Giovedì, 08 Giugno 2017 22:52

Magica Alma in gara5, Fortitudo ko: è la finale!

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Così a fine gara, sul parquet scoppia la festa triestina Così a fine gara, sul parquet scoppia la festa triestina

E fanno 22! Le vittorie di fila in casa. Ma quel che più conta è che l’Alma è in finale.

Un risultato forse impensabile alla vigilia del campionato ma meritatamente raggiunto da una squadra spinta, ad un certo punto, da tutta la città. Ottimisti ma con un pizzico di paura, questo lo stato d’animo di molti tifosi triestini prima della partita, le due vittorie infatti della Fortitudo a Bologna potevano far pansare all’eventualità del peggio in gara5. Ma in tutti c’era la consapevolezza di aver buttato via  gara4 dopo averla dominata per 37’. Ed infatti la Pallacanestro Trieste ha iniziato la “bella”, davanti al tutto esaurito fatto di quasi 6500 spettatori, partendo proprio  da quanto di buono aveva fatto nell’ultima uscita felsinea. Partenza sprint, largo vantaggio, poi recupero ospite sino al meno sei, con la paura negli occhi dell’Alma Arena, quindi il ri-allungo, quello decisivo. E poi la festa. La grande festa. Ma riavvolgiamo il nastro.

Primo canestro della gara di Mancinelli, un libero di Green, poi a bersaglio Knox. Parziale di 6-0 firmato da Grenn: 7-4. Triple di Pecile e di Legion per il 12-11. Qui inizia la fuga giuliana, Cavaliero, Parks in acrobazia, Green, bomba di Cavaliero e due liberi di Da Ros: 21-11. Nel finale la compagine di Dalmasson allunga con Green, Parks e Bossi andando al primo intervallo sul 31-13. Brividi al PalaRubini, ogni canestro triestino è salutato con un boato, ogni azione avversaria con sonori fischi.

Ad inizio secondo quarto Green mette dentro il +20. In 1’59” la Fortidudo commette cinque falli di squadra, Trieste invece zero difendendo bene. L’Alma mantiene sempre un buon distacco chiudendo con un canestro di Parks sulla sirena: 44-23 a metà gara. Qualcuno pensa che sia praticamente fatta, nonostante ci siano i ricordi del +16 a Bologna in gara4 e poi persa.

Si ritorna sul parquet, subito una bomba di Legion, poi i quarti falli di Ruzzier e di Mancinelli, poi lo scatanato Legion semina il panico con altre due triple e un canestro da due. Trieste si sblocca con Da Ros a 5’55” dalla fine della frazione. Bologna si fa sotto con dieci punti di Italiano chiudendo il terzo quarto a -8: 57-49.

Cinciarini apre l’ultima frazione firmando il 57-51. Prandin dopo 2’10” rompe il ghiaccio pe r i locali: 59-51. Provvidenziale la bomba poco dopo di Da Ros: 62-51. Candi rievoca i fantasmi di gara4 infilando la tripla dalla parte opposta. Ma cinque punti di Green e un’altra tripla di Da Ros valgono il 70-54 a -4’45”. Si torna a vedere il sereno. Stavolta nel finale Trieste controlla e chiude a +20. E’ la finale.

Il difficile viene dunque ora con le prime due partite in casa della Virtus Bologna. Favoriti sono i bolognesi, ma se la truppa triestina vuole stupire ancora è questo il momento di farlo.

Il tabellino.

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE – KONTATTO FORTITUDO BOLOGNA  80 – 60 (31-13, 44-23, 57-49)

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE: Parks 10 (4/9, 2/2 tl), Bossi 7 (1/2, 5/6 tl), Coronica, Green 26 (8/10, 10/12 tl), Pecile 3 (1/2 da tre), Baldasso, Prandin 9 (3/4, 3/4 tl), Cavaliero 12 (2/3, 2/6 da tre, 2/2 tl), Da Ros 11 (1/4, 2/3 da tre, 3/12 tl), Cittadini 2 (1/1). N.E.: Gobbato, Simioni. All. Dalmasson.  Ass. Praticò, Legovich

KONTATTO FORTITUDO BOLOGNA: Cinciarini 8 (3/8, 2/2 tl) Mancinelli 2 (1/2), Candi 3 (1/2 da tre), Legion 22 (4/9, 4/9 da tre, 2/2 tl), Ruzzier, Montano 2 (1/2), Gandini 1 (1/2 tl), Raucci, Knox 8 (2/4, 4/6 tl), Italiano 14 (1/1, 3/5 da tre, 3/4 tl). N.E.: Campogrande, Costanzelli.  All. Boniciolli.  Ass. Comuzzo, Lopez

ARBITRI: Masi (Firenze), Moretti (), Pepponi (Spello – Pg)

NOTE: Tiri dal campo Trieste 25/55 (20/34 da due, 5/21 da tre, 25/38 tl), Fortitudo 20/46 (12/28 da due, 8/18 da tre, 12/16 tl). Rimbalzi Trieste 29 (22+7, Parks 7), Bologna 38 (32+6, Legion 11). Assist Trieste 19 (Parks, Da Ros 5), Fortitudo 7 (Candi 4 ). Cinque falli: Prandin, Mancinelli, Ruzzier, Italiano

SPETT: 6468

PARZIALI: 31-13, 13-10, 13-26, 23-11

Letto 385 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli