Domenica, 09 Gennaio 2011 21:33

Capolavoro Acegas, abbattuta anche la capolista

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Pallacanestro Trieste sempre più sorprendente: anche la capolista deve inchinarsi
al cospetto della formazione biancorossa, che sta diventando sempre più una corazzata.
Alla palla a due, Dalmasson deve fare a meno di Contento e Benfatto e lancia dunque in quintetto base Magro, al fianco di Maiocco, Raspino, Vidani e Busca: proprio il centrone veneto contribuisce nella lotta a rimbalzo che non vede soccombere Trieste, brava a non far scappare la Bitumcalor nel primo periodo e con Raspino che tiene benissimo in difesa lo spauracchio Luca Conte (2/7 dal campo e 6 perse). Dopo il +2 dei primi dieci minuti, Trieste accelera leggermente nel secondo quarto: il protagonista del piccolo break è Alessandro Scutiero, playmaker classe 1993 che, in assenza di Contento, viene schierato come alternativa per dare ossigeno al malconcio Leonardo Busca. Proprio il giovane virgulto del vivaio sigla cinque punti importanti e dà vita ad un bel duello con l'ex triestino Marco Spanghero (3/5 dall'arco finale per lui). Trieste vola anche a +10 con una bomba di Maiocco, poi al ventesimo è 37-32, perchè Trento ha comunque qualità.
La svolta arriva nel terzo periodo: sul 37-34, infatti, Maiocco (5/6 da tre finale) azzecca tre bombe consecutive, seguito poi da quattro punti di Raspino e da un'altra tripla in transizione dall'angolo di Vidani. Parziale di 16-0, aperto grazie anche ad una difesa che non lascia spazio alcuno agli attaccanti ospiti e Trieste vola sul 53-34, rendendo vani i cambiamenti difensivi operati da coach Buscaglia.
E' il momento decisivo, perchè Trieste accumula un vantaggio sensibile e non molla mai la presa, grazie anche al "fighter" Colli (2/8 al tiro, ma 8/8 ai liberi, 6 rimbalzi, 2 recuperi) e ad un approccio difensivo di squadra che soffoca i ritmi di Trento.
Ci prova ancora Spanghero a tirare fuori dalle secche la Bitumcalor, che però arriva al massimo sul meno tredici (71-58 con la tripla dell'ex Servolana), ma questa Trieste è inarrestabile e negli ultimi quattro minuti si affida all'esperienza ed alla maestria in cabina di regia di Leo Busca che, rientrato in campo, gestisce al meglio i ritmi. Finisce 80-66 con il tripudio del PalaTrieste, che vede i propri beniamini battere la capolista.

TRIESTE - TRENTO   80 - 66

AcegasAps Trieste: Raspino 8, Maiocco 17, Busca 4, Magro 6, Vidani 7, Colli 12, Moruzzi 11, Bocchini 9, Scutiero 6, Coronica. All. Dalmasson

Bitumcalor Aquila Trento: Benevelli 9, Natali 8, Conte 7, Ferrarese 7, Gandini 9, Spanghero 12, Fiorito 6, Giroli 5, Zivic 3, Tobaldi ne. All. Buscaglia

Parziali: 14-12; 37-32; 61-42
Letto 697 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli