Venerdì, 10 Settembre 2021 21:30

Il Ruggito del Leone, l'Allianz piega Trento d'un soffio: "Quintetto base in gran spolvero ma nelle guardie la coperta è corta"

Scritto da 
Vota questo articolo
(5 Voti)
Vittorio Leone durante la gara Vittorio Leone durante la gara

Partita vera, partita di campionato, finale da rollercoaster messo in scena dal miglior regista di thriller.

Partita che scappava di mano, poi quasi vinta poi da perdere a causa della nostra atavica difficolta' nelle rimesse ma salvata da una stoppata magistrale di Grazulis su un Flaccadori che senza Konate si sentiva sicuro e mal gliene incolse.

 

Che dire, il basket è lo sport più bello al mondo e quando ti regala anche la vittoria in finali così diventa anche divertente e spettacolare.

Abbiamo assistito, sofferto e gioito una partita dai molteplici volti. Un primo tempo dove le guardie avevano le polveri bagnate (un eloquente 2 su 14 per i quattro piccoli, diciamo tre visto che Cavaliero in 6 minuti non ha mai tentato il tiro).

Come contraltare un complessivo 11 su 15 per i tre lunghi (visto che Delia è rimasto mentalmente nello spogliatoio, o a Tokio con un terribile 0 su 5 nel primo tempo).

Nella ripresa è continuato il momento no di Delia e anche Konate ha marcato uno zero nei punti giocando appena 5 minuti tenuto in panchina non si è ben capito se per punizione dopo un tecnico per vibrate proteste o per scelta tecnica. Morale: abbiamo giocato gli ultimi 8 minuti con Grazulis e Lever e siamo andati sotto, ma poi grazie ai piccoli che sono risorti tutti assieme abbiamo confezionato le triple che ci hanno portato avanti fino alla vittoria.

Tra piccoli e lunghi in mezzo ci sta Mian che si merita una parola lusinghiera con un positivo 4 su 6 dal campo in 22 minuti di gioco.

Abbiamo vinto di un punto (83 a 82) e in questi casi io vado a guardare i tiri liberi e così scopro che abbiamo vinto grazie alla insufficiente percentuale di Trento (solo 14 centri su 24 tiri franchi), noi molto bene con un confortante 13 su 17.

Rimangono invece dolenti le note sulle palle perse, ben 17.

Tra le curiosità e le stranezze di questo match, vale menzionare i 61 punti su 83 del quintetto base, cosa assolutamente insolita per noi, così come i 7 uomini in doppia cifra (di cui tutti i cinque del quintetto) nonchè il top scorre (Banks con 15 punti) che ha prodotto un modesto 4 su 11 dal campo.

Banks dopo un primo tempo quasi inguardabile ha disputato una ripresa dove ha messo in campo tutti i suoi attributi, dal carisma alla garra, alla determinazione concludendo la contesa con ben 36 minuti sul parquet (grande significato).

Di Marcos Delia si è detto, un complessivo 0 su 6 con assenza mentale dal campo, lo aspettiamo, perchè lui non è quello di questa sfida.

Molto bene le ali forti, Grazulis, aldilà della stoppatona che vale la vittoria segna un ottimo 4 su 6  più 4 su 4 nei personali e Alessandro Lever un bel 5 su 7 dal campo con un immacolato 3 su tre da due punti. Rimane un mistero come un giocatore come lui che ha giostrato da pivot per 8 minuti, nei 24 minuti complessivi sul terreno di gioco non abbia beneficiato di nemmeno un tiro libero. Forse sarà la gioventù o il cognome ancora sconosciuto a farlo sottovalutare dagli arbitri.

Considerazione finale dopo tre partite ufficiali: premesso che non abbiamo ancora visto Campogrande, ho la sensazione che abbiamo la coperta un po' corta nel settore guardie. Sta crescendo Corey Sanders, ma sia in difesa che sul perimetro pensando al campionato e ai suoi ritmi un filo di perplessità mi pervade. Si vedrà.

Adesso domenica Tortona per provare a vincere e magari sperare che Trento la sgambetti nell'ultima partita del gironcino.

Ma cambia poco, conta il 26 settembre contro Brindisi, tabù da sfatare, partita da vincere.

Buona domenica.

 

VITTORIO LEONE

Letto 57 volte Ultima modifica il Venerdì, 10 Settembre 2021 21:41
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli