Lunedì, 21 Marzo 2016 00:17

Alma, vittoria col brivido: Ravenna sfiora una clamorosa rimonta

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Una fase di Alma-Ravenna Una fase di Alma-Ravenna

Frizzante come la primavera, al suo primo giorno, per quasi trequarti di gara.

Un vantaggio che raggiunge anche i 24 punti. Sembra tutto facile. Ma poi l'Alma si spegne e rischia di perdere. Ma alla fine un grande sospiro di sollievo, arrivano i due punti e il sesto posto in classifica. Trieste ancora in emergenza, Landi fuori per un paio di mesi, Pecile con una caviglia malconcia parte dalla panchina e giocherà per 14'30”. E a proposito di infortuni, ne è reduce Nelson che stavolta torna protagonista con 20 punti. Bene anche Bossi con due su tre da due punti e quattro su cinque dalla lunga distanza. Non bene invece Parks, come curiosamente anche nella gara d'andata, che prima dell'inizio del match era stato premiato quale miglior giocatore dei febbraio della serie A2. Oltre 3000 persone sugli spalti nella domenica delle palme il cui inizio, per esigenze televisive, è quello delle 14.15.   

Partenza a razzo di Nelson, suoi i primi 4 punti della gara, e dopo il pari ospite arriva anche la tripla per l'ammiraglio. Dal 4-4 al 15-4 con l'aiuto di Parks e Bossi. L'Alma allunga ancora chiudendo il quarto sul 21-8 con la bomba di Bossi da lontanissimo.

Il secondo quarto si apre con la bomba di Baldasso: 24-8. Un paio di minuti dopo ancora Baldasso dall'arco: 29-14. La Pallacanestro Trieste è in piena, Ravenna sembra allo sbando. Il tecnico ospite Martino per cercare di cambiare l'inerzia al match se la inizia a prendere con gli arbitri per dei falli a suo dire non fischiati a favore della propria squadra. “E' la squadra più fallosa del campionato” continua a ripetere agli arbitri e poco dopo si beccherà un tecnico. E poco dopo ancora per lo stesso Martino, a partita in corso, c'è anche un battibecco con un tifoso triestino che lo invita a calmarsi. A metà frazione c'è il primo canestro italiano di Ravenna che va a bersaglio con Rivali. Prima di quel momento i 14 punti siglati dai romagnoli erano solo di fattura statunitense. Trieste allunga nel finaler chiudendo sul 41-23. Guardando le statistiche si nota che la differenza tra le due squadre la fanno le triple: 7/9 per il trio formato da Bossi, Nelson e Baldasso; 0/6 per Ravenna.

Bene Trieste nel terzo quarto sino a metà del periodo, la bomba di Bossi regala il +24: 54-30. Sembra una passeggiata. Ma qui l'Alma si ferma. Raschi mette dentro la prima tripla ospite. Poi lo imitano Deloach e si va all'ultimo riposo sul 58-43. Un buon margine comunque.

Nell'ultimo quarto accade l'imprevedibile, quello che si dice sia il bello del basket. Tre bombe di Deloach, due di Masciadri e una di Casini fanno avvicinare pericolosamente gli ospiti. A 90” dal termine sul 69-67 per Trieste è Ravenna che ha il pallone del sorpasso ma sbaglia la tripla. A 48” dal termine  Malaventura va in lunetta per due liberi, ne segna uno solo: 69-68. Il pubblico comincia a tremare e a pensare alla beffa. Ma Nelson infila a 26” dalla fine il 71-68. Trieste riconquista palla e Pecile mette dentro due tiri dalla lunetta: 73-68 a -20”. Ormai è fatta. Ma che spavento. Bossi, anche lui, ai tiri liberi fa uno su due e finisce 74-68.

Una vittoria che lascia in corsa Trieste per i play-off. Sarebbe arrivata una sconfitta invece si sarebbe complicata notevolmente la strada. Domenica prossima ci sarà la sosta pasquale, al ritorno sul parquet ci sarà la trasferta di Treviglio, un altro spareggio per la post season. Poi altre due gare casalinghe, contro Jesi e Legnano. Si chiuderà a Roseto il 23 di aprile. Sperando naturalmente che dopo quel giorno il campionato di Trieste prosegua ancora. 

La classifica: Mantova, Treviso 38; Brescia, Roseto, Imola 34; Trieste, Ravenna, Treviglio, Verona, Bologna 28; Ferrara 24; Chieti 20; Legnano 18; Jesi 16; Recanati 14; Matera 6.

Il tabellino:

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste – OraSi’ Ravenna 74-68 (21-8, 41-23, 58-43)

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste: Jordan Parks 10 (3/12, 0/1), Stefano Bossi 17 (2/3, 4/5), Andrea Coronica 3 (0/1, 1/2), Enrico Gobbato, Roberto Nelson 20 (6/9, 2/4), Andrea Pecile 7 (2/2, 0/3), Lorenzo Baldasso 6 (0/2, 2/5), Roberto Prandin 4 (1/2 da due), Vincenzo Pipitone 4 (2/2 da due), Matteo Canavesi 3 (1/2, 0/2) N.E.: Gianmarco Gobbato, Andrea Donda. All. Dalmasson
Tiri Liberi: 13/18 – Rimbalzi: 34 26+8 (Jordan Parks 12) – Assist: 14 (Jordan Parks, Stefano Bossi, Roberto Nelson 3) – Cinque Falli: Andrea Coronica

OraSi’ Ravenna: Taylor Lynn Smith 15 (7/9, 0/1), Michael Brandon Deloach 29 (6/11, 4/7), Matteo Malaventura 5 (1/4, 0/2), Juan Marcos Casini 3 (0/2, 1/5), Lorenzo Molinaro, Eugenio Rivali 2 (1/2 da due), Andrea Raschi 6 (1/2, 1/4), Stefano Masciadri 8 (1/5, 2/3) N.E.: Sebastiano Manetti, Fadilou Seck, Marco Salari. All. Martino

Tiri Liberi: 10/18 – Rimbalzi: 35 25+10 (Taylor Lynn Smith 8) – Assist: 9 (Michael Brandon Deloach 5) – Cinque Falli: Andrea Raschi

Parziali: 21-8, 20-15, 17-20, 16-25

Arbitri: Belfiore, Rudellat, Capurro.

Spettatori: 3.220

Letto 482 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli