Mercoledì, 12 Gennaio 2022 21:58

Il Ruggito del Leone, Allianz corsara a Cremona: "Vinta su tutti i fronti. Magnifico girone d'andata"

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)
Vittorio Leone Vittorio Leone

Semplicemente grandi: sacrificio e abnegazione, difesa a oltranza e voglia di vincere

che deriva da una oggettiva superiorità rispetto a Cremona, però con le traversie da Covid i valori si spostano e tutto cambia.

La sorpresa più bella (ma per me era certezza) la gestione di Legovich, con cambi al limite della perfezione, la conferma migliore la performance di Davis, che aveva questa occasione per prendersi in mano la squadra, convincere i coach e la tifoseria. Obiettivo centrato. Grande difesa sotto canestro, meno sul perimetro (specie nel primo tempo) dove Harris ci stava facendo neri, poi fatalmente è calato. Pecchia non poteva ripetere l'eccellente prestazione contro Sassari e Spagnolo gravato di falli e con la testa dolorante non è stato il fattore che temevo. Davis, Mian (terribile ex), Delia e Grazulis i giustizieri e gli eroi di questa partita. Percentuali oltre la sufficienza e giochi a due eccellenti (a parte qualche persa di troppo di Mian). Davis con 6 su 10 da due e 2 su 6 nelle triple, Mian 2 su 3 e 3 su 7, Delia 6 su 9 e Grazulis 4 su 7.

Vinta in difesa (splendido Mian a mordere Pecchia), vinta in panchina con l'ordine di mantenere basso il ritmo, vinta in attacco con un grande Delia nel primo tempo con i suoi movimenti da manuale del basket (calato nel finale, ma ci stava) e con un Davis grintoso, convincente e preciso (top scorer del match con 23 punti).

Senza Banks e Fernandez ci mancavano almeno 20 punti, li abbiamo surrogati con Davis e Mian. Nel terzo quarto pensavo avessimo costruito la vittoria con più 9 al mini intervallo e con quasi il 69% da due punti, invece nell'ultimo quarto abbiamo infilato solo 3 punti (bomba di Mian) in ben 8 minuti, partita incanalata verso Cremona, poi la svolta con difesa a mille e Davis e Mian protagonisti: per ben 9 punti realizzati negli ultimi 2 minuti. Eroici.

Alla fine abbiamo tirato meno di loro nonostante le ben 16 palle perse contro 9 (ahimè) merito anche di un saldo finalmente positivo nelle carambole offensive (10 contro 4): 61 tiri nostri contro 64 con percentuali migliori (57% da 2 punti e 33% da 3 punti).

Vittoria strameritata dunque, che dà ulteriore morale e consapevolezza di forza, inutile nasconderlo. Siamo terzi in classifica con buone possibilità di restarci o magari di scivolare al quarto posto, come la guardiamo questo è il miglior girone di andata da quando siamo ritornati in serie A.

Se Corey Davis sarà questo anche in futuro e Sagaba Konate tornerà ad essere quello di settembre, allora ci divertiremo fino a maggio inoltrato e magari fino a giugno.

Intanto pensiamo di andare a Pesaro da protagonisti.

Forza ragazzi, domernica potrebbe essere già una festa, sperando anche di recuperare i due grandi assenti di questa gara.

Bravi ragazzi e complimenti per una vittoria (80-75) che viste le premesse ha avuto il sapore di un'impresa.

A presto, ma sempre così.

 

VITTORIO LEONE

Letto 97 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli