Lunedì, 03 Ottobre 2022 15:41

Il Ruggito del Leone, i pensieri del dopo Pesaro: "Futuro nero, ma con i conti in ordine"

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Walter Magnifico e Ario Costa, due pezzi di storia della pallacanestro italiana, ora dirigenti di Pesaro. Questa la loro espressione sul finire di partita con un largo vantaggio. Sembrano pensierosi. Se lo sono loro, figuriamoci quelli di Trieste... Walter Magnifico e Ario Costa, due pezzi di storia della pallacanestro italiana, ora dirigenti di Pesaro. Questa la loro espressione sul finire di partita con un largo vantaggio. Sembrano pensierosi. Se lo sono loro, figuriamoci quelli di Trieste...

Alla presentazione della campagna abbonamenti d'inizio estate venne presentato anche il logo/motto identificativo della stagione 2022/23 di basket.

Tutto in una parola: AUDACI. Ma essere audaci, oltre a lottare su ogni pallone, significa OSARE e contro Pesaro non abbiamo osato mai. Non abbiamo giocato "dentro", non si è visto il pick&roll, dopo aver catturato rimbalzi in attacco la palla usciva verso il perimetro alla ricerca esasperata del tiro da tre, per non parlare della cabina di regia (osservare il pesarese Moretti per capire cosa voglio dire). Allora vien da pensare: sono scarsi i giocatori? Manca il gioco? Oppure, e sarebbe ancor peggio, sono scadenti i giocatori per il gioco voluto da Marco Legovich?

Abbiamo tirato 65 volte contro le 63 di Pesaro e abbiamo perso di 26, e allora? Percentuali orrende va bene ma anche difesa inconsistente, liquefatta.  Sempre durante la presentazione della campagna abbonamenti la proprietà sentenziò: anche orfani di Allianz siamo sempre in serie A e offriremo spettacolo. Se le premesse sono quelle viste contro Pesaro più che protagonisti di spettacolo prevedo una serie di vittime sacrifcali.

La nuova proprietà diventa un ancora di salvezza, altrimenti si rischia un declassamento, ma con il bel vestitino pulito e soprattutto i conti in ordine.  A presto.

VITTORIO LEONE

Letto 229 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimi commenti agli articoli