Sabato, 17 Settembre 2016 12:43

Alma e Partizan Belgrado, c'è il gemellaggio. Marzini: "Un grande passo"

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

E’ stato ufficializzato nel Salotto Azzurro del Comune di Trieste, il gemellaggio tra Alma Pallacanestro Trieste 2004 e Partizan Belgrado.

A presiedere l’incontro tra le delegazioni delle due società, il Sindaco Roberto Dipiazza e l’Assessore allo Sport Giorgio Rossi. In rappresentanza dell’Alma Pallacanestro Trieste, il Procuratore Generale di Alma Agenzia per il Lavoro, Gianluca Mauro, il Presidente Marzini e l’Ad Mario Ghiacci, mentre la delegazione serba è stata guidata da Dragan Todorovic, direttore dell’area sportiva del Partizan. A fare da interprete tra le parti, la preziosa presenza di Ljubica Mihailovic, del consolato generale di Serbia a Trieste.
Ad inaugurare l’appuntamento, le parole dall’Assessore allo Sport, Giorgio Rossi: “Un gemellaggio rappresenta sempre una cosa tanto seria quanto bella, concreta speranza per un futuro nuovo, basato su fratellanza ed amicizia, ancor più in tempi come questi, caratterizzati da divisioni. Siamo convinti che questo passo renderà felice anche la folta comunità serba residente a Trieste”.
“Per noi è una giornata molto importante – ha esordito il Presidente Marzini – dal momento che solo due settimane fa siamo stati ospiti del Sindaco, divenendo una delle poche società in Italia ad avere la gestione del palazzetto, quello dove giocheremo domani sera. Abbiamo preparato un documento in italiano e in serbo per suggellare questo gemellaggio, un accordo che noi consideriamo un grande passo. Siamo una realtà che punta molto sui giovani, e penso che la collaborazione tra le nostre società, deva proprio partire dai settori giovanili”.
A far da eco alle parole del Presidente, l’intervento dell’Ad Mario Ghiacci: “L’accordo sancito oggi, rappresenta per noi un altro passo avanti, un segnale di crescita e insieme di apertura. Da anni – ha proseguito l’Ad di Alma Trieste - stiamo facendo un grande lavoro con i giovani e la presenza del Partizan, rappresenta il culmine di una serie di incontri che hanno visto, due settimane fa, la visita delle giovanili del Ratiopharm Ulm seguita, in contemporanea con il vostro arrivo a Trieste, dai ragazzi di un altro top club tedesco, l’Alba Berlino. In un mondo allargato come quello al quale stiamo andando incontro – ha concluso Mario Ghiacci - la possibilità di confrontarsi con una squadra di caratura europea e mondiale come il Partizan, guidata da un coach che ha allenato anche in NBA, è per noi una grande occasione per continuare il nostro percorso di sviluppo.”
Dopo gli interventi del sodalizio biancorosso, il benvenuto dato alla delegazione serba dal Sindaco Roberto Dipiazza: “Abbiamo sempre ammirato il vostro gioco, la vostra squadra, e vi ringrazio di essere venuti a trovarci. Sono sicuro che anche la numerosa comunità serba di Trieste, circa ventimila persone, sia molto felice della vostra presenza. In passato abbiamo avuto modo di andare a Belgrado, a Pozarevac, visitando persone che hanno lavorato nella nostra città. E’ sempre un piacere per noi, recarsi dalle vostre parti, avendo occasioni di confronto e di scambio. La scorsa settimana – ha spiegato il primo cittadino – è stata nostra ospite la direttrice dei musei di Belgrado, a testimonianza di come la sinergia tra Trieste e Belgrado, non si fermi alle parole ma trovi riscontri concreti, proiettata già verso future iniziative condivise. Rinnovo il ringraziamento e la stima per aver scelto Trieste – ha concluso il Sindaco – insieme alla simpatia e soprattutto alla forza, che la vostra squadra ha sempre dimostrato, in Europa e nel mondo”.
Soddisfazione e gratitudine anche nel pensiero del direttore dell’area sportiva del Partizan, Dragan Todorovic: “Innanzitutto desidero ringraziare il Sindaco e i vertici societari dell’Alma Trieste per averci accolto qui, ne siamo davvero molto onorati. Anche per noi – ha spiegato il DS serbo - questo rappresenta un momento importante, è infatti la prima volta che il Partizan stringe ufficialmente un gemellaggio con un club al di fuori dei confini nazionali. Il fatto che la scelta sia ricaduta su Trieste non può che farci particolarmente piacere, vista anche la nutrita comunità serba presente nella vostra città. Desidero sottolineare il contributo dato dal nostro console general Dragan Kicanovic, affinché si arrivasse all’atto ufficializzato oggi. L’auspicio è che questo accordo non sia fine a se stesso, ma che possa rappresentare un percorso di crescita, finalizzato al raggiungimento di grandi successi tanto per la nostra quanto per la vostra squadra. Auguro all’Alma Trieste e a tutto il pubblico triestino – ha concluso Todorovic – di ritrovare al più presto la massima serie, tornando ai fasti che videro le gesta di figure a noi molto care, quali Bogdan Tanjevic e Dejan Bodiroga. Un ulteriore motivo, per garantirvi il nostro supporto da qui in avanti”.
A conclusione dell’incontro, terminato con la firma del documento e lo scambio di doni tra le due rappresentanze, la chiosa del Presidente di Alma Pallacanestro Trieste, Giovanni Marzini: “Ho sentito tre giorni fa sia Tanjevic che Bodiroga, quest ultimo sicuramente il giocatore di maggior classe, ad aver indossato la nostra maglia. Ora ricopre un’importante carica come dirigente FIBA e visto anche il suo attuale ruolo, siamo felicissimi che abbia sposato con grande gioia l’iniziativa del gemellaggio tra Partizan Belgrado ed Alma Pallacanestro Trieste. Non appena avrà la possibilità di tornare a trovarci, lo accoglieremo a braccia aperte”.

Letto 552 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli