Domenica, 25 Febbraio 2018 22:26

Alma, è tornato super Green: Mantova al tappeto

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Una fase della gara Una fase della gara

E per fortuna che c'è l'Alma Arena. Lì non si delude mai.

Da 26 partite, nella fase regolare, è così. Dopo la figuraccia di Treviso, in parte motivata dalle pesanti assenze, arriva un nuovo successo davanti al proprio pubblico. Trieste per tornare a volare deve trovare il Green di inizio stagione. E stavolta sarà così. Diciotto punti nel solo secondo quarto e poi punti determinanti negli ultimi minuti di gioco. Accanto a lui gran partita di Cittadini, 19 punti con ottima mira e tanta buona volontà sotto le plance. Cavaliero, Bowers e Fernandez gli altri in doppia cifra.

Dagli altri campi buone notizie da Verona dove gli scaligeri, a lungo sotto nel punteggio, sono riusciti a girare la gara contro Treviso fermando così l'imponente risalita dei biancoverdi che rischiava di mettere in dubbio l'ottimo piazzamento dell'Alma in caso di qualche ulteriore passo falso. Ora la pausa per le finali della Coppa Italia di Jesi. Da una parte il rammarico (attuale) di non arrivare all'appuntamento in buone condizioni fisiche, dall'altra la consapevolezza che questo stop al campionato arrivi nel momento migliore. La Coppa Italia, che comunque tutti vorrebbero vincere, è sicuramente meno importante del campionato, per cui si dovrà approfittare di questi giorni per rimettersi in sesto, pronti per il rush finale.   

La classifica: Bologna*, Trieste 34; Montegranaro 30; Udine*, Verona, Treviso 28; Ravenna, Ferrara 26; Mantova, Imola 24; Jesi* 22; Forlì, Piacenza 18; Bergamo*, Orzinuovi, Roseto 8.
* una partita in meno

Mancano 7 partite alla fine della fase regolare.
Trieste dovrà giocare in casa contro Ferrara, Udine e Verona.
In trasferta andrà a Roseto, Jesi, Piacenza e Montegranaro. 


La partita.

PRIMO QUARTO
L’Ama parte con il quintetto formato da Cavaliero, Cittadini, Fernandez, Coronica e Janelidze.
La gara si sblocca con i tiri liberi, dapprima Vencato fa uno su due, poi Fernandez fa uno su tre. Due bombe di Cavaliero e una di Cittadini valgono il 12-10. A -4'44" dalla fine della frazione entrano Green e Bowers. Gara equilibrata e squadre al primo riposo sul 24-22.

SECONDO QUARTO
I primi quattro punti della partita di Green e le triple di mei e Candussi regalano il 28-28. Bowers replica dalla lunga: 31-28. Poi sei punti di Cittadini. In cabina di regìa fa il suo ingresso Schina. Immediate due bombe di Green: 42-33 a -4'05". Nel finale schiaccione in contropiede dello stesso Javonte capace di segnare in questa frazione ben 18 punti. Si va all'intervallo lungo sul 52-39.

TERZO QUARTO
L'Alma parte alla grande con i tiri da oltre l'arco di Cavaliero, Cittadini e Bowers. Fernandez mette dentro il 63-43 a -5' dalla conclusione del quarto. Mantova reagisce e si porta a -13 (64-51). Nel frattempo Bowers commette tre falli in poco più di un minuto (quattro in totale) per cui coach Dalmasson lo toglie dal parquet. Ultimo intervallo sul 66-53.

QUARTO QUARTO
Per quasi metà frazione si rimane con Trieste comodamente avanti attorno ai quindici punti. Poi Mantova si sveglia dalla lunga distanza, dal 74-58 si arriva al 76-70 con i tiri di Mei, due volte di Candussi e poi di Vencato. In mezzo solo due liberi di Green. A 3'40" dalla fine serpeggia della preoccupazione. Ma è lo stesso Green che tiene a bada i virgiliani con sei punti in due minuti: 82-72 e risultato pressochè in cassaforte. Finisce 86-75.

Il tabellino.

ALMA           86
MANTOVA   75

24-22; 52-39; 66-53
ALMA TRIESTE: Coronica, Fernandez 13, Green 26, Schina 3, baldasso, Denageli ne, Janelidze 4, Prandin, Cavaliero 11, Bowers 10, Loschi, Cittadini 19. All. Dalmasson.
STINGS MANTOVA: Vencato 12, Jones 17, Costanzelli ne, Ferrara, Timperi 1, Candussi 15, Mei 10, Legion 15, Gucci 5, Morello ne. All. Lamma.
Note.
RIMBALZI: Trieste 33, Mantova 29.
TIRI LIBERI: Trieste 17/21, Mantova 16-28.
TIRI DA 2: Trieste 21-39, Mantova 19/31.
TIRI DA 3: Trieste 9/22, Mantova 7/22.

Letto 287 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli