Domenica, 14 Aprile 2013 20:06

LegaDue, Acegas battuta anche dal Veroli

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Partita per pochi intimi al palasport di Frosinone tra due squadre che hanno già praticamente archiviato
la loro stagione (con maggior rammarico da parte dei ciociari, che avevano investito i loro bei soldini per arrivare ai play-off e possono essere considerati di conseguenza una delle delusioni del campionato di LegaDue). Senza Bruttini - campionato finito per il riacutizzarsi della fascite plantare-  Veroli porta a casa un successo sofferto al cospetto di una AcegasAps sempre incerottata e non al meglio. I frusinati di coach Marcelletti soffrono all’inizio e alla fine il gioco di Trieste, ma ritrovano quella voglia di lottare rimasta a casa nelle scorse settimane. Per Trieste complessivamente è stato un passo indietro dopo la bella prova di Barcellona Pozzo di Gotto e sul fatto di essere apparsi sottotono ha inciso - oltre ai problemi di condizione - anche il fatto di essere rimasti fermi a lungo per il turno imposto dal calendario otto giorni fa. In ogni caso la compagine di Eugenio Dalmasson non ha messo da parte la volontà e si è aggrappata al match anche quando Veroli sembrava lontana. Tanto che Carra segna il -2 a un minuto e mezzo dalla fine, ma Coronica fa fallo su Jurevicius (quinto personale) e il lituano fa uno su due. Filloy, quindi, scivola ma riesce ancora a guadagnarsi un viaggio in lunetta. L'hombre de Cordoba, in debito d'ossigeno, ne mette pure lui solo uno. Marigney, a seguire, recupera il rimb alzo offensivo su suo stesso tiro e chiude il match.
PRIMA VEROLI BASKET 67
ACEGAS APS PALLACANESTRO TRIESTE 59

(15-20, 31-30, 51-40)
PRIMA VEROLI BASKET: Stirpe n.e., Battaglia n.e., Savo, Jurevicius 19, Infante 5, Rinaldi 9, Carenza 11, Rossetti, Berti 5, Marigney 18. Coach Marcelletti
ACEGAS APS PALLACANESTRO TRIESTE: Coronica 2, Tonut, Ondo Mengue, Mastrangelo 2, Ruzzier 2, Filloy 21, Diviach 8, Carra 9, Mescheriakov 12, Fossati 1, Gandini 2. Coach Dalmasson
ARBITRI: Rossi di Anghiari (Arezzo), Attard di Priolo Gargallo (Siracusa) e Boninsegna di Paderno Dugnano (Milano).
Letto 495 volte Ultima modifica il Domenica, 14 Aprile 2013 20:09
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli