Domenica, 04 Novembre 2018 22:26

Alma, Peric e l'armata lettone affondano Pistoia

Scritto da 
Vota questo articolo
(4 Voti)
Una fase della gara con Juan Fernandez in primo piano Una fase della gara con Juan Fernandez in primo piano

Mezza Alma domina trequarti di Pistoia. Di fronte due squadre largamente acciaccate,

di più Trieste, meno i toscani che però hanno poche rotazioni. Senza Walker e Sanders, le assenze degli ultimi giorni, la Pallacanestro Trieste gioca 35’ di ottimo basket, pressochè perfetta sia in attacco che in difesa, trovandosi avanti anche di 34 punti (84-50) ma negli ultimi 5’ giri di lancetta si rilassa lasciando qualche tripla di troppo agli ospiti che così riescono a chiudere solo a meno 17. Ecco, un risultato su cui si sarebbe messa la firma nel prepartita diventa il grande rammarico, contro una probabile diretta rivale nella lotta per la salvezza doveva riuscire a portare a casa uno scarto maggiore in ottica di un possibile arrivo alla pari dove conta la differenza canestri. Grande protagonista è la stella croata Hrvoje Peric che chiude con 23 punti, poesia pura in certi frangenti con canestri e assist. E poi l’armata lettone, 20 punti per Silins (5/9 da tre) e 18 per Strautins (5/7 da due), due su cui si può fare decisamente affidamento. Primo quarto equilibrato con allungo triestino nel finale per il 31-21.

Nei primi 2’50” del secondo quarto l’Alma va a canestro solo con un libero di Wright, poi ci pensa Knox a rompere il ghiaccio; zero su due in lunetta per Krubally, Silins castiga da oltre l’arco: 37-26. Wright parte dalla propria difesa e va a concludere dalla parte opposta: 39-26. Strautins, Silins da tre, sei punti di fila del “professor” Peric: 52-33. Ultimi punti della frazione di Ljpeak e squadre al riposo lungo sul 52-35.

Parte bene Trieste nel terzo quarto con Peric, Strautins e Mosley: 58-35. Peric e un’azione da tre punti di Strautins valgono il 63-39. Poi gli arbitri si fanno fischiare dall’Allianz Dome. Poco prima un fallo antisportivo a Cavaliero, poco dopo lo stesso Daniele subisce un netto fallo che non viene sanzionato, nella stessa azione commette fallo, s’arrabbia e si becca un tecnico. La somma fa l’espulsione. Nel finale di quarto le bombe di Silins e di Fernandez mandano le formazioni sull’89-57 all’ultimo tempo.

L’Alma si tiene largamente avanti , al 35’ il tabellone segna 92-62. Ma negli ultimi 5’ i toscani recuperano sino al -17 finale. Un passivo che vale per Pistoia come una mezza vittoria. In classifica Trieste respira a quota 4, Pistoia e Trento chiudono a zero.

Il tabellino.

ALMA TRIESTE         96
ORIORA PISTOIA  79

31-21; 21-14; 23-15; 21-29
ALMA TRIESTE: Coronica 1, Peric 23, Fernandez 5, Schina, Wright 10, Strautins 18, Deangeli ne, Silins 20, Cavaliero, Knox 10, Mosley 9, Cittadini ne. All. Dalmasson.
ORIORA PISTOIA: Bolpin, Della Rosa 3, K. Johnson 12, Peak 6, Krubally 14, Auda 17, Di Pizzo, Martini 4, Querci ne, Severini, D. Johnson 23. All. Ramagli.

Letto 65 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna