Domenica, 15 Novembre 2015 23:26

Pallacanestro Trieste, Parks e Pecile i trascinatori: Ferrara ko

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Una fase di Pallacanestro Trieste-Ferrara Una fase di Pallacanestro Trieste-Ferrara

Una decina di minuti di sbandamento. Tra la metà del terzo quarto e la metà dell'ultimo quarto.

La Pallacanestro Trieste batte Ferrara ma rischia di farsi beffare proprio nel finale dopo aver condotto la gara sempre abbastanza comodamente. Gli emiliani hanno però avuto il merito di crederci sempre, anche quando si sono trovati sotto di 16 lunghezze e sono stati ad un certo punto premiati con il sorpasso. Ma nel finale la compagine di Dalmasson trova il carattere per riportarsi in vantaggio ed aumentarlo. Molto bene in fase realizzativa Parks (11/14 ai liberi), Pecile (5/8 da tre) e Pipitone. In particolare quest'ultimo, assente ancora Landi, si alterna con Canavesi sotto le plance sfruttando al meglio la chance.

Nel prepartita la Marsigliese, per una volta, prende il posto dell'inno di Mameli a cui segue un minuto di raccoglimento per le vittime dell'attentato di Parigi dei giorni scorsi. Parks, Pecile e Pipitone regalano il 6-0 iniziale. Uno su due ai liberi di Parks dà il 12-6. Due triple di Pecile per il 18-9. Negli ospiti si mette in mostra Brkic, 210 centimentri che sa fare un po' di tutto, segna da sotto ma anche da fuori. Il primo quarto si chiude sul 22-15.

Il secondo quarto si apre con Zahariev che segna e subisce il fallo insaccando anche il libero. Un'altra tripla di Pecile ed è il +11: 28-17. Ferrara si avvicina con i canestri di Rush, Henderson, Brkic e Bucci: 28-25. Nel frattempo c'è qualche fischio arbitrale contro Trieste mal digerito da giocatori e pubblico. I padroni di casa rialzano subito la testa con le bombe di Pecile e di Canavesi. Nel finale Pipitone fa cinque punti e con la tripla di Bossi si va sul 44-28. Mancano 20” al termine della frazione. L'ultimo attacco è per Ferrara che con Lestini segna da lontano proprio sulla sirena: 44-31 all'intervallo lungo.

Nel terzo quarto c'è un botta e risposta sui due fronti: 54-38. E qui la Bondi riesce a mantenere alte le percentuali al tiro, più di Trieste che si vede così rosicchiare sensibilmente il vantaggio. Dal 59-51 al 64-60 con cui si va all'ultimo riposo.

Ad inizio del quarto quarto Brkic e Rush danno il primo pareggio agli ospiti. Pecile riporta avanti la Pallacanestro Trieste ma tre liberi di Losi regalano il primo e unico vantaggio di Ferrara: 66-67 a -8'25”. Pipitone segna subito: 68-67. Gli emiliani incappano in un black-out di quasi cinque minuti. Dal 66-67 all'81-67 con a bersaglio i vari Pipitone, Zahariev e Pecile. Due liberi di Parks e due di Pipitone donano l'85-69, punteggio che mette la vittoria in cassaforte.

Il tabellino.


PALLACANESTRO TRIESTE     87
BONDI FERRARA                      76

(22-15; 44-31; 64-60)
PALLACANESTRO TRIESTE: Parks 27, Bossi 6, Coronica, Gobbato, Ferraro ne, Donda, Pecile 26, Baldasso, Prandin, Pipitone 15, Canavesi 7, Zahariev 9. Coach: Dalmasson.
BONDI FERRARA: Rush 25, Ebeling ne, Lestini 11, Ibarra, Bucci 13, Losi 3, Salafia, Verrigni ne, Henderson 4, Ghirelli ne, Brkic 20. Coach: Morea.

Letto 499 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli