Sabato, 21 Ottobre 2017 09:40

L'Alma cala il poker a Bergamo. E ora sotto con la Fortitudo

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

Vittoria a Bergamo contro la Cenerentola e il poker è servito.

Quattro successi su quattro in questo inizio di campionato oltre alla Supercoppa vinta. Guardando queste cifre in casa Alma ci sarebbe da stare decisamente allegri. Anche perché con i diversi infortuni patiti in questi primi mesi non era facile districarsi. Di buono i rientri da poco di Bowers e Da Ros, non ovviamente ancora al top della forma, e quello si spera imminente di Cavaliero, ecco che nelle prossime settimane la squadra dovrebbe cominciare ad assemblarsi meglio e i risultati si dovranno vedere senz’altro. In questo scorcio di torneo l’Alma non ha brillato facendo troppa fatica in ognuna delle sfide, dando comunque sempre la sensazione di essere superiore agli avversari. Però si sono affrontate compagini non eccelse, anzi. Il calendario ha insomma dato una grossa mano alla Pallacanestro Trieste. Le formazioni più temibili sono state quelle della Supercoppa (Ravenna e Treviso) e lo scoglio è stato comunque superato. E questo fa comunque ben sperare. In quella che si pensa sia una lotta con la Fortitudo Bologna, quello che potrebbe essere un testa a testa (sperando che squadre come Treviso, Verona e non solo se ne stiano un po’ indietro) la partita di domenica prossima potrebbe avere una valenza fondamentale.

All’Alma Arena (inizio ore 12, davanti alle telecamere di Sportitalia) arriverà proprio la compagine felsinea di Matteo Boniciolli che, vista la campagna acquisti effettuata mira parecchio in alto, potrebbe perdere ben poche partite nella stagione. Ecco che gli scontri diretti potrebbero essere fondamentali, arrivare primi alla fine della stagione regolare garantirebbe tutte le “belle” in casa nei play-off, particolare non di poco conto. Ma a questo scontro dall’orario inconsueto arriva meglio Bologna. Per vincere insomma bisognerà sfoderare una prestazione migliore che nelle prime quattro uscite, se non altro ci sarà da mettere maggiore continuità nei 40’.

Tornando alla vittoria bergamasca nell’anticipo del venerdi, Trieste allunga subito sul +9: 9-18. I lombardi replicano con quattro triple portandosi ben presto sul 18-22. Bergamo sorpassa sul 39-37. A questo punto sale in cattedra Cittadini e l’Alma conclude il secondo quarto con quattro punti di vantaggio: 39-43. I padroni di casa non mollano la presa e con Bozzetto si riportano avanti: 48-47. Poi è la volta di Trieste, 51-54 all’ultimo riposo. La strada è in discesa nell’ultimo quarto che vede l’Alma avanti sul 53-62 e poi 57-66. Risultato in cassaforte. Alla sirena il punteggio recita di 64-75 con un canestro di Green allo scadere. In attacco molto bene lo stesso Javonte e Cittadini. E ora sotto con la Fortitudo, una partita che si prepara quasi da sola almeno dal punto di vista psicologico. La concentrazione sarà senz’altro maggiore rispetto alle altre quattro gare sin qui disputate. Ci sarà da migliorare la fase difensiva e poi con l’aiuto dei 5000 e forse più del PalaRubini potrebbe essere ancora festa.

BERGAMO BASKET: Cazzolato, Sergio 7, Bozzetto 8, Solano 18, Ferri 17, Ricci ne, Mascherpa 2, Bedini, Magni ne, Piccoli ne, Fattori 12. All. Ciocca.
ALMA TRIESTE: Da Ros, Green 20, Cittadini 14, Baldasso 6, Schina, Fernandez 11, Deangeli ne, Prandin 5, Janelidze 2, Bowers 8, Coronica, Loschi 9. All. Dalmasson.

Letto 334 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli