Domenica, 17 Aprile 2016 22:30

Alma ai play-off, PalaTrieste in delirio

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Una fase di Alma-Legnano Una fase di Alma-Legnano

Brividi, birividi e ancora brividi. Alla sirena finale scoppia la festa al PalaRubini

con il pubblico in delirio a ringraziare i giocatori per l'ottima stagione sin qui disputata. Giocatori che ci mettono anima e cuore in tutte le sfide e già questo basterebbe per uscire sempre tra gli applausi. I tifosi triestini sono così, se in campo dai tutto, sei uno di loro. Se poi ci metti anche la tecnica e vinci le partite allora l'affetto è più che raddoppiato. E' finita con il coro dalla curva ad intonare un “torneremo in serie A” che rispecchia l'entusiasmo generale che i giovani di Dalmasson sono riusciti a creare intorno a sé. Ad ogni canestro un'ovazione da tutto il palazzo, ad ogni tripla un boato. Ed è proprio questa una delle armi migliori dell'Alma di questa stagione, e alla fine anche il Legnano ha dovuto inchinarsi a ciò. Trieste ha messo dentro 12 bombe, gli ospiti solo 3. Nove tiri pesanti che valgono 27 punti di differenza, guarda caso (o forse no) praticamente il distacco di fine match (26 lunghezze). Tra i protagonisti della specialità Bossi e Landi con entrambi un 3/5. E quando la butta dentro Landi, è festa ancora più grande. Il buon Aristide infatti se l'era vista brutta con un infortunio che sembrava pregiudicargli il resto della stagione ed invece il ritorno in campo in tempi rapidi, pronto per il rush finale.

Contro Legnano, salvo matematicamente prima di mettere piede al PalaTrieste, non c'è stata una grande prestazione individuale ma un po' tutti hanno dato il loro contributo con un Jordan Parks molto impreciso nei tiri da due. Gloria nel finale anche per i baby Gobbato e Ferraro con rispettivamente due e un punto. Serviva una vittoria per avere la certezza dei play-off e un po' tutti davano il successo per scontato.

Ma  per un quarto d'ora non è stata facile. Primo canestro ospite, poi Prandin e Bossi firmano il sorpasso. Legnano avanti sul 7-4, bomba del pari di Nelson e bomba del vantaggio di Parks. Si va avanti punto a punto con la tripla di Landi che chiude la prima frazione: 20-18. Anche nel secon do quarto i lombardi rimangono in scia nonostante i tiri da lontano di Baldasso, Landi, ancora Baldasso e di Bossi: 32-26. Da qui però Trieste allunga, tiro dall'arco di Landi per il 41-30 con il PalaRubini che è una bolgia. Un 2+1 di Nelson regala il 47-30 con cui si va all'intervallo lungo. Pubblico e squadra assaporano il successo. Nel resto della gara l'Alma controlla comodamente l'incontro rimanendo sempre attorno ai venti punti di scarto. Ultimi 2' di gioco e tutti in piedi a salutare i play-off certi. Le bombe di Prandin e Nelson danno un margine ancora superiore ai triestini che chiudono sull'80-54.

Raggiunti dunque gli spareggi-promozione, ora ci sarà solo da decidere da quale posizione vi parteciperà. Attualmente l'Alma è sesta alla pari con Bologna ma in vantaggio negli scontri diretti. Potrebbe piazzarsi quinta ma anche settima. Sabato prossimo ultima della stagione regolare con la trasferta di Roseto, di fronte la quarta forza del torneo, un test importante per capire di quale pasta reale sia fatta.  

La classifica: Mantova, Treviso 42; Brescia 40; Roseto 38; Imola 36; Trieste, Bologna 34; Ravenna 32; Verona 30; Treviglio, Ferrara 28; Chieti 24; Legnano 20; Jesi 16; Recanati 14; Matera 6.

Il tabellino.

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste - Europromotion Legnano 80-54 (20-18, 47-30, 61-42)

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste: Jordan Parks 11 (2/8, 1/2), Stefano Bossi 11 (1/2, 3/5), Andrea Coronica 8 (2/2, 0/1), Enrico Gobbato 2 (1/1, 0/1), Roberto Nelson 14 (3/6, 2/4), Massimiliano Ferraro 1 (0/1, 0/1), Andrea Pecile 2 (1/2, 0/1), Lorenzo Baldasso 8 (1/2, 2/2), Aristide Landi 9 (0/3, 3/5), Roberto Prandin 9 (3/8, 1/2), Vincenzo Pipitone 5 (2/4 da due), Matteo Canavesi
Tiri Liberi: 12/17 – Rimbalzi: 43 28+15 (Vincenzo Pipitone 12) – Assist: 15 (Stefano Bossi 4) – Cinque Falli: Lorenzo Baldasso

Europromotion Legnano: Alberto Navarini 4 (1/3, 0/1), Alessandro Guidi, Federico Maiocco 12 (2/6, 2/6), Matteo Palermo 6 (1/3, 0/3), Matteo Martini 8 (3/4, 0/3), Giovanni Fattori 4 (1/3, 0/1), Francesco Gastoldi, Michael Sacchettini 2 (1/4, 0/1), Andrew Joseph Pacher 7 (3/5, 0/1), Nikolas Thomas Raivio 4 (2/8, 0/1), Stefano Laudoni 7 (2/3, 1/2)
Tiri Liberi: 13/22 – Rimbalzi: 38 24+14 (Andrew Joseph Pacher, Nikolas Thomas Raivio 5) – Assist: 7 (Nikolas Thomas Raivio 3)

Arbitri: Borgo, Raimondo, Gagno

Parziali:  20-18, 27-12, 14-12, 19-12

Spettatori: 3.740

Letto 458 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli