Sabato, 01 Settembre 2018 08:16

LignanoBasket, l'Alma accelera nel finale: Udine ko

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

E’ finalissima al LignanoBasket - BH Cup per l’Alma Pallacanestro Trieste:

i ragazzi di coach Eugenio Dalmasson si aggiudicano il derby contro la GSA Apu Udine con il risultato di 97 - 84 e nella giornata di sabato (ore 20.15) si giocheranno il primo posto contro l’Umana Reyer Venezia, uscita vincitrice dalla semifinale con Forlì.

Trieste, ancora senza i nazionali Peric e Strautins, parte con il quintetto formato da Wright, Cavaliero, Sanders, Janelidze e Mosley; risponde Udine con Penna, Simpson, Cortese, Powell e Pellegrino. E’ Wright ad inaugurare la partita con un canestro galleggiando in aria: Cavaliero regala due assist spettacolari a Wright e Mosley, con quest’ultimo che schiaccia il 3 - 9 dopo quasi quattro minuti di gioco. Udine reagisce con i lunghi: prima Pellegrino da sotto, poi Powell con la bomba riportano la GSA a contatto. Gli uomini di Cavina si accendono improvvisamente e, con tre triple a firma Simpson (7/15 dal campo e 5 falli subiti) e Genovese, si portano avanti 24 - 15 a 1’30’’ dalla fine del primo quarto: è ancora un tiro da fuori, questa volta di Pinton, a dare il +8 ai friulani proprio sulla sirena.

Nella seconda frazione, la GSA tocca il +10 grazie a Genovese ma la reazione in casa Alma è affidata a Cittadini e Wright, che siglano il meno sei (29 - 23) con un paio di iniziative dinamiche. Quando il team di Dalmasson alza l’attenzione dal punto di vista difensivo arrivano le cose migliori: Coronica entra in campo e produce subito un canestro ed un assist per Knox, riportando Trieste sotto 29 - 27 e costringendo Cavina al timeout (7’48’’ dall’intervallo lungo). Udine riesce a rimanere avanti con alcune buone iniziative di Cortese, ma il trio Wright - Janelidze - Sanders firma canestri di classe che fissano il 38 - 34 a 3’37’’ dalla fine del secondo periodo. E’ Spanghero, con due liberi, a dare ai friulani il 45 - 39 del ventesimo, prima dello sfortunato errore di Wright (7/10 al tiro, 4 rimbalzi, 4 falli subiti) dopo essersi mangiato il campo in cinque secondi.

Cortese e Simpson aprono la ripresa con due bombe (51 - 43), ma l’asse “made in USA” Wright - Sanders tiene alto l’onore biancorosso: la schiacciata dell’ex Casale sigilla il 51 - 45, poi anche Mosley spicca il volo per schiacciare il pallone del 54 - 49 a 6’26’’ dalla fine del terzo periodo. Quando Knox appoggia un layup e Walker “cancella” Powell in penetrazione, l’Alma si riporta a meno tre: inizia ad emergere il maggior atletismo biancorosso e Walker pareggia a quota 54 con un tiro da fuori. I liberi di Cavaliero e Knox danno ulteriore ossigeno a Trieste, mentre Udine ha buone iniziative da Cortese: Mortellaro ha le mani piene nell’arginare un Knox che indovina un canestro con il fallo, che fa terminare il terzo periodo sul 68 - 67.

Un gancio di Janelidze dà il vantaggio all’Alma in apertura di ultima frazione (68 - 69), poi lo stesso georgiano replica per il 68 - 71: è un buon momento per i biancorossi, che con la bomba di Sanders ed un canestro più fallo dello scatenato Wright rimane sempre avanti. Cavina deve chiamare minuto di sospensione a 7’28’’ dalla fine dell’incontro (75 - 77), ma è ancora l’Alma a regalare spettacolo con la schiacciata volante di Mosley: Sanders piazza un altro canestro pesante per il 79 - 84 biancorosso, Pellegrino inizia a trovare difficoltà contro il fisico di Mosley nei pressi del ferro e, dopo un contropiede di Janelidze ed una palla persa bianconera, i ragazzi di Dalmasson si allontanano ulteriormente. Cavaliero (3/5 da tre, 6/6 ai liberi e 6 assist) si erge a protagonista negli ultimi minuti: prima alza un pregevole pallone per il canestro volante di Mosley, poi indovina due tiri pesanti che tengono a distanza di sicurezza la formazione biancorossa. Alla sirena conclusiva, è +13 per l’Alma, che nella giornata di sabato avrà il primo test “da Serie A”, contro l’Umana Reyer Venezia.



APU UDINE - TRIESTE   84-97


GSA Apu Udine: Mortellaro, Onhenhen ne, Pinton 3, Genovese 5, Cortese 16, Penna 2, Simpson 20, Pellegrino 10, Powell 16, Spanghero 9, Nikolic 3, Chiti ne. All. Cavina
Alma Pallacanestro Trieste: Coronica 2, Walker 8, Fernandez 3, Schina, Wright 15, Deangeli ne, Janelidze 13, Cavaliero 15, Sanders 17, Knox 10, Mosley 10, Cittadini 4. All. Dalmasson

Parziali: 27-19; 45-39; 68-67
Arbitri: Bartoli, Morassutti, De Biase

 

comunicato stampa

Letto 59 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna