Domenica, 06 Novembre 2016 21:49

Cuore Alma, la capolista Ravenna s'inchina

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Una fase di Alma-Ravenna Una fase di Alma-Ravenna

Vittoria col cuore per l’Alma contro la capolista Ravenna.

La compagine di Dalmasson da ultima della classe non poteva permettersi ulteriori passi falsi in questo momento della stagione. Sarebbe stato molto pericoloso. Continuare a perdere avrebbe significato ulteriori problemi dal punto di vista mentale. Ma stavolta il finale punto a punto, che di solito tradiva la Pallacanestro Trieste, è stato diverso. L’Alma è stata più fredda e anche più fortunata, Marks ha avuto infatti la palla del pareggio ma allo scadere l’ha sbagliata. La sirena finale ha sprigionato felicità nel PalaRubini, un sospiro di sollievo in un momento delicato del campionato, nonostante siano passate appena sei giornate.

Brutto inizio di gara per Trieste, subito 6-0 per gli ospiti. Poi Pecile da tre rompe il ghiaccio. I romagnoli allungano sul +13: 18-5. La frazione si chiude sul 13-23.

Green apre il secondo quarto con una bomba, i suoi primi punti della gara. Ancora Green e poi Parks, schiacciate per entrambi, portano il punteggio sul 2-15. Sfida riaperta. Da Ros mette dentro i due liberi del sorpasso (28-27). Nel finale canestri per Bossi e Coronica. Si va all’intervallo lungo sul 36-32 per i locali.

Due triple di Pecile ad inizio di terzo quarto: 46-40. L’Alma è avanti poi sul 50-45. Ma qui si spegne. L’OraSì piazza un parziale di 13-0 (50-58) mettendo in difficoltà Trieste. Prandin rompe il digiuno e si va all’ultimo tempo sul 52-58. Zero i punti di Green e due di Parks nel terzo quarto. La spiegazione stà forse lì.

Ma nell’ultimo quarto i due coloured si svegliano. Cinque punti di Parks e due di Green danno il nuovo vantaggio biancorosso: 59-58 a - 6’45”.  Partita apertissima dunque. Gli ospiti tornano avanti sul 68-69 e sarà questa l’ultima volta. Parks e Green protagonisti nel finale, due punti per il primo e quattro per il secondo. La schiacciata di Green firma il 74-72. Ultimo attacco di Ravenna a 8” dal termine. Palla come facilmente prevedibile in mano a Marks che entra in area sulla sinistra ma il suo tiro è corto. Alma-Orasì finisce qui. Per Trieste è il secondo successo in campionato, domenica prossima ancora in casa, l’avversaria sarà ancora romagnolo, l’Unieuro Forlì reduce dalla sconfitta interna contro la capolista Roseto. Forlì ha due punti in più in classifica dell’Alma, un’altra vittoria sistemerebbe un po’ le cose dando tranquillità alla formazione di Dalmasson.

Il tabellino.

Alma Trieste – OraSi’ Ravenna  74-72 (13-23, 36-32, 52-58)

Alma Trieste: Jordan Parks 17 (6/9, 1/3 da tre, 2/3 tl), Stefano Bossi 2 (1/4), Andrea Coronica 2 (1/3), Javonte Damar Green 22 (6/9, 2/5 da tre, 4/6 tl), Andrea Pecile 9 (3/3 da tre), Lorenzo Baldasso 4 (2/3), Alessandro Simioni 2 (1/1), Roberto Prandin 7 (3/8, 1/2 tl), Vincenzo Pipitone 2 (1/1), Matteo Da Ros 7 (1/3, 5/6 tl). N.E.: Massimiliano Ferraro, Enrico Gobbato. All. Dalmasson.  Ass. Praticò, Legovich.

OraSi’ Ravenna: Taylor Lynn Smith 20 (6/8, 8/9 tl), Giacomo Sgorbati 7 (1/1, 1/3 da tre, 2/2 tl), Alberto Chiumenti 13 (3/9, 7/8 tl), Derrick Michael Marks 18 (4/10, 1/3 da tre, 7/7 tl), Andrea Raschi 1 (1/2 tl), Stefano Masciadri 4 (1/3, 2/2 tl), Matteo Tambone 7 (1/3, 1/2 da tre, 2/2 tl), Marcello Crusca, Gherardo Sabatini 2 (1/3). N.E.: Emmanuele Scaccabarozzi. All. Martino.  Ass. Lotesoriere, Taccetti.

Note: Tiri dal campo Trieste 28/60 (22/41 da due, 6/19 da tre, 12/17 tl); Tiri dal campo Ravenna 20/46 (17/37 da due, 3/9 da tre, 29/32 tl); Rimbalzi Trieste 28 (17+11, Parks 6), Rimbalzi Ravenna 32 (25+7, Smith, Masciadri 9); Assist Trieste 16 (Parks 4), Assist Ravenna 9 (Sabatini 3);

Parziali: 13-23, 23-9, 16-26, 22-14

Arbitri: Moretti (Marsciano – Pg), D’Amato (Roma), Del Greco (Verona)

Spettatori: 3517

Letto 467 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli