Domenica, 09 Aprile 2017 21:21

Alma, un parzialone di 21-0 nel finale regala la vittoria contro Ferrara

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il +16 finale non rende l’idea della sofferenza con cui l’Alma ha piegato la Bondi Ferrara.

Partita equilibrata con un paio di strappi triestini prima dell’allungo decisivo grazie ad un parziale di 21-0 nell’ultimo quarto. Gli emiliani si presentano senza l’americano Roderick che nei giorni scorsi aveva rescisso il contratto. Trieste soffre il 210 centimetri di Pellegrino e soffre anche a tratti la presenza di Bowers. Pericolosi pure Mastellari e Moreno. S’inizia con una tripla di Molinaro. Un’altra di Mastellari vale il 2-7. Replica Cittadini dalla distanza. Ci pensa Green ad insaccare a sua volta da tre con anche il libero supplementare per il fallo ricevuto sul tiro, è questo il primo vantaggio per Trieste: 11-9. Una schiacciona di Parks vale il 22-15. Si va all’intervallo sul 24-16.

In apertura di secondo quarto una bomba di Pecile regala il 31-20. Lo imita dall’altra parte Moreno che in pochi secondi ne infila due: 33-28. La seconda frazione si conclude sul 40-36. L’Alma riscappa via in apertura di terzo quarto, Pecile dalla distanza e una schiacciata di Parks danno il 47-36. Una stoppona dello stesso Jordan a Bowers infiamma il PalaRubini. Ferrara torna a contatto con una tripla di Moreno: 51-47. A 44” dalla fine arriva anche il sorpasso ospite con due liberi di Mastellari: 55-56. Nell’azione successiva Cittadini impatta dalla medesima lunetta, si va all’ultimo riposo sul 56-56.

Il quarto quarto si apre con una bomba di Mastellari (56-59) e poi la Bondi si porta sul 58-61. Qui però la compagine di Furlani incappa in un black-out terrificante. Trieste ne approfitta e con un parzialone di 21-0 chiude l’incontro. Protagonisti i vari Parks, Da Ros, Baldasso e Green. A due giornate dalla fine la formazione di Dalmasson è matematicamente almeno quinta con buonissime chances di finire quarta. Poche invece quelle di piazzarsi tra le prime tre.

Questa la classifica: Segafredo Bologna, Treviso 40; Ravenna, Trieste 38; Kontatto Bologna 34; Roseto 32; Verona, Mantova 30; Udine 28; Piacenza, Jesi 24; Ferrara 22; Imola 20; Chieti 18; Forlì 16; Recanati 14. 

Il tabellino della sfida.


ALMA PALLACANESTRO TRIESTE – BONDI FERRARA  82-66 (24-16, 40-36, 56-56)


ALMA PALLACANESTRO TRIESTE: Parks 20 (9/19, 2/3 tl), Bossi 2 (1/1), Coronica, Green 17 (3/5, 2/7 da tre, 5/5 tl), Ferraro, Pecile 8 (1/3, 2/5 da tre), Gobbato, Simioni, Prandin 9 (3/4, 1/1 da tre), Da Ros 14 (5/7, 1/2 da tre, 1/2 tl), Cittadini 4 (1/1 da tre, 1/2 tl).  All. Dalmasson.  Ass. Praticò, Legovich.

BONDI FERRARA: Mastellari 11 (2/6 da tre, 5/6 tl), Ardizzoni, Zani, Mastrangelo, Molinaro 9 (1/1, 2/3 da tre, 1/2 tl), Crotta 2 (2/2 tl), Bowers 19 (8/13, 3/3 tl), Moreno 13 (4/9 da tre, 1/2 tl), Pellegrino 12 (4/10, 1/1 da tre, 1/6 tl). N.E.: Cortese.  All. Furlani.  Ass. Bonacina

ARBITRI: Bongiorni (Siena), Saraceni (Zola Predosa – Bo), Bramante (S.Martino Buon Albergo – Vr)

NOTE: Tiri dal campo Trieste 32/71 (25/44 da due, 7/27 da tre, 11/16 tl), Ferrara 22/50 (13/28 da due, 9/22 da tre, 13/21 tl). Rimbalzi Trieste 40 (24+16, Parks 10), Ferrara 34 (27+7, Bowers e Molinaro 7). Assist Trieste 12 (Da Ros 4), Ferrara 13 (Pellegrino 5). Cinque falli: Cittadini, Moreno

SPETT: 4075

PARZIALI: 24-16, 16-20, 16-20, 26-10

Letto 237 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli