Giovedì, 13 Ottobre 2011 21:47

Inarrestabile Acegas: quarta vittoria consecutiva

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Coach Dalmasson Coach Dalmasson
Vittoria interna sofferta per l'Acegas Aps ai danni di Pavia
in occasione del turno infasettimanale proposto dal quarto turno. Gara equilibrata dall'inizio alla fine. Nel primo quarto gli ospiti fanno più tiri da sotto, mentre i locali ci provano anche da fuori con fortune alterne e sbagliano diversi secondi e terzi tiri. Danno quasi la sensazione di cercare di più la giocata che non la concretezza. Nel secondo round Mastrangelo dà la scossa a Trieste, che fa un break di 13-2 prima di avere un calo e di concedere un 2-11 ai lombard. Buono, quindi, lo scorcio prima dell'intervallo lungo. Il terzo set va a strappi e registra un parziale di 18-21. I padroni di casa non disputano una grande partita e questo favorisce i loro avversari. Nell'ultimo atto Trieste parte con un 6-0 e poi dimostra mano calda nelle conclusioni e una difesa finalmente serrata così da raggiungere il successo pur dovendo fare i conti con i tentativi di rientro degli sconfitti. Innocenzo Ferraro, uno dei migliori tra le fila alabardate, afferma: "Sono contento per aver trovato continuità come dimostrano le tre bombe. Le quattro vittorie di fila sono un risultato meritato perchè stiamo lavorando sodo da due mesi. Spero di riscattare la scorsa stagione sia a livello di squadra sia a livello individuale". Così il general manager Dario Bocchini: "Pavia ci ha messo in difficoltà in certe situazioni, ma la squadra ha reagito bene e ha mostrato carattere e voglia di vincere. Questo lascia ben sperare per la prossima trasferta. Sono contento per il calore del pubblico". Stefano Comuzzo (allenatore in seconda di Trieste): "Abbiamo sofferto la fisicità di Pavia, ma ne siamo usciti bene. Le bombe sono arrivate al momento giusto e gli ingressi di Ruzzier e Mastrangelo ci hanno dato un importante contributo. Noi siamo una squadra di rimbalzo e questa volta i rimbalzi hanno fatto la differenza". Infine coach Eugenio Dalmasson: "Sapevamo che Pavia aveva giocatori di talento, che potevano metterci in difficoltà. Alla fine abbiamo fatto cose importanti sia in difesa sia in attacco. Ognuno si è preso le sue responsabilità e questo è il segnale che la squadra ha voglia. Il campionato è ancora lungo, ma si sta facendo qualcosa d'importante perchè vincerne quattro su quattro non è facile ed è un motivo di soddisfazione. Dobbiamo in ogni caso lavorare ancora molto".
ACEGAS APS/PALLACANESTRO TRIESTE 76
PAUL MITCHELL PAVIA 69

ACEGAS APS/PALLACANESTRO TRIESTE: Zaccariello 17, Ferraro 20, Gandini 4, Moruzzi 12, Carra 11, Ruzzier 3, Maganza 5, Mastrangelo 4, Zecchin n.e., Bonetta n.e. Coach Dalmasson
PAUL MITCHELL PAVIA: Furlanetto 8, Pederzini 15, Maiocco 6, Cazzaniga 10, Maggio 10, Bozzetto 8, Borgna 10, Cissè 2, Mink n.e., Laboranti n.e. Coach Baldiraghi
ARBITRI: Volpe di La Spezia e Wassermann di Pordenone.
NOTE Quarti: 18-19, 22-15, 18-21, 18-14. Tiri da 2: Trieste 18/31, Pavia 24/40. Tiri da 3: 8/25, Pavia 2/16. Tiri liberi: Trieste 16/23, Pavia 15/20. Uscito per 5 fallo: Ferraro.
Letto 497 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli