Giovedì, 25 Aprile 2013 21:04

L'Acegas sgambetta una delle "grandi": Verona ko

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Con Coronica (gli esami clinici effettuati a Mestre hanno infatti evidenziato la rottura del legamento crociato anteriore sinistro

che già aveva subito lo stesso infortunio all'altro arto due stagioni fa. Il giocatore sarà operato la prossima settimana dal professor Vianello a Mestre, e i tempi di recupero sono stimabili in sei-otto mesi) e Fossati che si aggiungono alla lunga lista di infortunati, l'AcegasAps prova il colpaccio in casa contro Verona nella terzultima giornata di LegaDue: di fronte c'è una delle squadre più in forma del campionato, rinforzata dagli acquisti di Lauwers e Lamma. L'AcegasAps parte con Carra, Filloy, Mastrangelo, Diviach e Gandini, mentre la Tezenis di Ramagli accanto agli Usa Mc Connell e Westbrook ha Boscagin, Lawal e DaRos: Trieste parte con un 5-0 firmato Gandini e Mastrangelo, che segna il 2+1 in contropiede. La difesa è ottima, e Filloy sigla l'8-0 dalla distanza e il 10-0 in arresto e tiro. A spezzare l'incantesimo per i veronesi è DaRos che segna da vicino due volte e fa il 10-6 con Boscagin da sotto, ma lo "scaligero" Gandini ricaccia la Tezenis indietro con un siluro. Si gioca "corri e tira", e la tattica sembra premiare Trieste che con Mastrangelo fa il 17-8. Diviach è in difficoltà su DaRos, che lo costringe a due falli consecutivi su cui però il lungo gialloblù fa solo 1/2 . Carra in penetrazione a fil di sirena segna il 19esimo punto biancorosso; lo stesso capitano dai sei metri mette il nuovo + 8 sul 21-13 e poi un meraviglioso arresto e tiro con fallo subito per il +9 (24-15). Le percentuali premiano l'Acegas a fine del primo quarto, ma Verona non molla con una tripla di Chessa dall'angolo. Il quarto si chiude con un bel canestro di Mescheriakov in semigancio: è 26-18.
A inizio quarto entra Tonut per FIlloy e nuovamente Gandini per Diviach: un assist di Ruzzier per Carra vale il nuovo +10. Verona prova a mettere 4 piccoli con Boscagin e Bozzetto sotto: Gandini è però indemoniato e fa ancora una volta centro dai 6,75 e recupera un rimbalzo offensivo partendo da lontano su tiro sbagliato di Tonut. Gli ospiti si rifanno sotto a metà tempo con una tripla di Boscagin, ma Filloy ripaga con la stessa moneta per il 34-24. Dalmasson chiama minuto per far rifiatare i suoi dopo il 4-0 di marca ospite, ma il tiro di Filloy non va e Boscagin capitalizza dalla lunetta riportando Verona a -4. D'esperienza Gandini si guadagna i liberi che spezzano il digiuno triestino, e il "barbuto" segna ancora su assist di Diviach; Westrbook però in contropiede fa -2 per i gialloblù, anche se subito super Ganda ricaccia i suoi compaesani a -4. Purtroppo DaRos è in forma, e dall'arco riavvicina ulteriormente i suoi, anche se Mastrangelo segna di nuovo da 3. In finale di tempo Trieste va sul 45-41 con due liberi di Filloy successivi alla prima schiacciata di Lawal. L'italoargentino si guadagna lo sfondamento che costa anche un tecnico a Mc Connell: Carra fa 2/2 per il 47-41. In avvio di ripresa la Tezenis si riavvicina subito con Westbrook, ma Gandini pesca Diviach sotto per il nuovo +6. I due però compiono il terzo fallo, e fanno compagnia a Mescheriakov, l'altro lungo a disposizione di Dalmasson, con tre lucine sul tabellone. Mc Connell firma il -4 (50-46), e il PalaTrieste si scalda: Filloy si guadagna tre tiri liberi, e ne realizza due, e sul possesso successivo Diviach mette la tripla dall'angolo costringendo Ramagli al minuto di sospensione. Quattro punti consecutivi su disattenzioni fanno fare la stessa mossa a Dalmasson: rientra Ruzzier al posto di Filloy,e Tonut prende il posto di uno stremato Mastrangelo: Michele ruba palla dalle mani di McConnell e deposita il 57-50. Ondo Mengue sostituisce Diviach e si va a posizionare nell'insolito ruolo di "4": qualche errore gratuito però non fa riuscire il piano fuga. Anche Mescheriakov però commette il quarto fallo in maniera superficiale, così Verona torna a -6 con un libero di Da Ros; il bielorusso si fa subito perdonare con lay-up e con un tap-in al volo su coast to cosa di Carra: il capitano capitalizza anche il bonus avversario facendo volare l'Acegas di nuovo a +10. In finale di periodo Ganeto fa 1/2: a dieci minuti dalla fine Trieste è sul 63-54. Per la Tezenis rientra Lawal, e il nigeriano fa subito 2/2 dalla lunetta: gli risponde Tonut che però fa solo 1/2, e su assist di Ruzzier fa nuovamente +10. Gandini è in vena di fare l'eroe e recupera due palloni con tuffi che ricordano le mega parate del padre: purtroppo però non fruttano punti e Verona si riavvicina a -8 con Boscagin e sul -6 con Mc Connell a 6' dalla fine. Ruzzier brucia però Lauwers rimettendo un po' di tranquillità all'attacco biancorosso, e bissa passando al bacio la palla per la tripla di Tonut. Lawal non è in giornata e schiaccia sul ferro, e così l'Acegas vola sul +14 con un canestro dalla distanza di Filloy (74-60). Subito Westrbrook rimette in partita Verona con un canestro da tre, ma con un Gandini così è difficile rimettersi sotto: il veronese con la maglia giusta segna e urla tutta la sua gioia alla tribuna, recuperando poi l'ennesimo rimbalzo in attacco e facendo 2/2 dalla linea della carità. La curva canta "orgogliosi di voi" a 3 minuti e mezzo dalla fine, e si trascina dietro un palazzo che riconosce che l'impresa è davvero a un passo: il tempo scorre, e i biancorossi invece di gestire mettono la pietra tombale sull'incontro con Diviach dalla lunghissima distanza. Trieste mangia secondi, Verona si arrende: c'è gloria anche per il 15enne Fatigati, che fa il suo esordio sostituendo Filloy. Finisce 85-76. Il tabellino.
ACEGAS APS PALLACANESTRO TRIESTE 85
TEZENIS SCALIGERA BASKET VERONA     76

(26-18, 47-41, 63-54)
ACEGAS APS PALLACANESTRO TRIESTE: Fatigati n.e., Tonut 6, Ondo Mengue, Mastrangelo 9, Ruzzier 6, Filloy 17, Diviach 10, Carra 13, Mescheriakov 6, Gandini 18. Coach Dalmasson
TEZENIS SCALIGERA BASKET VERONA: De La Cruz n.e., Westbrook 17, Lauwers 8, Lawal 6, De Nicolao n.e., Boscagin 13, Ganeto 1, Bozzetto, Chessa 3, Da Ros 14, McComnell 14, Lamma n.e. Coach Ramagli
ARBITRI: Caroti di Cecina (Livorno), Moretti di Marsciano (Perugia) e Nicolini di Bagheria (Palermo).
NOTE Tiri da 2: Trieste 20/39, Verona 20/51. Tiri da 3: Trieste 9/26, Verona 7/13. Tiri liberi: Trieste 18/21, Verona 15/20. Rimbalzi: Trieste 35 (27 difensivi, 8 difensivi), Verona 45 (29 difensivi, 16 offensivi). Valutazione di squadra: Trieste 91, Verona 65. Nessuno uscito per 5 falli.

 

Dal sito della Pallacanestro Trieste

Letto 612 volte Ultima modifica il Giovedì, 25 Aprile 2013 21:59
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli