Domenica, 15 Gennaio 2012 20:10

L'Acegas torna al successo. I tabellini della C2

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Così il PalaChiarbola poche ore prima della gara contro Torino Così il PalaChiarbola poche ore prima della gara contro Torino

Ritorna al successo l'Acegas fermando la Zerouno Torino che era reduce da quattro vittorie consecutive.

 

DNA

 

ACEGAS APS TRIESTE 70
ZEROUNO TORINO        64

ACEGAS APS/PALLACANESTRO TRIESTE: Moruzzi 10, Ferraro 11, Gandini 4, Mastrangelo 8, Ruzzier 2, Carra 17, Zaccariello 11, Maganza 5, Zecchin 2, Scutiero n.e. Coach Dalmasson
ZEROUNO TORINO: Portannese 14, Masper 9, Fontecchio 19, Tassinari, Giusto 5, Parente 3, Giadini 4, Conti 8, Defant 2, Tarditi n.e. Coach Faina
ARBITRI: Angelo Caforio di Brindisi e Stefano Giampietro di Chieti.
NOTE Quarti: 14-14, 20-22, 21-10, 15-18. Tiri da 2: Trieste 18/32, Torino 19/46. Tiri da 3: Trieste 6/26, Torino 2/8. Tiri liberi: Trieste 16/19, Torino 20/23. Usciti per 5 falli: Ruzzier e Maganza.

Nella prima sfida casalinga dell'anno nuovo l'Acegas Aps Trieste ha battuto la Zerouno Torino 70-64, punteggio identico a quello con cui i biancorossi erano stati battuti nella partita di andata. La formazione di casa può quindi chiudere con un sorriso la partita del ritorno dopo oltre dieci anni al Palasport di Chiarbola, che torna ad ospitare il basket per l'indisponibilità del PalaTrieste.

Trieste inizia la partita con il quintetto formato da Ruzzier, Mastrangelo, Moruzzi, Ferraro e Gandini mentre il coach piemontese Faina replica con Giusto, Tassinari, Portannese, Fontecchio e il capitano Masper.

Non si segna nei primi due minuti di gioco, ed è Torino a rompere il ghiaccio in un primo quarto in cui i distacchi tra le formazioni restano minimi, con i padroni di casa che hanno il massimo vantaggio nel + 3 determinato da due liberi di Ferraro (10-7). Torino quindi trova un break di 2-7 tornando in vantaggio sul 12-14, e nelle ultime azioni Mastrangelo segna il canestro del 14-14, punteggio su cui si va al primo intervallo.

In avvio di secondo quarto la Zerouno va per due volte a + 3 ma non riesce a prendere il largo, contenuta dai giocatori triestini che rispondono colpo su colpo. Sul 26-27 la panchina biancorossa chiama timeout, e subito dopo Zaccariello da tre firma il nuovo vantaggio Acegas (29-27). Il primo vero tentativo di fuga della partita è di marca piemontese, con il + 5 sul 31-36. Carra però riesce a segnare e subire fallo, convertendo il libero aggiuntivo e limitando lo svantaggio dei suoi al termine della prima metà di gara a soli due punti (34-36).

Dopo i primi due punti di Conti (34-38), Trieste apre la ripresa con un parziale di 9-0 (5 punti di Zaccariello) che mandano la squadra di casa sul + 5 (43-38). Torino si riavvicina fino a – 3 (45-42) ma deve poi subire un altro break dell'Acegas, che trova un 10-2 suggellato dalle triple del solito Zaccariello e di Carra, e vola a undici punti di vantaggio sul 55-44. Alla penultima sirena della partita i punti che dividono le due squadre sono nove (55-46).

L'ultimo quarto di gioco vede una costante rimonta da parte della Zerouno, che in un primo momento riesce a tornare a – 4 sul 59-55. Dopo un nuovo allungo triestino sul 62-55, gli ospiti infilano un 3-9 con sei conclusioni dalla lunetta arrivando a un solo punto dai biancorossi (65-64). Negli ultimi minuti però la squadra torinese non trova più il canestro, e l'Acegas ne approfitta segnando con Gandini e Ferraro ai liberi e chiudendo definitivamente la partita con un canestro da sotto di Carra.

Queste le parole di coach Dalmasson nel dopo partita: “E' stata una gara in cui abbiamo cercato di allungare le nostre rotazioni già in partenza, sapendo che molto probabilmente la sfida si sarebbe decisa nel finale. Questo ci ha portato ad avere ulteriori conferme sul carattere e la solidità mentale dei nostri giovani, che hanno saputo stare in campo. Siamo andati in difficoltà nei momenti in cui non abbiamo messo fisicità in campo, mentre quando lo abbiamo fatto la situazione ci è stata favorevole. Questa importantissima vittoria chiude una settimana difficile dal punto di vista logistico, e in cui abbiamo dovuto prendere confidenza in pochi giorni con un impianto dove non ci eravamo mai allenati, ed è stato quasi come giocare fuori casa per noi. Devo dire che il pubblico è stato straordinario, e siamo molto contenti di essere riusciti a vincere in questo storico palazzetto, che è il tempio del basket triestino”.

 

dal sito della Pallacanestro Trieste

 

SERIE C FVG (SERIE C2)

 

SANTOS TRIESTE 77
CREDIFRIULI CERVIGNANO 80
(dopo un tempo supplementare)

SANTOS TRIESTE: Lazzari 6, Crocenzi 3, Nacini 6, Castriotta, Dolce 16, Bembich 6, Zamboni, Romano 2, Contento 18, Crevatin 20. Coach Albanese
CREDIFRIULI CERVIGNANO: Dus n.e., Cuder, Gelormini 18, Carrer 4, Misuraca 16, Bellanca 16, McGhee 8, F. Pivetta 5, Piovesana 4, Kenyatta 6, R. Pivetta 3, Vicenzutto n.e. Coach Portelli
ARBITRI: Sabbadini e Anastasi di Udine.
NOTE Quarti: 22-21, 15-16, 18-14, 14-18, 8-11.

TARCENTO - BREG 79:81 (18:14, 32:35, 52:52)
BREG: Schillani 2, Grimladi 9, K. Ferfoglia 2, Robba 10, Giacomi 11, Samec 15, S. Ferfoglia 12, Semec 4, Nadlisek, Klarica 16. All. Krasovec.

 

CERVIGNANO       78

DON BOSCO         61

15-13; 37-25; 57-43.

DON BOSCO: Bon, Martignano 4, Lazar 3, Bonetta 10, Polvi 3, Fortuna, Pobega, Teghini 15, Norbedo, Urbani 20, Coronica 6. All. Praticò.

 

BOR RADENSKA                  74

VENEZIA GIULIA MUGGIA   64

13-21; 38-38; 55-53.

BOR RADENSKA: Madonia 8, Burni 10, Crevatin 5, Stokelj 6, Meden 17, Gallocchio, ne Zanini 3, Fumarola 4, Sosic 19, Pertot ne, Devcic ne. All. Popovic.

VENEZIA GIULIA: carlin 9, Catenacci 3, Cumbat, Ciacchi 6, Schina 31, Delise 6, Pieri 4, Scocchi 1, Gordini 2, Floridan 2. All. Bartoli.

 

 

Letto 718 volte Ultima modifica il Lunedì, 16 Gennaio 2012 11:36
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli