Giovedì, 02 Agosto 2018 06:58

L'Alma piazza il colpo nel pitturato: arriva il "giramondo" Justin Knox

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)
Justin Knox accanto a Cavaliero due stagioni fa all'Alma Arena Justin Knox accanto a Cavaliero due stagioni fa all'Alma Arena

Alma Pallacanestro Trieste rinforza il suo reparto lunghi con Justin Knox: accordo annuale per questo centro statunitense di 206 centimetri per 105 chili nato a Tuscaloosa il 13 gennaio 1989, che arriva direttamente dalla Serie A dell’Orlandina Basket.

 

Knox, con i suoi 29 anni, è un giocatore che ha già un curriculum cestistico importante in giro per il mondo, avendo giocato in Europa, Malaysia e Costa Rica: dopo la Tuscaloosa High School, il neo biancorosso ha giocato al college con gli Alabama Crimson Tide per tre stagioni, trasferendosi poi alla storica università di North Carolina nel 2010/2011.

Non scelto nel Draft NBA 2011, comincia la sua avventura da professionista in Bielorussia, al BK Minsk: “doppietta” con campionato e coppa nazionale per lui e, la stagione dopo, arriva l’ingaggio in Turchia con il Vestelspor Manisa. Nel 2013/2014 è ai Den Helder Seals (Paesi Bassi) e poi si sposta in Malaysia, con la casacca dei KL Dragons: l’estate 2015 lo vede protagonista in Portorico con i Capitanes De Arecibo e, nel 2015/2016, torna in Turchia al Final Genclik.

Nella stagione successiva, arriva l’approdo in Italia: gioca con la Fortitudo Bologna in Serie A2, un’annata che lo vede viaggiare a 14.4 punti e 7.2 rimbalzi di media. Numeri di sostanza, che gli valgono la chiamata dell’Akademik Sofia (Bulgaria): a gennaio 2018 passa al Levski Sofia disputando anche la FIBA Europe Cup, ma dopo due mesi riceve la chiamata dell’Orlandina Basket. Con i siciliani, in Serie A, gioca otto partite a 29.4 minuti di media, collezionando cifre di estrema concretezza: 16.4 punti, 8.3 rimbalzi e 0.9 stoppate di media, con il 57.4% da due ed il 54.8% in lunetta.

Giocatore abilissimo vicino a canestro, capace di occupare la posizione di ala forte e centro senza troppi problemi, potrà completarsi a meraviglia con Matteo Da Ros e Hrvoje Peric giostrando nel ruolo di “5”, per aumentare la fisicità della compagine biancorossa.

“Integriamo il nostro puzzle – le parole del GM Mario Ghiacci – con un giocatore che ha già assaporato il nostro paese e, oltre alla Serie A2, ha pure visto la massima categoria. Knox è un elemento che desideravamo per guadagnarci la tranquillità nel pitturato, insieme agli altri lunghi a disposizione: può giocare due ruoli ed ha punti nelle mani, per cui siamo contenti di averlo con noi”.

Letto 93 volte Ultima modifica il Giovedì, 02 Agosto 2018 11:08
redazione

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna