Giovedì, 15 Luglio 2021 13:29

Il Ruggito del Leone, chiuso con il botto il mercato dell'Allianz: "Squadra da quarto posto"

Scritto da 
Vota questo articolo
(5 Voti)
Vittorio Leone Vittorio Leone

Ecco, ci siamo (quasi). La definizione della composizione del roster della nostra Pallacanestro Trieste

per il prossimo campionato mi è sembrata come un'esibizione di fuochi di artificio dove tutti ammirano le varie figure e i vari colori ma sotto sotto tutti si domandano come sarà il gran finale, l'ultimo botto, quello che ti fa emettere un "oooohhhh" e ne rimani incantato.

Ecco, questo è stata la firma di Adrian Banks, il botto finale che ti fa dire "aahhh che meraviglia".....

Giocatore carismatico e istrionico, lo abbiamo più volte visto in letargo per poi accendersi e cambiare l'andamento delle partite. È maturo ed esperto, in buona salute fisica, non ho memoria di pesanti infortuni, aspetto solo di vederlo in campo affrontando l'unica personale riserva che covo: giocare di squadra e per la squadra. I solisti fanno le differenze ma l'orchestra li compendia e loro devono sentirsene parte.

Detto ciò, un giocatore da sballo, uno che ti fa fare quel salto di qualità che il presidente, ne sono certo, aspettava di poter ambire.

Con Banks arriva un playmaker (Sanders) che non conosco ma con referenze e numeri interessanti, ho la sensazione che quest'estate stiamo allestendo una squadra coi fiocchi. La duttilità dei giocatori appare evidente, fatto salvo forse per le due ali piccole italiane (Mian e Campogrande) ma sarà il compito di Franco Ciani amalgamare il composto mescolando gli ingredienti per assaporarne il gusto migliore.

Con Banks abituato a minutaggi sostanziosi, Cavaliero confermato (e questo era il "quasi" iniziale) sarebbe il cambio ideale per lui ma anche per la regia, così come il Lobito (se Sanders  sarà il play dinamico e aggressivo che ci si aspetta) potrà spendere minuti da guardia. Nel reparto lunghi c'è fiducia, due sono noti e i due nuovi hanno profili intriganti.

Adesso desidero farvi toccare tutto ciò che avete a portata di mano: tolte Bologna Virtus, Milano e Venezia, tutto il resto è in gioco. Non credo che Sassari e Brindisi si ripeteranno così al vertice, altre cresceranno, certamente, ma io sono convinto che miglioreremo il risultato dello scorso torneo.

Diciamo quinto o sesto posto, strizzando un occhio al quarto....

La chiave vincente sarà l'armonia di squadra, il sacrificio dei ragazzi nell'aiutarsi, in una parola il divertirsi col sorriso.

Aspettiamo con gioia mista a curiosità il raduno, i primi allenamenti e soprattutto il gironcino di supercoppa.

È che settembre possa aprire le porte del nostro splendido palazzo in pienezza, sarebbe il giusto contorno di lucine colorate occhieggianti dopo il botto finale dei fuochi di artificio estivi.

A presto.

 

VITTORIO LEONE

 

 

Letto 366 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli