Domenica, 25 Novembre 2018 18:07

Alma al completo, centello a Cantù: festa anche per Coronica e Cittadini

Scritto da 
Vota questo articolo
(5 Voti)
Gaines e Wright uno di fronte all'altro: i due migliori giocatori in campo Gaines e Wright uno di fronte all'altro: i due migliori giocatori in campo

Più venti, un centello all’avversaria, tutti i 12 giocatori a referto. Troppa roba in casa Alma.

 

Numeri che difficilmente potranno ripetersi nel campionato per una matricola in serie A. Grande festa dunque all’Allianz Dome per questo successo dell’Alma che la proietta a 8 punti in classifica. Con una squadra finalmente al completo, assente il solo Walker, anche se con non tutti gli effettivi al meglio, la Pallacanestro Trieste ha dimostrato i che pasta è fatta. Ad ogni modo ha giocato contro una Red October Cantù senza Tony Mitchell, il pezzo forse più pregiato, e con in testa la crisi societaria che la sta attanagliando con un passivo sui due milioni di euro e con la necessità di reperirne ancora uno per finire la stagione.

Equilibrio nel primo quarto con la bombe di Fernandez e Cavaliero, dal 7-2 per Trieste al 7-9, al 12-9 e al massimo vantaggio brianzolo sul 14-17 e 16-19. Poi l’Alma recupera e sorpassa andando al primo riposo sul 24-21.

La seconda frazione si apre con la schiacciata di Mosley. Tripla di Sanders per il 31-25. Silins e Wright firmano il 35-27. Cinque punti di fila di uno scatenato Gaines valgono il 35-32. A questo punto sale in cattedra Fernandez, due bombe di fila e poi subisce fallo mentre ne tenta un’altra (a canestro i tre liberi): 44-34. Alla festa poi partecipano anche Sanders e Silins. Sul 48-34 c’è un black-out biancorosso che porta Cantù ad avvicinarsi sino al -5: 50-45 e squadre all’intervallo lungo.

Nel terzo quarto c’è la svolta, Trieste registra la difesa e colpisce inesorabilmente da tre nella parte iniziale con Peric e due volte con Cavaliero. In breve tempo il tabellone segna 64-47. Poi 68-49 e 73-53 con la tripla di Sanders. Cinque punti per Wright per l’86-60. Ultima azione del tempo per l’Alma, pallone fuori, rimessa triestina con sette decimi di secondo ancora da giocare, palla a Sanders e incredibile tiro da tre a bersaglio. Quando tutto insomma gira per il verso giusto.

Si va all’ultimo riposo sul 89-60 con cinque giocatori in doppia cifra capeggiati da Wright con 19 punti; per i lombardi risponde Gaynes con 29. Nell’ultimo quarto l’Alma si limita a controllare, Sanders da oltre l’arco insacca il 96-71. Negli ultimi 4’ c’è gloria anche per i meno impiegati, il pubblico plaude l’ingresso di Cittadini e di capitan Coronica. Quest’ultimo si batte come un leone e segna due punti, a Cittadini invece spetta l’onore di toccare prima quota 100 e poi 102. 

Il tabellino.

ALMA – CANTU’     102-82
(24-21; 26-24; 39-15; 13-22)
ALMA PALLACANESTRO TRIESTE: Coronica 2, Peric 13, Fernandez 14, Wright 19, Strautins 4, Silins 4, Cavaliero 12, Da Ros 4, Sanders 16, Knox 6, Mosley 4, Cittadini 4. All. Dalmasson.
RED OCTOBER CANTU’: Gaines 31, Blakes 26, Udanoh 16, Baparapè ne, Parrillo, Davis, Tassone, La Torre, Pappalardo ne, Quaglia, Jefferson 6, Tavernari 3. All. Pashutin.
Nota: spettatori 5984.

Letto 290 volte Ultima modifica il Domenica, 25 Novembre 2018 18:12
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli