Mercoledì, 21 Luglio 2021 21:15

Il Ruggito del Leone, chiuso il mercato dell'Allianz: "Roster superiore a quello precedente, Banks il crack"

Scritto da 
Vota questo articolo
(9 Voti)
Vittorio Leone Vittorio Leone

Eccoci belli e pronti, al 20 luglio abbiamo già definito il parco giocatori titolari per il prossimo campionato di serie A.

E siamo l'unica società del lotto di LBA ad aver raggiunto un tale traguardo. Sarà un campionato importantissimo sotto vari aspetti. La perdurante incertezza sulla presenza e, nel caso, sull'entità del pubblico in palazzo. L'ultimo anno di main sponsor di Allianz. La discontinuità rispetto agli anni di Dalmasson, a partire dalle rinunce a Coronica e Da Ros, ma anche a quella del preparatore atletico prof. Paoli dopo anni di apprezzato impegno e merito nelle fortune della Pallacanestro Trieste.

Rimangono, della vecchia guardia, Marco Legovich (Ciani ha solo un anno sulle spalle) e Daniele Cavaliero, l'ultimo arruolato ma il più autorevole e significativo.

L'obiettivo, a guardare le mosse di mercato, è dichiarato: migliorare il risultato dell'ultimo campionato per due motivi fondamentali: raggiungere una coppa europea e consegnare un team credibile e vincente al nuovo main sponsor. E forse proprio le mosse di mercato fanno intravedere che forse qualche nome papabile sia già all'orizzonte.

Se partiamo dal sesto posto ex aequo con Treviso dello scorso campionato e prendiamo una ad uno i nuovi giocatori e li confrontiamo con i vecchi, balza agli occhi che la nuova squadra è superiore alla vecchia e quindi saremmo stati ben più avanti già l'anno scorso.

Sanders non lo conosco ma possiamo confidare che sia migliore di Laquintana, Banks vs Doyle nemmeno lo commento, Lever nei confonti di Da Ros (mi mancherà comunque) lo dirà  il campo ma anagraficamente e fisicamente lo supera e Konate vs Upson non dovrebbe esserci partita.

L'unico accoppiamento di ruolo debole potrebbe essere Campogrande (Deangeli) e Mian al posto di Henry e Alviti. Ma sarà tutto da dimostrare.

Considerando Sanders, Konate e anche Lever delle scommesse (comunque delle novità ancora sconosciute, ma chi li ha individuati sono certo che sa il fatto suo) la certezza assoluta è Adrian Banks, che se fosse quello dell'ultimo anno a Brindisi sarebbe un crack. E sono convinto che lo sarà. La rotazione sul parquet dei quattro piccoli è tremendamente intrigante e farà male a molte difese, aumentando i punti a referto di playmakers e guardie.

La chimica giusta del gioco sarà nelle mani dei coach, ma avere la squadra completa da subito è strategia vincente.

Le avversarie sono dei cantieri in evoluzione, trarre giudizi o collocazioni adesso è prematuro, dico solo che mi sorprende e mi fa anche piacere che due neopromosse si sono aggiudicate i due giocatori che avrei visto volentieri a Trieste, ovvero Chris Wright (a Tortona) e Elegar (a Napoli).

Diciamo che Wright magari non è più quello di due anni fa, però rivederlo per due volte a Trieste tra supercoppa e campionato sarà una gioia.

Adesso non ci resta che aspettare le definizioni dei vari roster, partendo dal punto fermo che Milano, Bologna e Venezia sono per noi irraggiungibili e anche Brindisi sembra muoversi bene, tutto il resto sarà un bel battersi......

Lasciatemi dire, non vedo l'ora che tutto cominci....

A presto.

 

VITTORIO LEONE

Letto 306 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli