -5’25” Elmore in entrata infila il 56-57. Subito dopo decisione discutibile degli arbitri che sanzionano un fallo a Cavaliero sul tiro da tre di Alviti. Dalmasson non ci vede più e protesta assieme a mezzo palazzo. Arriva puntula eil tecnico per la panchina. Alviti va in lunetta dunque con quattro liberi. Ne insacca solo due: 56-59. Dall’altra parte antispotivo a Tessitori su Jones che mette dentro i due liberi del 58-59, palla a Trieste e altri tre tiri dalla lunetta per Cavaliero: ne mette dentro due ma tanto basta per arrivare al primo vantaggio triestino della sfida: 60-59 a -4’40”. Stoppata di Jones in difesa che poi infila da oltre l’arco: 63-59. Due triple di Elmore danno il 69-59 a -1’50” dalla conclusione. Jones recupera palla e il risultato è in cassaforte.

Una vittoria molto importante per la classifica anche perché Pistoia, che al momento è la maggior indiziata per occupare la penultima piazza, ha battuto Venezia per cui Trieste e i toscani sono ancora appaiati ma a 6 punti.

Il tabellino.

PALLACANESTRO TRIESTE - TREVISO   69 - 61

Allianz Pallacanestro Trieste: Coronica, Cooke 2, Peric 5, Fernandez ne, Jones 16, Strautins, Janelidze ne, Cavaliero 3, Da Ros 2, Mitchell 9, Elmore 8, Justice 24. All. Dalmasson
Dè Longhi Treviso: Tessitori 11, Alviti 13, Nikolic 9, Parks 10, Chillo 5, Uglietti 9, Severini, Piccin, Ronca ne, Fotu 4. All. Menetti

Parziali: 10-27; 33-38; 40-53

Arbitri: Martolini, Bongiorni e Boninsegna

Letto 95 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli