Lunedì, 26 Ottobre 2020 20:47

Il Ruggito del Leone, perso d'un soffio contro Brindisi: "Incapacità di subire falli nel finale"

Scritto da 
Vota questo articolo
(4 Voti)
Vittorio Leone Vittorio Leone

Un altra partita gettata alle ortiche. Ma con significati e contenuti molto diversi rispetto a quella di Brescia,

dove siamo andati sotto 35 a 9 e dove siamo riemersi per pagare poi la fatica del recupero (a proposito Brescia dopo aver vinto con noi ha beccato due scoppole in coppa e a Reggio Emilia dimostrando che era battibile). No, questa contro Brindisi la abbiamo proprio cestinata dopo averla giocata alla pari, lottando, difendendo. Oggettivamente l'Happy Casa è più forte, più solida, più tecnica e più fisica, nonostante giochi con 7/8 giocatori. Ma noi avevamo la partita in pugno. 76 a 71 dopo una tripla di Alviti a meno 2'55" dalla sirena. Da qui parziale di 8 a 0 per Brindisi, con soluzioni cervellotiche in attacco e debolezza ai rimbalzi in difesa (peccato i 5 falli di Grazulis). Da Ros che invece di tirare dai due metri contro Harrison scarica su Laquintana che pesta la riga. Palla dentro di Matteo per Delia che se la fa soffiare da Thompson, Perkins che troneggia a rimbalzo (rimesso in campo al momento giusto). Fernandez che forza e va a infrangersi sul muro difensivo. Ma soprattutto l'incapacità di farci fare fallo negli ultimi tre minuti penetrando o giocando la palla dentro. Girando la palla e tirando da fuori non ti fanno fallo e in questi finali i tiri liberi sono fondamentali. E poi una cosa che non ho capito. Upson ci ha riportato in parità nel terzo quarto dopo che la gara se ne stava andando, rientra Delia e soffre sotto canestro, perché non rimettere Upson negli ultimi tre minuti?

Comunque Delia è ancora un poco arrugginito ma mi è piaciuto, fa presenza, e poi finalmente i due lunghi che assieme producono 20 punti. Peccato il momento no di Fernandez, con lui al meglio la avremmo portata a casa.

Penso che questa partita abbia dato fiducia alla squadra, migliorare le percentuali al tiro e sfiorare la vittoria contro Brindisi nelle condizioni di infermeria in cui ci troviamo deve essere foriero di autostima e convinzione.

Non so se si giocherà sabato a Cantù dopo il rinvio causa covid della partita di Treviso, speriamo di sì, sono convinto che faremo una buona partita.

Alla prossima.

VITTORIO LEONE

Letto 61 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli