Sabato, 29 Dicembre 2012 23:30

L'Acegas cede nella ripresa, alla Tezenis l'ultima sfida dell'anno In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
TEZENIS SCALIGERA BASKET VERONA 67
ACEGAS APS PALLACANESTRO TRIESTE 51
(15-18, 27-32, 47-41)

TEZENIS SCALIGERA BASKET VERONA: Ghersetti 4, Lawal 20, McConnell 14, Westbrook 16, Boscagin 2, Ghersetti 5, Da Ros 4, Ganeto, Bozzetto 2, De Nicolao n.e., Schedda, De La Cruz n.e. Coach Ramagli
ACEGAS APS PALLACANESTRO TRIESTE: Thomas 20, Filloy 5, Ruzzier 2, Brown 5, Fall 2, Gandini 2, Mescheriakov 2, Mastrangelo 6, Carra 7, Ondo Mengue n.e., Stefano Tonut n.e., Coronica n.e. Coach Dalmasson
ARBITRI: Bartoli di Trieste, Gagliardi di Anagni (Frosinone) e Borgo di Dueville (Vicenza).

La Tezenis Verona dimentica le tre sconfitte nelle precedenti quattro uscite, carbura alla distanza pur senza strafare e sgambetta un'Acegas Aps reduce da tre vittorie e rimasta senza benzina dopo un tempo. Trieste positiva in difesa, fluida nel gioco e precisa in attacco nei primi 7' del primo quarto, poi spreca molto al tiro e concede diversi secondi tiri nel finale di frazione. Nel secondo periodo Verona stringe le maglie difensive e Trieste fatica a lungo a segnare e a catturare rimbalzi davanti; al tempo stesso gli ospiti difendono discretamente e beneficiano di una mira infelice degli scaligeri alla conclusione. Verona non molla al cospetto di una Trieste contratta in attacco - in primis nella costruzione dei tiri - e sofferente alla voce "transizioni venete" e nel terzo round attua il primo sorpasso con Lawal (37-35) e poi (dopo il momentaneo 37-38) vola sul 47-38 prima della tripla allo scadere di Thomas. Locali abili a contenere i giuliani (apparsi rassegnati e senza la giusta ispirazione) nell'ultimo quarto con la loro difesa a uomo, fattore che contribuisce all'allungo che mette al sicuro il successo veronese al pari della giusta fame nel trovare il canestro.
Letto 512 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli