Martedì, 12 Giugno 2018 22:58

Alma, tanta roba: contro Casale è 2-0

Scritto da 
Vota questo articolo
(5 Voti)
Juan Fernandez guardato da Sanders in gara 2 Juan Fernandez guardato da Sanders in gara 2

E ora manca davvero poco. L’Alma piega Casale anche in gara 2, lo fa in maniera abbastanza netta conducendo le danze sin dall’avvio.

 

La compagine di Dalmasson infatti rimane in vantaggio dal primo all’ultimo minuto. Partenza a razzo con cinque bombe e avversari che devono rincorrere. Trieste tiene la Junior a poca distanza nei primi due quarti per poi accelerare nel terzo e controllare nell’ultimo. I piemontesi pagano probabilmente l’assenza di Tomassini, il loro faro, infortunatosi nella prima sfida: per lui play-off finiti con il ginocchio malconcio. Trieste risponde con il forfait di Cittadini per un mal di schiena delle ultime ore. Si teme dunque ancora di più di soffrire sotto canestro per la miglior prestanza fisica avversaria. Ed invece la prima azione è l’emblema della voglia di Trieste di vincere la partita, ci sono ben tre rimbalzi di fila catturati in attacco con la conseguente bomba di Bowers. L’Alma punta molto sui tiri da tre e nei primi 6’ di gioco ne insacca ben cinque. Un risultato ad ogni modo mai seriamente in discussione, una prova che è beneaugurante in vista di gara 3, sabato sera stavolta in trasferta. Se Trieste giocherà ancora di squadra e la mira sarà decente potrebbe fare davvero il colpo.

Per essere promossi, si diceva nel pre play-off, si dovevano vincere 12 gare. Ebbene siamo arrivati a quota 11. Tanta roba davvero. Ne manca una. Ora la pressione sarà tutta sugli avversari che non potranno sbagliare più niente. L'Alma ha dunque tre match point di cui l'ultimo in casa. In Piemonte ci saranno molti triestini che hanno riempito in poche ore diversi pullman. Tanti saranno all’Alma Arena davanti al megaschermo. Tantissimi saranno anche davanti la tv per la diretta di Sportitalia. Incrociamo le dita.

La cronaca.

GLI SPALTI

Dopo l'esecuzione dell'Inno di Mameli consueta gran bella coreografia della Curva Nord, atmosfera da brividi e palazzo quasi per intero vestito di rosso. Uno spettacolo.

 

QUINTETTI INIZIALI
L’Alma parte con Green, Bowers, Cavaliero, Mussini e Da Ros. La Junior risponde con Sanders, Bellan, Denegri, Cattapan e Martinoni.

PRIMO QUARTO
Partenza a ...bomba dell’Alma. E’ proprio il caso di dirlo. I primi cinque canestri triestini sono infatti tutti da oltre l’arco: in sequenza di Bowers, Mussini, Mussini e Da Ros due volte per il 15-8 a -3’40” dalla fine della frazione. I primi punti non da triple arrivano con due liberi di Janelidze a -1’56”. In mezzo a tutto ciò diversi errori dalla lunga distanza e due palle perse da Da Ros cercando in attacco non si sa chi. I primi 10’ si chiudono sul 19-12.

SECONDO QUARTO
La frazione si apre con un canestro di Janelidze. Una grande stoppata di Green a Cattapan e un risultato che non si sblocca sino a quando Sanders infila da tre a -6’10”. Rispondono da Ros, una bomba di Green e un pregevole di assist dello stesso Javonte a Janelidze che da sotto non può proprio sbagliare: 28-17. Sanders e Martinoni avvicinano Casale: 28-23. Ottima penetrazione di Mussini per il 33-25. Si va all’intervallo lungo sul 35-28, quindi mantenendo le sette lunghezze di vantaggio del primo quarto.  

TERZO QUARTO
Trieste allunga in apertura con un 2+1 di Bowers, una schiacciata di Green e con la bomba di Cavaliero: 43-30. Due bombe di Green regalano il 52-37. Il Pala Rubini inizia a sognare. Gran entrata di Da Ros, due liberi di Green e un canestro da sotto di Prandin danno il 58-40 a -1’38”. A segno poi anche Loschi da oltre l’arco: 61-44. Una schiacciata di Janelidze manda le due compagini all’ultimo sul 63-46. La vittoria per l’Alma è dunque sempre più vicina.

QUARTO QUARTO

L’Alma raggiunge il massimo vantaggio con una tripla di Fernandez e con un canestro da sotto di Coronica: 70-46 a -8’25”. Risultato praticament ein cassaforte anche se naturalmente nel basket mai dire mai. I piemontesi in pochi secondi recuperano ben sette punti grazie ad un 3+1 di Bellan e un 2+1 di Sanders: 70-53. E lo stesso Sanders poco dopo porta i suoi a -15: 70-55 a metà frazione. Fondamentali però i punti di Coronica e di Bowers per ricacciare indietro gli avversari stoppandoli nella rimonta: 74-55. Nel finale Trieste controlla senza rischiare. Nell’ultimo minuto tutti in piedi ad intonare la consueta Marinaresca. Alla sirena è festa con molti spettatori che non ne vogliono sapere di abbandonare il palazzo e con diversi giocatori ancora sul parquet ben dopo le 23 a salutare il pubblico.


Il tabellino.

ALMA TRIESTE     80
JUNIOR CASALE  69

(19-12; 35-28; 63-46)
ALMA TRIESTE: Coronica 4, Fernandez 3, Green 15, Mussini 15, Janelidze 8, Prandin 4, Cavaliero 3, Da Ros 12, Bowers 11, Loschi 5. All. Dalmasson.
JUNIOR CASALE: Ielmini ne, Denegri 8, Valentini 3, Blizzard 10, Martinoni 20, Severini, Cattapan 2, Bellan 7, Sanders 19, Marcius. All. Ramondino.
Note.
Tiri da 2: Trieste 18/36, Casale 22/43.
Tiri da 3: Trieste 12/30, Casale 2/12.
Tiri liberi: Trieste 8/10, Casale 19/24.
Rimbalzi: Trieste 34, Casale 36.
Spettatori: 6419

Letto 60 volte Ultima modifica il Martedì, 12 Giugno 2018 23:10
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi commenti agli articoli