Lunedì, 10 Settembre 2018 13:10

Alma, stavolta tocca a Wright: Reggio Emilia ko a Parma

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Wright, il miglior realizzatore dell'Alma contro Reggio Emilia Wright, il miglior realizzatore dell'Alma contro Reggio Emilia

Terzo posto finale per l’Alma Trieste al Memorial Matteo Bertolazzi:

al PalaCiti, nella seconda giornata della manifestazione tenutasi a Parma, i ragazzi di coach Eugenio Dalmasson vincono 83 - 78 contro la Grissin Bon Pallacanestro Reggiana al termine di una finale di consolazione combattuta fino alla fine.

L’Alma, sempre senza il terzetto Da Ros - Peric - Strautins, tiene a riposo precauzionale Juan Fernandez per un leggero affaticamento muscolare, mentre dall’altra parte coach Cagnardi ritrova Leonardo Candi (rientrato dal raduno della Nazionale), ma non può contare sull’ex triestino Mussini e sul lungo Gaspardo. Quintetto formato da Wright, Sanders, Walker, Janelidze e Knox per coach Dalmasson, mentre Reggio risponde con Ledo, Butterfield, Llompart, De Vico e Griffin: “Tuss” Walker ricomincia con l’ennesima bomba, ma dall’altra parte Griffin sigla sei punti in un amen (7 - 6 a 6’55’’ dalla prima sirena). Si accende la sfida in cabina di regia fra Ledo e Wright, poi Butterfield segna la tripla del 9 - 13. L’intensità di Coronica e Wright rimette il punteggio in parità, poi lo stesso play americano firma il primo vantaggio Alma (17 - 16 a tre giri di lancette dalla fine del primo quarto): quando Mosley affonda le mani nel cesto reggiano, ecco che Trieste si porta sul +3. Per Reggio Emilia, però, uno scatenato Ricky Ledo è inarrestabile fra penetrazioni e liberi: l’Alma va sotto di cinque, prima dell’ultimo canestro di Cittadini, che schiaccia su pregevole assist di Cavaliero.

Il secondo quarto si apre con due canestri dalla media di Wright e Knox (3/5 da due, 4/5 ai liberi, 6 rimbalzi): quest’ultimo, però, deve uscire dopo due minuti e mezzo dopo aver commesso il terzo fallo; Walker fa ancora canestro dalla lunga, rilanciando le quotazioni dell’Alma sul 30 - 31 a 6’40’’ dall’intervallo lungo. I biancorossi serrano maggiormente le linee difensive e coach Cagnardi chiama time out per riorganizzare i suoi: Cavaliero si metter in proprio e realizza un magistrale tiro dalla media che porta avanti Trieste sul 32 - 31. Lo stesso Daniele, poi, ispira un paio di iniziative concrete per l’Alma, che va avanti 42 - 33 ancora sull’onda di uno scatenato Chris Wright; la bomba di Walker porta l’Alma sul massimo vantaggio (45 - 37), ma il triestino doc Dellosto risponde dal perimetro. L’ultimo canestro del secondo periodo è di Ledo, da sette metri, sulla sirena: +4 Alma al ventesimo.

A inizio terzo quarto, Daniele Cavaliero si prende alcune iniziative proficue, ma Reggio Emilia è sempre vicina grazie al tiro pesante di Dè Vico (53 - 50 a 7’11’’ dalla terza sirena). Quando poi Ledo e Dè Vico vanno a canestro, la Grissin Bon rimette la testa avanti: l’Alma ha però un Knox che fa pesare la sua presenza nei pressi del ferro, poi quando Schina azzecca la tripla il punteggio si aggiorna sul 61 - 59 a 2’16’’ dalla fine del terzo periodo. Ledo è caldissimo e piazza un tiro da tre per il 66 pari, punteggio con cui si conclude una frazione equilibrata come il resto del match.

La bomba di Janelidze (69 - 66) apre il quarto periodo, ma Cervi prima corregge un tap-in, poi appoggia a canestro per il 69 - 70 Grissin Bon: ancora Janelidze ed una funambolica penetrazione di Wright regalano tre lunghezze di margine all’Alma, poi la schiacciata volante di Mosley fissa il 75 - 70 a 4’15’’ dalla fine. Dopo una palla persa del lungo americano, Cavaliero commette fallo antisportivo per fermare Ledo: 2/2 ai liberi per il “fantasista” di Cagnardi, che poi si prende anche una penetrazione vincente per il meno uno (75 - 74). Negli ultimi due minuti, Chris Wright si scatena: due liberi a segno e un tiro dalla media che danno il +5: il punto esclamativo lo mette Mosley (5/8 da due, 6 rimbalzi), che sale in cielo per la schiacciata volante su assist di Cavaliero per l’83 - 76, prima dell’affondata finale di Ledo, che riduce a cinque lunghezze il gap conclusivo. Podio quindi per i biancorossi, che concludono con tre uomini in doppia cifra: Wright (11/16 dal campo, 3/3 ai liberi) top scorer a quota 28, poi doppie cifre anche per la coppia di lunghi Knox - Mosley.


PALLACANESTRO TRIESTE - PALLACANESTRO REGGIANA   83 - 78

Alma Pallacanestro Trieste: Coronica 6, Walker 9, Wright 28, Janelidze 7, Cavaliero 6, Sanders 2, Knox 10, Mosley 10, Cittadini 2, Schina 3, Deangeli. All. Dalmasson
Grissin Bon Pall. Reggiana: Ledo 33, Cipolla 2, Candi, Vigori 2, Butterfield 3, Cervi 12, Soviero, Dellosto 5, Griffin 15, Llompart, De Vico 6, Tchewa. All. Cagnardi

Parziali: 23-26; 47-43; 66-66
Arbitri: Begnis, Bettini e Puccini

 

comunicato stampa

Letto 60 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna