Domenica, 03 Marzo 2013 20:13

Grande Acegas contro Capo d'Orlando: +22

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
L'Acegas vince e convince nel ventunesimo turno di LegaDue,
in cui ritrova il successo ai danni dell'Upea Capo d'Orlando (guidata dal trio triestino Pozzecco-Steffè-Sussi e con in campo l'ex Benevelli) dopo un periodo di digiuno iniziato con la rinuncia agli americani Brown e Thomas. Sfida tra due squadre con diversi acciacchi e tra le fila biancorosse debutta il triestino Diviach (preso in prestito da Bologna con conseguente rescissione di contratto al buon Cantarello). Buoni ritmi per i padroni di casa nel primo quarto, durante il quale il massimo vantaggio è stato di più dieci nel finale. Vantaggio aumentato grazie a un pressing difensivo portato più alto in modo da alzare la velocità e grazie a delle buone scelte al tiro. Nel secondo periodo di gioco Trieste continua a difendere con intensità e così i siciliani non riescono ad avere conclusioni facili, andando in confusione. E di conseguenza i locali allungano il margine di vantaggio grazie a un gioco fluido e a una serie di bombe. Nel terzo set Trieste contiene il tentativo di rimonta dell'Orlandina, che cerca di aumentare i giri (seppure in modo un po' confusionario) al cospetto di un avversario concentrato e che bada più che altro a controllare. L'Acegas mantiene alta l'attenzione e non ha cali così da portare a termine senza patemi la gara.
Il tabellino.
ACEGAS APS PALLACANESTRO TRIESTE 91
UPEA CAPO D'ORLANDO 69

(22-14, 51-24, 68-48)
ACEGAS APS PALLACANESTRO TRIESTE: Carra 10, Filloy 22, Ondo Mengue, Fossati, Ruzzier 8, Tonut 3, Mescheriakov 20, Mastrangelo 12, Diviach 16, Urbani. Coach Dalmasson
UPEA CAPO D'ORLANDO: Battle 18, Poletti 2, Mathis 13, Portannese 15, Palermo 3, Vignali n.e., George 7, Benevelli, Pellegrino 11, Bontempo. Coach Pozzecco
ARBITRI: Ursi di Livorno, Migotto di Santo Stino di Livenza, Cherbaucich di Trieste.
Letto 485 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli