Domenica, 12 Novembre 2017 22:00

Grande Treviso, grandissima Trieste: settima perla stagionale

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
A fine gara abbracci in casa triestina, trevigiani a testa bassa A fine gara abbracci in casa triestina, trevigiani a testa bassa

Vittoria pesantissima dell’Alma contro Treviso. La settima perla stagionale arriva solo nel finale dopo aver passato gran parte della gara a rincorrere.

Veneti in campo sempre con un solo americano per scelta, il secondo potrebbe venire inserito nel corso del campionato. Vittoria pesantissima, si diceva. Intanto perché fa rimanere Trieste a punteggio pieno, poi perché un successo contro Treviso è sempre difficile da conseguire nonostante il difficile avvio di torneo della De Longhi, poi perché ottenuto dovendo rincorrere parecchio trovandosi anche sotto di otto (17-25) e nove punti (41-50), quindi significa che il carattere c’è e c’è anche una panchina lunga da cui attingere. Molto bene Treviso nei primi due quarti, poi Trieste comincia a difendere egregiamente e inizia ad azzeccare le triple (8/12 negli ultimi 20’) con un 3/3 di Baldasso per un suo totale pazzesco di 5/5. Ultimi due quarti con bombe di Cavaliero per tenere a galla i suoi e di Fernandez per allungare nelle ultime battute. Green stavolta si è visto meno ma poi analizzando lo scout si notano i 17 punti con 9/9 ai liberi e i 5 rimbalzi.

Si parte con il canestro di Bruttini. Poi alley-op di Cittadini per Green e schiaccione, e lo stesso javonte si ripeterà poco dopo. Due liberi di Cavaliero per il 14-13. Poi parziale ospite di 9-0 (14-22). La De Longhi gioca bene. Trieste sotto sul 19-27, due liberi di Fernandez e 2/3 sempre dalla lunetta di Loschi sulla sirena per il 23-27 con cui si va al primo intervallo.

Il secondo quarto si apre nel segno di Baldasso (5 punti),  triple di Imbrò e di Loschi: 31-30. Brown regala ai suoi il 35-41. Loschi da oltre l’arco firma il 38-41. Finale tutto per Treviso con Bruttini e Brown a segno prima della tripla di Russo per il 41-50 con si va al riposo lungo. In tribuna c’è un certo scetticismo, la De Longhi sembra avere un qualcosa in più.

Ma al rientro sul parquet l’Alma ci mette più intensità e, come detto, raddrizza la mira. Treviso cala leggermente. Tre triple di Baldasso in pochi minuti valgono il sorpasso triestino: 58-56. L’Alma è tornata prepotentemente in partita. Brown sorregge Treviso, Cavaliero Trieste: 66-66 all’ultimo intervallo.

Fantinelli in apertura di quarto quarto riporta avanti i suoi: 66-68. E sarà l’ultima volta che Treviso si troverà in vantaggio. Cavaliero, Janelidze, Baldasso da tre, Prandin in contropiede: a 6’ dalla fine il tabellone segna 75-68, il PalaRubini è una bolgia. Treviso non ci stà e si riporta sotto: 79-77. Provvidenziale la bomba di Fernandez: 82-77. E altra bomba per lui poco dopo: 87-81 a 50” dalla fine: esplode il palazzo. Oltre 6000 persone a far festa. Trieste controlla nel finale e porta a casa una vittoria preziosissima. Termina 91-83 come contro Imola qualche settimana fa.

Il tabellino.

Alma Pallacanestro Trieste: Coronica, Fernandez 14, Green 17, Milic ne, Schina ne, Baldasso 21, Janelidze 4, Prandin 4, Cavaliero 12, Da Ros 11, Loschi 8, Cittadini. All. Dalmasson.
De Longhi Treviso: Brown 23, Sabatini 2, De Zardo ne, Bruttini 12, Musso 7, Antonutti 8, Barbante ne, Poser, Imbrò 10, Fantinelli 7, Negri 14, Nikolic. All. Pillastrini.

Letto 34 volte Ultima modifica il Domenica, 12 Novembre 2017 22:05
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna