Sabato, 25 Maggio 2019 23:47

Crawford mostruoso, Cremona vince al fotofinish: Alma fuori dai play-off tra gli applausi

Scritto da 
Vota questo articolo
(4 Voti)
Capitan Coronica cerca di difendere su Crawford Capitan Coronica cerca di difendere su Crawford

Alla fine l’ha decisa lui, il ragazzo dai capelli rasta baciato da qualcuno lassù.

Le parole sono del duo Coronica-Sacchetti a fine gara. L’ha decisa Andrew  Crawford, non a caso votato quale miglior giocatore del campionato. I suoi 33 punti hanno steso Trieste, la sua sesta bomba della serata è stata devastante, il 78-79 a 27” dalla fine.

Poi l’Alma sbaglia il controsorpasso a -8” venendo beffata anche da due tap-in con il pallone che non ne vuol sapere di entrare. Ma nonostamte ciò l’ultimo tiro è di Cavaliero allo scadere, la tripla del pareggio. Ma per lui non è serata, da oltre l’arco le sue percentuali raccontano di un desolante 1/8.

Trieste dunque perde gara-4 contro la Vanoli venendo così eliminata dai play-off portandosi dietro un rammarico grande così. Sul banco degli imputati purtroppo qualche infortunio nell’ultimo mese, ultimo quello di Dragic che in gara-3 aveva rimediato una ginocchiata sulla coscia in una partita in cui era risultato il migliore in campo. Togli dunque Dragic da questa sfida, con Fernandez e Wright acciaccati che si sono alternati sul parquet, con un Peric di cui ci aspetta di più e con il triste 2/11 al tiro per Cavaliero.

Bastava insomma poco di più per portare a casa la quarta partita e andare a Cremona a giocarsi la bella. Ma ancora una volta l’Alma paga la poca benzina con cui arriva nel quarto quarto. Due giorni prima aveva subìto un parziale di 18-24 ma era riuscita ugualmente a portarla a casa. Stavolta invece il parziale ospite è di 12-23 con uno 0-14 alla fine risultato decisivo. Sembrava un ultimo quarto in discesa con Strautins che infilava la bomba del 69-58 in apertura. Poi i ragazzi di Dalmasson incocciano in un black-out terrificante durato circa 5’ con gli ospiti che sono riusciti a capovolgerla sul 69-72. Peric da oltre l’arco rompeva il ghiaccio: 72-72 a -4’21”. Immediata la risposta allo stesso di Crawford: 72-75. Mathiang insacca il libero del 72-76. Peric e Sanders trovano la parità: 76-76. Wright in entrata firma il 78-76 a -37”. Poi il già descritto finale regala alla Vanoli la semifinale.

Pubblico comunque in festa per la grande stagione disputata scandendo subito dopo la sirena finale un “orgogliosi di voi” che vuol dire tanto. Prima e dopo il match la curva intona la “Marinaresca” a cui si affianca mezzo palazzo. Roba da brividi. A fine gara i giocatori espongono verso la Curva Nord uno striscione con sopra scritto: “Grazie per tutto il vostro amore”. Anche qui roba da brividi.

Sulla partita poco da aggiungere con Trieste che ha toccato il massimo vantaggio sul 46-33 nel secondo quarto, gli 11’ (e un canestro) di capitan Coronica nel tentativo di marcare il sontuoso Crawford, qualche schiacciata di Mosley e il 18/18 ai liberi che vanno a sommarsi al 21/21 di gara-3. La concentrazione insomma non è proprio mancata.

La tristezza di questa sconfitta lascia ora spazio alla preoccupazione per il futuro societario, la speranza è naturalmente che qualcuno investa in questo usato-sicuro con una città innamorata di basket con 6000 spettatori fissi sugli spalti.

Il tabellino.

ALMA          78

CREMONA  81

(29-21; 19-22; 18-15; 12-23)

ALMA TRIESTE: Coronica 2, Peric 7, Fernandez 7, Wright 18, Strautins 5, Deangeli ne, Cavaliero 7, Da Ros 2,  Sanders 12, Knox 10, Moslety 8, Cittadini ne. All. Dalmasson.
VANOLI CREMONA: Saunders 14, Sanguinetti, Gazzotti, Diener 3, Ricci 5, Ruzzier, Mathiang 16, Crawford 33, Aldridge 5, Stojanovic 5. All. Sacchetti.
Note.
Tiri da 2: Trieste 18/43, Cremona 22/39.
Tiri da 3: Trieste 8/30, Cremona 9/24.
Tiri liberi: Trieste 18/18, Cremona 10/16.
Rimbalzi: Trieste: 41, Cremona 36.

Letto 115 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli