Domenica, 18 Febbraio 2018 13:02

L'Alma cade ancora in trasferta, Treviso stravince

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Una fase della gara d'andata Una fase della gara d'andata

Mai partire battuti, soprattutto per una capolista.

Ma a Treviso contro la squadra più in forma del momento reduce da otto successi di fila (con uno scarto medio superiore ai 20 punti!) e forse la più completa, senza due pedine fondamentali come Green e Da Ros, e con Bowers non al meglio, normalmente non ci sarebbero molte speranze di farcela. E anche il +8 dell’andata non è molto rassicurante. Insomma, prima non prenderle e poi cercare di vincere. Con i due punti si chiuderebbe probabilmente il discorso legato ai primi due posti (da giocarseli poi con Bologna) anche se il cammino è ancora lungo. Con una sconfitta si rischierebbe anche di arrivare un po’ più indietro. Palaverde esaurito per questa sfida di cartello con la diretta Tv delle 12, 4988 spettatori che è anche il record stagionale.
Alla fine festeggia Treviso che stravince la gara mettendo intensità e continuità. Trieste resiste poco, a neanche metà gara si ha la percezione che non ci sarà scampo. Per l’Alma ci sono naturalmente le attenuanti delle assenze. Non ci sarà mai la controprova, ma chissà come sarebbe andata a finire con in campo anche Green e Da Ros ben messi fisicamente. Anche se a dire il vero con loro due sul parquet si è perso più di qualche gara ultimamente. Per l’Alma è la sesta sconfitta consecutiva fuori casa.
La domanda sorge spontanea: anche recuperando fisicamente gli infortunati, basterà per puntare alla promozione? O servirerebbe qualche cambiamento?
Così il tecnico Dalmasson a fine gara: “Doppia energia messa in campo da Treviso, non devono essere un alibi le assenze. Dovevamo e potevamo fare di più”.

Il film della partita.

PRIMO QUARTO
I quintetti iniziali: Treviso parte con Fantinelli, Imbrò, Musso, Lombardi e Brown. Trieste risponde con Fernandez, Prandin, Cavaliero, Janelidze e Cittadini.
L’Alma parte alla grandecon quattro punti di Cittadini e due di Prandin. Lombardi insacca il primo canestro locale. Brown sbaglia incredibilmente da solo la schiacciata, dalla parte opposta Fernandez mette dentro la tripla del 2-9. Janelidze lo imita poco: 4-12. Massimo vantaggio giuliano con Fernandez: 4-14. Ma a questo punto la De Longhi difende più aggressiva e per Trieste è più difficile la circolazione palla. Parziale di 10-0 trevigiano e 14-14 a -2’35”. Un’inarrestabile Fantinelli in entrata firma il primo vantaggio dei padroni di casa: 18-16. Imbrò allo scadere mette la bomba del 22-18.

SECONDO QUARTO
Bowers accorcia subito. Imbrò rimette la tripla: 25-20. Tiri pesanti in sequenza anche per Swann, Antonutti e Baldasso: 31-25. Trieste perde la sua sesta palla e Brown vola a schiacciare: 39-29. Quattro punti consecutivi di Bowers valgono il -6. Ma il finale è tutto è per Treviso con la tripla di Swann che regala ai suoi il +11: 46-35 alla sirena. Ultima stoppata di Bowers che cade male ed esce zoppicando. Per l’Alma le cose insomma si mettono male. Zero liberi tirati sin qui e 3/13 nelle triple. Gara saldamente in mano alla De Longhi.

TERZO QUARTO
A segno prima Lombardi e poi Cittadini. Treviso continua a segnare, anche una bomba di Swann. L’Alma invece non lo fa per oltre 6’. Cavaliero sbaglia tutto, mira storta e perde palloni. Logico che il divario aumenti, si arriva sul 60-37 a -1’55. Fernandez da tre rompe il ghiaccio. Ma ormai la De Longhi è scappata via con anche il ribaltamento dei punti negli scontri diretti. Fernandez va in lunetta per la prima volta nella gara per Trieste. Segno di aver tentato poche volte le entrate. Si va all’ultimo riposo sullo 62-43. Bowers per gran parte in panchina viste le sue condizioni non al meglio.

QUARTO QUARTO
Trieste continua a perdere palloni, arriverà alla fine a quota 20, Treviso approfitta della grande vena di Swann che chiude con 8/10 da tre punti. Molto bene anche Lombardi. Ecco, i due nuovi acquisti trevigiani ancora protagonisti. Una De Longhi costruita dunque per giocarsi ai play-off la promozione. Finisce 83-63, ancora una volta quindi la vittoria dei ragazzi di Pillastrini giunge con uno scarto così ampio. Per Treviso è la nona affermazione di fila e la serie potrebbe anche non fermarsi. Ribaltata quindi la differenza canestri.

 

Il tabellino.

 

DE LONGHI TREVISO - ALMA TRIESTE 83-63 (22-18; 46-35; 62-43)

DE LONGHI: Brown 8, Nikolic, Sabatini 2, Imbrò 6, Musso 5, Negri, Poser, Bruttini 2, Lombardi 11, Antonutti 10, Fantinelli 12, Swann 27. All. Pillastrini.

ALMA: Baldasso 7, Cavaliero 2, Schina 2, Janelidze 7, Loschi 6, Deangeli ne, Coronica, Prandin 8, Bowers 14, Cittadini 8, Fernandez 9. All. Dalmasson.

 

Letto 254 volte Ultima modifica il Domenica, 18 Febbraio 2018 17:57
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli