Domenica, 10 Novembre 2013 20:47

L'Acegas si arrende a Trapani dopo un supplementare

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
La più esperta Trapani, forte di un palazzetto caldo, piega la più giovane e ancora acciaccata Trieste dopo un supplementare.
Nel primo quarto gli ospiti tirano con brutte percentuali, tanto che il miglior realizzatore dei primi dieci minuti è Diliegro con cinque punti. I siciliani mantengono un margine di vantaggio fino a quando Mastrangelo ne mette cinque (punti) di fila e i suoi arrivano sul -2 (24-22). Si va avanti a suon di botte e risposte: 29-24, bomba di Candussi per il -2, minibreak siculo di 4-0 (35-32) e -1 all'intervallo lungo con Baldassare a quota 12 da una parte e 5 elementi a 5 dall'altra (Hoover, Carra, Mastrangelo, Candussi, Diliegro). Complessivamente nei secondi 10' la squadra di Dalmasson migliora in difesa e ricuce lo svantaggio del primo round. Riprese le ostilità, Harris firma il primo vantaggio ospite, puntellato da Diliegro (37-40), ma Ferrero cala la bomba (40-40). Due triple di Tonut, una di Hoover e un'altra di Tonut lanciano Trieste sul 46-53 e la distanza resta praticamente simile alla fine della terza frazione (51-57). Fossati firma il 59-51, i locali sbagliano qualche libero e Tonut è ancora ispirato (4 punti di fila), ma Parker dà la scossa ai suoi con un tiro pesante e Trapani segna quel tanto che basta per essere 72-70, ma Harris impatta 72-72 ed è overtime. Partenza bruciante dei locali, ma sul 79-72 i volonterosi triestini non mollano e rientrano sul -4 per due volte, ma un 1/2 ai liberi di Tonut e il canestro di Ferrero chiudono i conti.
Il tabellino.
LIGHTHOUSE TRAPANI         87
PALLACANESTRO TRIESTE 80

(dopo un tempo supplementare)
LIGHTHOUSE PALLACANESTRO TRAPANI: Renzi 13, Lowery 12, Baldassarre 18, Parker 19, Ferrero 15, Bartoli n.e., Bossi 5, Rizzitiello 5, Ianes, Tabbi n.e. Coach Lardo
PALLACANESTRO TRIESTE 2004: Hoover 14, Tonut 19, Harris 9, Diliegro 8, Carra 9, Fossati 7, Mastrangelo 5, Ruzzier 2, Candussi 7, Urbani. Coach Dalmasson
ARBITRI: Masi di Firenze, Caforio di Brindisi e Capurro di Reggio Calabria.
NOTE Quarti: 22-15, 37-36, 51-57, 72-72.
Letto 395 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli