Giovedì, 08 Febbraio 2018 22:05

L'Alma cade anche al Paladozza, Bologna la raggiunge in vetta

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)
Una fase della gara d'andata Una fase della gara d'andata

Peccato. Peccato davvero. Bologna batte Trieste e l’agguanta al primo posto.

L’unica nota positiva per l’Alma è l’aver mantenuto la differenza canestri a proprio favore. Era questa l’occasione buona per espugnare il Paladozza contro una Fortitudo priva degli americani, uno appena tagliato, l’altro in campo per pochi minuti. A ciò si è anche aggiunta l’espulsione di Amici nel corso del secondo quarto. Peccato, perché dopo un’intera partita ad inseguire a 2’ dalla fine era arrivato il sorpasso biancorosso che faceva sperare in un finale diverso. Avesse vinto Trieste avrebbe con ogni probabilità chiuso il discorso per il primo posto con un +4 sulla seconda e con gli scontri diretti a favore. Ed invece tutto si è riaperto perché l’Alma continua a perdere in trasferta, per la quinta volta di fila (l’ultimo successo risale al 3 dicembre a Ferrara), perché anche in casa (ci si augura naturalmente il contrario) potrebbe arrivare qualche scivolone, perché dietro Verona e Treviso corrono tanto e Trieste dovrà affrontarle entrambe. Per cui i ragazzi di Dalmasson ora corrono il rischio addiritura di perdere forse non solo il primo posto. Bisogna al più presto invertire la rotta per non gettare via quanto di buono costruito sino ad ora.
Così il presidente Mauro a fine gara: “Dobbiamo voltare pagina senza concedere più nulla a nessuno. La squadra deve svegliarsi”. E visto che non si ricorrerà al mercato come lo stesso presidente aveva detto qualche giorno fa, ecco che dovrà essere il tecnico biancorosso a ritrovare la strada smarrita in questo 2018.

La classifica: Trieste, Bologna 30; Udine, Verona, Montegranaro 26; Ravenna, Treviso 24; Mantova 22; Imola, Jesi, Ferrara 20; Forlì 16; Piacenza 14; Orzinuovi, Bergamo 8; Roseto 6.

Nel prossimo turno spicca la gara Verona-Bologna.

Il film della partita.


PRIMO QUARTO Parte bene Trieste con le triple di Bowers, Cavaliero e Green a cui Bologna risponde con il tiro pesante di Cinciarini: 7-13 a -6’30”. Ma qui l’Alma si ferma. Parzialone di 18-0 felsineo con in mezzo anche le bombe di Cinciarini e di Fultz. Baldasso rompe il ghiaccio dopo 4’30” e poi due liberi di Cittadini mandano le squadre al primo intervallo sul 25-17.

SECONDO QUARTO Amici e Rosselli allungano subito per la Fortitudo a cui si aggiungono due liberi di Mancinelli: 31-17. Pesante il terzo fallo di Janelidze. Rispondono Prandin, Bowers da tre e Green con due tiri dalla lunetta: 31-24. Dall’altra parte segna Mancinelli, poi è ancora Bowersn dall’arco: 33-27. Pini firma il 35-27. Poi il minuto di follia di Amici che prima si fa fischiare un antisportivo sul tiro da tre di Loschi (a bersaglio i relativi liberi), pooc dopo commette fallo su Fernandez e si becca anche il tecnico. Con il nuovo regolamento la somma dei due fatti vale l’espulsione dal parquet. Fernandez insacca dalla lunetta due su tre e Baldasso a -2’15” porta Trieste a meno uno: 35-34. Bologna non si fa prendere e chiude la frazione sul 39-36. Partita insomma riaperta. Bowers miglior realizzatore triestino con 11 punti con tre su tre nelle bombe. Nei locali 12 i punti di Cinciarini. Dominio di Bologna nei rimbalzi.

TERZO QUARTO Trieste resta attaccata per un paio di minuti (41-40), poi il terzo fallo di Bowers. Italiano colpisce da tre: 44-40. A -6’30” l’Alma esaurisce il bonus dei falli. Bologna difende aggressiva e attacca energicamente. Per Trieste a bersaglio Prandin e Baldasso ma Gandini infila il 55-44 con cui si va all’ultimo riposo. Inerzia per la Fortitudo.

QUARTO QUARTO In apertura di frazione la tripla di Loschi e il canestro di Bowers valgono il 57-50. Bomba di Cinciarini: 60-50. Schiacciata di Green e poi Cavaliero da tre: 60-55 a -4’33”. Altra schiacciata di Javonte e poi Cavaliero sbaglia il tiro del pareggio. Gandini allunga sul +5. Cavaliero segna in entrata e mette dentro anche il libero supplementare: 62-60. Cinciarini fa zero su due in lunetta, Green invece non sbaglia i due liberi del pareggio: 62-62. Nell’azione seguente Bowers regala il vantaggio a Trieste. Mancano 2’ al termine. L’Alma sembrerebbe avere lei l’inerzia della sfida. Ma Mancinelli subito colpisce dall’arco: 65-64 a -1’41”. Mancinelli infila due volte dalla lunetta, Bowers una solamente: 67-65 a -55”. Cinciarini a -30” mette il 69-65. Cavaliero sbaglia la tripla della speranza. Mancinelli regala all’Alma ancora qualche speranza con due errori dalla linea della carità ma Green non la prende dalla distanza. Partita conclusa sul 71-65.

Il tabellino.

FORTITUDO      71
ALMA                  65

25-17; 39-36; 55-44
FORTITUDO BOLOGNA: Mancinelli 12, Cinciarini 21, Rosselli 5, Fultz 5, Gandini 15, Chillo 6, Italiano 3, Amici 2, Boniciolli ne, Montanari ne, Pini 2,
Mccammey. All. Comuzzo.
ALMA TRIESTE: Cavaliero 9, Fernandez 4, Bowers 19, Loschi 6, Green 13, janelidze, Cittadini 2, Coronica 2, Deangeli ne, Baldasso 6, Schina ne, Prandin 4. All. Dalmasson.

 

Letto 288 volte Ultima modifica il Venerdì, 09 Febbraio 2018 13:31
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli